Percorso di navigazione

Youth on the Move

Youth on the Move è un pacchetto completo di iniziative condotte nel campo dell'istruzione e del lavoro e rivolte ai giovani europei. Lanciato nel 2010, rientra nella strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e solidale.

Obiettivi

Youth on the Move intende migliorare il livello d'istruzione e le prospettive professionali dei giovani e ridurre la diffusa disoccupazione giovanile in linea con l'obiettivo più generale dell'UE di raggiungere un tasso di occupazione del 75% per la popolazione in età lavorativa (20-64 anni). A tal fine si propone di:

  • adeguare maggiormente l'istruzione e la formazione alle esigenze dei giovani
  • incoraggiare i giovani a utilizzare le borse di studio o formazione all'estero
  • incoraggiare i paesi dell'UE ad adottare provvedimenti per semplificare la transizione dal mondo della scuola/università a quello del lavoro.

Metodi

  • Coordinamento delle politiche per individuare e stimolare iniziative a livello europeo e nazionale.
  • Azioni specifiche destinate ai giovani, come l'azione preparatoria "Il tuo primo lavoro EURES" per la mobilità professionale all'interno dell'UE, e un maggiore sostegno ai giovani imprenditori attraverso lo strumento europeo di microfinanziamento Progress.

Perché rivolgersi ai giovani?

  • Nell'UE si contano circa 5,5 milioni di giovani disoccupati, il che significa che delle persone di età inferiore ai 25 anni che vorrebbero lavorare, una su cinque non riesce a trovare un impiego.
  • Il tasso di disoccupazione giovanile supera il 20%, ovvero è il doppio di quello relativo a tutte le fasce d'età messe insieme e quasi tre volte il tasso delle persone di età superiore ai 25 anni.
  • 7,5 milioni di giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni non hanno un lavoro, né studiano o seguono un corso di formazione.

Il sito Youth on the Move offre maggiori informazioni ai giovani che desiderano studiare, formarsi o lavorare all'estero.

Iniziativa "Opportunità per i giovani" – interventi per ridurre la disoccupazione giovanile.

    Condividi

  • Invia come Tweet Condividi su Facebook Condividi su Google+