Progressi nell'integrazione dei Rom

I punti cardine del progetto sono le campagne per migliorare l'accesso all'istruzione e le prospettive di lavoro autonomo per la comunità Rom ed per eliminare la discriminazione.

Altri strumenti

 

Dal dialogo interculturale alle partite di cacio, gli eventi organizzati dalla Fondazione SPOLU stanno contribuendo ad abbattere le barriere della diseguaglianza e a integrare questa comunità marginalizzata nella società.

Sguardo fisso sugli obiettivi

Il progetto pilota dell'UE "Metodi pan-europei per la coordinazione dell'integrazione della comunità Rom - Inclusione dei Rom" ha fissato obiettivi chiari fin dal suo avvio, ovvero migliorare l'accesso per i bambini Rom a un'istruzione e un'assistenza infantili di qualità, aiutare i membri di tale comunità a lavorare in proprio offrendo un accesso più semplice ai finanziamenti per le comunità marginalizzate, combattere la discriminazione del popolo Rom mediante campagne di sensibilizzazione e migliorare i metodi di valutazione di progetti e programmi aventi come obiettivo l'integrazione dei Rom.

Cambiamento e uguaglianza

La campagna SPOLU "Unisciti a noi e sii il cambiamento" e la campagna REACT "Rendiamo l'Europa un posto migliore per i Rom" sono ottimi esempi degli sforzi intrapresi per raggiungere gli obiettivi citati nel titolo. Le campagne trasmettono messaggi vitali e prevedono una serie di attività incentrate su livelli differenti di cambiamento dell'atteggiamento e del comportamento. Esse mirano a migliorare l'immagine dei Rom in Europa e a chiedere la loro inclusione nella società in paesi e con metodi diversi. Un profondo cambio di comportamento è la chiave di volta, sia tra i cittadini Rom che non.

Risolvere i problemi dalla radice

Ai fini di questo progetto, le campagne erano inizialmente incentrate sull'attirare l'attenzione e schierarsi contro il razzismo in Italia e Romania avvalendosi dei mezzi offerti dai mass media nello sport e nel cinema e delle celebrità (Rom e non) con lo scopo di avere un grande impatto in Europa. Un evento che ha riscosso un grande successo di pubblico è stata una partita amichevole di calcio tra Italia e Romania giocata nel 2010. Le persone raggiunte sul luogo e all'estero sono state moltissime grazie alla popolarità di cui gode questo sport. Il focus del progetto si poi spostato sugli atteggiamenti di comprensione e cambiamento con l'ausilio di campagne locali e regionali e con il coinvolgimento attivo dei gruppi Rom. Uno degli elementi cruciali è il dialogo interculturale in paesi come la Romania, l'Italia, la Bulgaria e l'Albania. Lanciando discussioni e fornendo opportunità per uno scambio di vedute, aspirazioni e sfide, il progetto e le sue campagne stanno aiutando ad affrontare e risolvere la marginalizzazione che è alla base dei problemi che esistono da molti anni.


Data proposta

21/02/2011