Skip to main content
European Commission logo

Sei città europee si preparano per un futuro più circolare

Molte città europee intendono diventare davvero circolari non solo riciclando il 100 % delle risorse dai materiali di scarto, ma anche mutando le loro modalità di produzione e ottimizzando il flusso di materiali. Il progetto REFLOW, finanziato dall’UE, ha sviluppato strumenti innovativi e linee guida per contribuire a questo obiettivo. Il lavoro favorirà città più verdi a beneficio dei cittadini.

Add to pdf basket

Una serie di strumenti intesi a individuare le migliori soluzioni basate sulla natura per specifiche sfide ambientali

Con interventi quali tetti verdi e ripristino dei corsi d’acqua è possibile affrontare importanti questioni ambientali. Il progetto ReNature, finanziato dall’UE, ha sviluppato una serie di strumenti che aiuta ricercatori, urbanisti e non solo a trovare le migliori soluzioni basate sulla natura, in vista degli obiettivi climatici dell’UE e per regalare ai cittadini europei città più verdi.

Add to pdf basket

Catalizzare il settore della chimica verde in tutta Europa

La bioeconomia porterà nuove opportunità di lavoro sostenibile per i cittadini di tutta Europa. Tuttavia, alcune regioni hanno poca esperienza o conoscenza in merito a come abbandonare i combustibili fossili. Il progetto POWER4BIO, finanziato dall’UE, aiuta a condividere le migliori pratiche e fornisce una guida per garantire che nessuna regione europea sia lasciata indietro.

Add to pdf basket

I ricercatori si rivolgono alla natura per la costruzione di dispositivi elettronici più efficienti

Quando si tratta di convertire la luce in energia, nessuno lo fa meglio della natura. Studiando il funzionamento di questo processo naturale, un gruppo di ricercatori finanziati dall’UE spera di creare nuovi metodi e strumenti per riprodurlo in laboratorio. Se avrà successo, questo lavoro potrebbe aprire le porte a dispositivi elettronici e fotovoltaici più efficienti a livello energetico.

Add to pdf basket

Più robusti, veloci, forti e migliori: compositi più puliti per auto più verdi

I materiali leggeri riducono l’impronta di carbonio del settore dei trasporti, ma ciò è inutile se la loro produzione è inefficiente. Il progetto RECOTRANS, finanziato dall’UE, ha creato un processo inedito per produrre componenti compositi leggeri per auto, treni e camion. Innovazioni del genere fanno sì che l’UE raggiunga i suoi obiettivi climatici, per un ambiente sano per tutti e tutte.

Add to pdf basket

Aiutare i gestori di terreni a comprendere i dati di telerilevamento

La quantità di dati ambientali a uso degli organi decisionali può risultare soverchiante. LANDSUPPORT, finanziato dall’UE, ha creato un’intuitiva piattaforma online costituita da modelli all’avanguardia e dati da satelliti, droni e telerilevamento che consentirà ad agricoltori, decisori politici e cittadini di trovare facilmente le informazioni necessarie e di compiere scelte ambientali informate.

Add to pdf basket

Ridurre la distanza dal produttore al consumatore

Non è facile trovare dei progetti che avvicinano i produttori e i consumatori di prodotti alimentari. Il progetto SKIN, finanziato dall’UE, ha riunito partner provenienti da tutta Europa per condividere le conoscenze. Del riavvicinamento dei due estremi della filiera alimentare beneficiano agricoltori e cittadini dell’UE, migliorando le risorse locali e proteggendo anche l’ambiente.

Add to pdf basket

Estrarre valore dai rifiuti per fornire prodotti finali di qualità

Troppo spesso i rifiuti finiscono in discarica o negli inceneritori, perciò il progetto DAFIA, finanziato dall’UE, ha esplorato i modi per convertire i rifiuti in ingredienti per realizzare prodotti finali di alta gamma. Il recupero di composti preziosi dai flussi di rifiuti sta contribuendo all’abbandono dei combustibili fossili da parte dell’UE, a beneficio di industria, ambiente e cittadini.

Add to pdf basket

Le fabbriche di funghi che coltivano biocomposti di nuova generazione

L’Europa si sta allontanando da un’economia basata sui combustibili fossili. Il progetto FALCON, finanziato dall’UE, ha raggiunto un punto di svolta grazie a composti biocompatibili che convertono gli scarti vegetali in sostanze chimiche essenziali. Ciò offre ai cittadini un futuro più verde e maggiormente sostenibile a livello economico.

Add to pdf basket