Skip to main content
European Commission logo

All success stories in Italian

Dividi e conquista: nuovi farmaci dalla moltiplicazione cellulare

La divisione cellulare è fondamentale per la vita, ma non è ben compresa. Il progetto ACTOMYOSIN RING, finanziato dall’UE, soffermandosi sulla costruzione pezzo dopo pezzo, ha scoperto ulteriori informazioni sul complesso anello di proteine che traina questo processo. La ricerca offre nuove opzioni per trattamenti contro centinaia di condizioni patologiche, tra cui la cardiopatia.

Add to pdf basket

Materiali quantistici inediti controllano il suono offrendo mantelli di invisibilità acustica

Un gruppo di scienziati si adopera per comprendere proprietà essenziali inedite del suono allo scopo di migliorare le tecnologie acustiche. Il progetto PHONOMETA, finanziato dall’UE, si è avvalso della fisica quantistica per creare una nuova classe di materiali mesoscopici acustici. La ricerca potrebbe approfondire la comprensione del suono e condurre a nuove tecniche di mimetizzazione.

Add to pdf basket

Una serie di strumenti intesi a individuare le migliori soluzioni basate sulla natura per specifiche sfide ambientali

Con interventi quali tetti verdi e ripristino dei corsi d’acqua è possibile affrontare importanti questioni ambientali. Il progetto ReNature, finanziato dall’UE, ha sviluppato una serie di strumenti che aiuta ricercatori, urbanisti e non solo a trovare le migliori soluzioni basate sulla natura, in vista degli obiettivi climatici dell’UE e per regalare ai cittadini europei città più verdi.

Add to pdf basket

Una valuta digitale verde costruita sulla fiducia

Dall’enorme impronta di carbonio che presentano alla loro complessa e costosa applicazione, le criptovalute come il bitcoin sono afflitte da molti problemi. Il progetto AT2, finanziato dall’UE, adotta un nuovo approccio minimalista ai pagamenti decentrati. Il risultato è una nuova classe di algoritmi blockchain che potrebbe offrire ai cittadini un sistema di pagamento semplificato e più pulito.

Add to pdf basket

Stampi su nanoscala per individuare gli zuccheri spia che indicano malattie oncologiche, cardiache e cerebrali

Le modifiche apportate agli zuccheri legati alle proteine sono state associate a una vasta gamma di malattie umane, ma mancano gli strumenti necessari per rilevare questo fenomeno. Il progetto GLYCOSURF, finanziato dall’UE, ha sviluppato un nuovo test in grado di individuare queste variazioni di lieve entità, fornendo una tecnica solida e affidabile per effettuare diagnosi precoci.

Add to pdf basket

Nuovi strumenti per testare l’IA delle automobili

Gli avanzati software dei nuovi veicoli devono reagire in pochi millisecondi, ma non vi sono strumenti per convalidarne la reattività. Il progetto MASTECS, finanziato dall’UE, ha ideato una tecnologia di convalida innovativa che valuta la rapidità di software su processori complessi preparandoli agli usi commerciali. La soluzione potrebbe rendere auto e aeromobili più ecocompatibili e sicuri.

Add to pdf basket

Un piano per raggiungere la parità di genere nel sistema di ricerca e innovazione

Nonostante la lunga storia di conquiste scientifiche, le donne sono sottorappresentate nella ricerca scientifica e nel mondo accademico. Il progetto SUPERA, finanziato dall’UE, ha promosso piani per la parità di genere per combattere le disuguaglianze, gli stereotipi e la discriminazione che comportano questa situazione. Diverse istituzioni hanno perciò già iniziato a colmare il divario di genere.

Add to pdf basket

Catalizzare il settore della chimica verde in tutta Europa

La bioeconomia porterà nuove opportunità di lavoro sostenibile per i cittadini di tutta Europa. Tuttavia, alcune regioni hanno poca esperienza o conoscenza in merito a come abbandonare i combustibili fossili. Il progetto POWER4BIO, finanziato dall’UE, aiuta a condividere le migliori pratiche e fornisce una guida per garantire che nessuna regione europea sia lasciata indietro.

Add to pdf basket

I ricercatori si rivolgono alla natura per la costruzione di dispositivi elettronici più efficienti

Quando si tratta di convertire la luce in energia, nessuno lo fa meglio della natura. Studiando il funzionamento di questo processo naturale, un gruppo di ricercatori finanziati dall’UE spera di creare nuovi metodi e strumenti per riprodurlo in laboratorio. Se avrà successo, questo lavoro potrebbe aprire le porte a dispositivi elettronici e fotovoltaici più efficienti a livello energetico.

Add to pdf basket