Malattie gravi e croniche

Cancro

Il cancro è una delle principali priorità della Commissione europea nel settore della salute. Nei suoi orientamenti politici la presidente Von der Leyen fa riferimento a "un piano europeo di lotta contro il cancro, per aiutare gli Stati membri a combatterlo più efficacemente e a migliorare le cure" per ridurre le sofferenze causate da questa malattia e per far sì che l'Europa assuma un ruolo guida nella lotta contro il cancro.

La politica dell'UE in materia di cancro

La lettera di incarico della commissaria per la Salute Stella Kyriakides definisce i quattro pilastri del piano europeo di lotta contro il cancro:

  • prevenzione
  • diagnosi precoce
  • cura e
  • assistenza di follow-up.

Il piano europeo di lotta contro il cancro sarà collegato ad altre priorità della nuova Commissione e ha il sostegno dei deputati al Parlamento europeo, degli Stati membri e delle parti interessate che collaborano con la Commissione per migliorare la prevenzione e la cura del cancro in Europa.

Il 4 febbraio 2020 la Commissione europea ha avviato la consultazione pubblica sul piano in occasione di un evento dal titolo "Il piano europeo di lotta contro il cancro: fare di più" tenutosi nel Parlamento europeo a Bruxelles.

Il cancro è una delle missioni europee di ricerca e innovazione e dal 2021 rientrerà nel quadro Orizzonte Europa.

Il cancro è uno dei principali problemi sanitari come indicato all'articolo 168 del TFUE, che conferisce all'UE la competenza di sostenere, coordinare o completare l'azione degli Stati membri per la protezione e il miglioramento della salute umana.

Da decenni la Commissione europea si occupa di cancro assieme agli Stati membri dell'UE e alla società civile, in stretta collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità, il Centro comune di ricerca e l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro.

Il cancro: un approccio comune

Il cancro è la seconda causa di mortalità nei paesi dell'UE dopo le malattie cardiovascolari, e ha provocato il 26% di tutti i decessi nel 2013, anno in cui più di 1,3 milioni di persone sono morte di tumore in tutti gli Stati membri dell'UE.

Tuttavia, il 40% dei tumori può essere prevenuto mettendo in pratica quanto già sappiamo. Si tratta anche di una delle numerose malattie non trasmissibili che condividono fattori di rischio comuni e la cui prevenzione e controllo andrebbero a beneficio della maggior parte dei cittadini.

Secondo le relazioni sullo Stato della salute nell'UE, il cancro è riconosciuto come una delle principali cause di decesso prematuro nell'UE. Incide non solo sulla salute individuale, ma anche sui sistemi sanitari e sociali nazionali, sui bilanci governativi, sulla produttività e sulla crescita dell'economia, compresa una forza lavoro sana.

I dati indicano l'urgente necessità di sistemi sanitari più efficaci, accessibili e resilienti. In particolare, per sostenere gli Stati membri che hanno più bisogno di politiche basate su elementi concreti, per garantire che tutti i cittadini dell'UE abbiano accesso a un'efficace prevenzione e cura del cancro.

Una serie di risultati ha favorito un approccio comune alla lotta contro il cancro nell'UE. Di seguito sono riportati i link relativi ai documenti di base che hanno sostenuto l'azione dell'UE e informazioni sulle iniziative dell'UE in corso e passate in materia di prevenzione e controllo del cancro.

Quadro politico

Iniziative in materia di prevenzione e controllo del cancro

Le iniziative coordinate dal Centro comune di ricerca della Commissione nel settore della prevenzione e del controllo del cancro comprendono:

Il finanziamento del programma per la salute contribuisce alle reti di riferimento europee sui tumori e alle azioni congiunte riguardanti:

Informazioni correlate