Percorso di navigazione

Additional tools

Air

Elenco dei vettori aerei soggetti a divieto operativo nell’UE

L'Europa è ai primi posti al mondo in fatto di sicurezza aerea grazie all'attuazione efficiente di norme di elevata qualità. Lavorando in stretta collaborazione con le autorità competenti in materia di sicurezza degli Stati membri, di altri paesi e delle organizzazioni internazionali dell'aviazione, l'Unione europea si impegna a migliorare queste norme in tutto il mondo. Eppure, esistono alcune compagnie aeree che ancora operano al di sotto dei livelli minimi di sicurezza riconosciuti a livello internazionale.

Per migliorare ulteriormente la sicurezza aerea, la Commissione europea, in consultazione con le autorità competenti degli Stati membri, ha pertanto deciso di interdire il proprio spazio aereo ai vettori che sono ritenuti non sufficientemente sicuri e/o che non sono sufficientemente controllati dalle loro autorità nazionali.

Per consultare l'elenco dei vettori soggetti a divieto operativo, è possibile scaricare il documento qui di seguito (versione integrale) o effettuare una ricerca su questo sito cliccando sul pulsante "Cerca vettori interdetti".

Elenco integrale pdf - 94 KB [94 KB] български (bg)čeština (cs)dansk (da)Deutsch (de)eesti keel (et)ελληνικά (el)English (en)español (es)français (fr)hrvatski (hr)latviešu valoda (lv)lietuvių kalba (lt)magyar (hu)Malti (mt)Nederlands (nl)polski (pl)português (pt)română (ro)slovenčina (sk)slovenščina (sl)suomi (fi)svenska (sv) - aggiornato al 11/12/2014

Il primo elenco (allegato A) contiene tutti i vettori ai quali è vietato operare in Europa. Il secondo elenco (allegato B) contiene invece le compagnie che possono operare nell'UE solo a determinate condizioni. Entrambi gli elenchi sono aggiornati periodicamente e pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Prima di prendere qualsiasi iniziativa in base all'elenco, gli utenti sono invitati a consultare l'ultima versione.

Ultimo comunicato stampa: IP/14/2580, 11/12/2014

NOTA INFORMATIVA
  • L'elenco per la sicurezza dell'UE (l'"elenco comunitario dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno della Comunità") indica le compagnie aeree alle quali la Commissione europea ha deciso di applicare un divieto operativo totale o parziale nell'Unione europea per il mancato rispetto delle norme di sicurezza internazionali applicabili, ai sensi del regolamento (CE) n. 2111/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 dicembre 2005, relativo all’istituzione di un elenco comunitario di vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno della Comunità e alle informazioni da fornire ai passeggeri del trasporto aereo sull’identità del vettore aereo effettivo, e sulla base del parere del comitato per la sicurezza aerea dell'Unione europea.
  • L'identità esatta di tutti i vettori che figurano nell'elenco è stata verificata con estrema cura, anche inserendo il codice unico specifico (se disponibile) costituito da lettere assegnato a ogni compagnia aerea dall'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (ICAO), lo Stato di certificazione e il numero del certificato (o della licenza operativa) dell'operatore aereo.
  • Nonostante tutto, non è stato possibile effettuare una verifica completa di tutti i dati, a causa ad es. della mancanza di informazioni su vettori aerei che possono operare ai limiti o addirittura al di fuori del regime riconosciuto dell'aviazione internazionale. Non si può quindi escludere che siano inclusi vettori che non sono soggetti a divieto ma che operano con lo stesso nome commerciale di una compagnia aerea inserita nell'elenco per la sicurezza dell'UE.
  • Inoltre, la Commissione non conosce necessariamente il nome e gli altri dati di ogni vettore certificato da un paese di cui tutti i vettori sono soggetti a un divieto operativo. Anche se il nome del vettore, non noto alla Commissione, non figura nell'elenco per la sicurezza dell'UE, la compagnia è in ogni caso interdetta dall'effettuare operazioni nell'Unione europea a causa del divieto su tutte le compagnie registrate in quel determinato paese.
  • I vettori aerei soggetti a un divieto operativo potrebbero essere autorizzati a operare nell'Unione europea, se prendono in leasing un velivolo con equipaggio (wet lease) presso un vettore che non è soggetto a un divieto operativo, purché siano rispettate le pertinenti norme di sicurezza. Il velivolo utilizzato per le operazioni potrebbe avere lo stesso nome commerciale della flotta del vettore interdetto.

Clausola di esclusione di responsabilità

  • La presente nota ha carattere esclusivamente informativo e non ha effetti giuridici vincolanti. In ogni caso, spetta in ultima istanza alla Corte di giustizia dell'Unione europea interpretare la legislazione dell'Unione.
  • La Commissione europea non garantisce la correttezza delle informazioni fornite mediante questa applicazione web né si assume alcuna responsabilità per eventuali danni risultanti dall'utilizzo dell'applicazione.
  • L'unica versione facente fede dell'elenco per la sicurezza dell'UE è quella allegata all'ultimo regolamento di esecuzione applicabile della Commissione recante modifica del regolamento (CE) n. 474/2006 che istituisce un elenco comunitario dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo all’interno della Comunità, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.