Qual è il ruolo dell'UE?

L'UE vuole incoraggiare i giovani a collaborare con regioni esterne all'Europa e a partecipare maggiormente ai processi politici mondiali su temi come i cambiamenti climatici, gli obiettivi di sviluppo dl millennio dell'ONU, i diritti umani, ecc.

In particolare, si propone di:

  • sensibilizzare i giovani ai temi globali
  • offrire ai giovani la possibilità di avere sui temi globali uno scambio di opinioni con i responsabili politici
  • favorire la comprensione reciproca tra i giovani di tutto il mondo attraverso il dialogo
  • incoraggiare i giovani a partecipare a progetti ecologici di volontariato ("volontariato verde") e ad adottare comportamenti rispettosi dell'ambiente (riciclaggio, risparmio energetico, uso di veicoli ibridi, ecc.)
  • promuovere le opportunità imprenditoriali, occupazionali, educative e di volontariato in ambito extraeuropeo
  • promuovere la collaborazione e gli scambi tra operatori giovanili di diversi continenti
  • incoraggiare i giovani a partecipare ad attività di volontariato in paesi in via di sviluppo o a svolgere attività di cooperazione allo sviluppo nel proprio paese.
Quali sono le misure concrete?

In particolare, la Commissione persegue tali obiettivi mediante:

  • progetti Erasmus+ che sostengono la mobilità internazionale dei giovani e degli operatori giovanili, nonché la collaborazione internazionale delle organizzazioni giovanili. I progetti promuovono la cittadinanza attiva dei giovani e le loro prospettive di lavoro mediante una didattica e un apprendimento non tradizionali, contribuiscono alla qualità e al riconoscimento dell'animazione socioeducativa e alle competenze delle organizzazioni giovanili e di altri soggetti interessati
  • una maggiore collaborazione con paesi partner che confinano con l'UE tramite: la "Finestra Gioventù del partenariato orientale", che rafforza la collaborazione con Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina, e la "Finestra Gioventù dei Balcani occidentali", che promuove la collaborazione con Albania, Bosnia-Erzegovina, Kossovo, Montenegro e Serbia
  • la partnership per la gioventù UE-Consiglio d'Europa – un convegno annuale di responsabili politici, ricercatori, operatori giovanili e giovani dell'Europa sudorientale, orientale, del Caucaso e del Mediterraneo meridionale
  • eventi bilaterali tra l'UE e i paesi non europei per promuovere il dialogo interculturale e la comprensione tra i giovani.

Il "dialogo interpersonale ad alto livello UE-Cina", avviato nel 2012, ha prodotto una serie di progetti comuni tra organizzazioni giovanili che vertono su temi d'interesse comune, come le prospettive di lavoro e lo spirito imprenditoriale dei giovani, la partecipazione dei giovani alla società e le attività di volontariato. Inoltre, in Europa e in Cina hanno avuto luogo eventi specifici sullo sviluppo dell'animazione socioeducativa e l'imprenditorialità giovanile. Nella seconda riunione del dialogo del 2014 è stato deciso di proseguire tali attività negli anni a venire. 

Per saperne di più

Per saperne di più