Azioni

  • Il pilastro europeo dei diritti sociali in 20 principi

    Il pilastro europeo dei diritti sociali in 20 principi

    Il pilastro europeo dei diritti sociali mira a creare nuovi e più efficaci diritti per i cittadini e si basa su 20 principi chiave.

  • Adozione del pilastro europeo dei diritti sociali

    Adozione del pilastro europeo dei diritti sociali

    Come auspicato dal presidente Juncker nel discorso sullo stato dell'Unione del 13 settembre 2017, il pilastro europeo dei diritti sociali è stato approvato dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione europea durante il vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita, che si è svolto a Göteborg il 17 novembre 2017. Questa proclamazione rispecchia il sostegno unanime delle istituzioni dell'UE ai principi e diritti sanciti dal pilastro.

  • Attuare il pilastro europeo dei diritti sociali

    Attuare il pilastro europeo dei diritti sociali

    Attuare i principi e i diritti definiti nell'ambito del pilastro europeo dei diritti sociali è una responsabilità comune delle istituzioni dell'UE, degli Stati membri, delle parti sociali e delle altre parti interessate. Le istituzioni europee contribuiranno a definire il quadro e fornire orientamenti sulla via da seguire per l’attuazione del pilastro attraverso la legislazione, ove necessario, nel pieno rispetto delle competenze degli Stati membri e tenendo conto della diversità delle rispettive situazioni.

  • Verifica dei progressi

    Verifica dei progressi

    L'attuazione del pilastro si avvarrà anche di un quadro di valutazione online per monitorare le tendenze e le prestazioni a livello sociale in tutti i paesi dell’UE.

  • Futuro dell’Europa sociale

    Futuro dell’Europa sociale

    La discussione sulla dimensione sociale dell’Europa rientra nel più vasto dibattito sul Libro bianco della Commissione sul futuro dell’Europa. In tale contesto, la Commissione ha pubblicato un documento di riflessione sulla dimensione sociale dell’Europa, che si concentra sulle prossime trasformazioni della società e del mondo del lavoro in Europa, e delinea al tempo stesso una serie di opzioni per la nostra risposta collettiva.