Percorso di navigazione

Quali sono i tuoi diritti?

Le disposizioni sul coordinamento dei regimi di sicurezza sociale si applicano nell'UE e in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera alla legislazione nazionale in materia di:

Trattandosi di disposizioni contenute in regolamenti, le norme sul coordinamento si applicano direttamente in tutti i paesi dell'Unione europea. In altre parole, le autorità e amministrazioni nazionali, gli enti previdenziali e i tribunali sono tenuti a rispettarle, anche in caso di conflitto con la legislazione nazionale. Le norme europee prevalgono infatti su quelle dei singoli paesi.

In caso di difficoltà a determinare se una determinata prestazione rientra o meno nella normativa sul coordinamento, è opportuno rivolgersi al proprio ente previdenziale.
Consulta il nostro elenco per trovare l'ente da contattare

Cosa non rientra nel coordinamento

  • Un certo numero di prestazioni in denaro non basate su contributi (prestazioni non contributive) sono a carico ed erogate soltanto dall'ente del paese di residenza. Nella maggior parte dei casi queste prestazioni sono versate a persone la cui pensione o il cui reddito non raggiungono una determinata soglia. Non vengono pagate a chi vive in un paese diverso dal proprio. Queste prestazioni sono elencate nell'allegato X del regolamento n. 883/2004.
  • Il coordinamento dell'UE non si applica all'assistenza sociale: si tratta di prestazioni che sono in genere erogate in funzione del reddito.
  • Il coordinamento europeo non si applica all'imposizione fiscale. Se si desiderano chiarimenti su un caso specifico è opportuno rivolgersi alle autorità fiscali del proprio paese. 

Serve ancora aiuto?

Non hai trovato le informazioni che cercavi? Hai un problema da risolvere?

Rivolgiti a Europe Direct (00800 6 7 8 9 10 11)
Risolvi i problemi incontrati con un'amministrazione nazionale (SOLVIT)
Richiedi una consulenza legale al servizio La tua Europa - Consulenza

    Condividi

  • Invia come Tweet Condividi su Facebook Condividi su Google+