L'apprendimento reciproco tra gli Stati membri, la Commissione europea e i soggetti interessati è indispensabile per far progredire la politica a favore dei giovani sia nei singoli ambiti che a livello intersettoriale.

Oltre ai gruppi di esperti, che elaborano orientamenti strategici, definiscono modalità concrete e condividono buone pratiche, la strategia dell'UE per la gioventù 2019-2027 offre nuovi strumenti per l'apprendimento reciproco, quali valutazioni e consulenze tra pari, forum ad alto livello, analisi e studi. Le priorità della strategia dell'UE vengono perseguite nell'ambito di piani di lavoro triennali.

Il piano di lavoro dell'UE per la gioventù 2019-2021 prevede indicativamente le seguenti attività:

  • gruppo di esperti sugli indicatori
  • gruppo di esperti sulla solidarietà transfrontaliera
  • attività di apprendimento tra pari sugli approcci intersettoriali nell'animazione socioeducativa
  • studio volto a proporre un insieme di strumenti per le politiche locali a favore dei giovani
  • gruppo di esperti su un approccio alle politiche per la gioventù basato sui diritti
  • attività di apprendimento tra pari sulla governance e la partecipazione a più livelli
  • esercizio di apprendimento tra pari sull'animazione socioeducativa digitale
  • attività di apprendimento tra pari sulle attività di solidarietà nazionali
  • attività di apprendimento tra pari sulle modalità innovative di finanziamento dell'animazione socioeducativa.