EI - la spinta dell'efficienza energetica regionale stimola il settore delle rinnovabili e crea posti di lavoro

Un progetto transfrontaliero in Italia e Svizzera fondato sul sostegno dei cittadini per identificare modi economicamente efficienti di raggiungere l'efficienza energetica a beneficio delle comunità locali.

Altri strumenti

 
Voltaggio  40 kW PV centrale elettrica © SPES Consulting Voltaggio 40 kW PV centrale elettrica © SPES Consulting

" Questo progetto ha fornito sostegno intelligente e assistenza tecnica indipendente a oltre 70 comuni italiani e svizzeri. Abbiamo aiutato a identificare le soluzioni più idonee per migliorare l'efficienza energetica, potenziare lo sfruttamento delle energie rinnovabili e suggerire i migliori percorsi di attuazione attraverso l'accesso ai finanziamenti statali o regionali o, nella maggior parte dei casi, attraverso il coinvolgimento di operatori privati. "

Adriano Pessina, SPES Consulting

L’obiettivo principale di questo progetto era di sostenere le amministrazioni pubbliche locali nel ridurre i consumi energetici e promuovere l’uso di fonti di energia rinnovabili. Sono stati identificati gli strumenti applicabili alle regioni sia italiane che svizzere, nonché i metodi per sensibilizzare i cittadini.

Migliorare l'efficienza energetica regionale 

Le misure sono state attuate in oltre 50 comuni del Piemonte. Ad esempio, in sette comuni sono stati introdotti alcuni progetti di miglioramento dell'efficienza dell’illuminazione pubblica, mentre in cinque edifici pubblici sono state sostituite le caldaie. In sei comuni è stata raggiunta l’efficienza energetica negli edifici pubblici, mentre due comuni hanno installato sistemi di cogenerazione nelle piscine.

Al progetto hanno preso parte circa 10 comuni tra il Piemonte e la provincia autonoma di Bolzano. In quattro comuni è stata eseguita un’analisi energetica degli edifici pubblici mentre le città di San Martino in Passiria e Naturno sono state certificate «European Energy Award» (sistema di certificazione energetica europeo). Dall'altra parte del confine con la Svizzera, 4 comuni del Canton Ticino hanno studiato la possibilità di realizzare un piano energetico intercomunale che coprirebbe oltre 34 600 abitanti. 

Coinvolgimento dei cittadini 

Nei comuni piemontesi, 20 incontri informativi hanno visto la partecipazione di un totale di 400 persone. Questi incontri hanno affrontato i vantaggi economici e ambientali dell'energia fotovoltaica e hanno offerto una consulenza gratuita sugli impianti. Altri incontri sono stati organizzati per discutere di misure di risparmio energetico in ambito domestico. Inoltre dieci scuole hanno partecipato a corsi di formazione sull'efficienza energetica, che hanno fornito spunti di attività in classe. 

A Bolzano è stato lanciato un concorso sul risparmio energetico scolastico ed è stato organizzato un incontro serale dedicato ai cambiamenti climatici, mentre nel Canton Ticino è nato un gruppo d’acquisto per impianti fotovoltaici solari che ha portato a diverse installazioni. È stato anche creato un gruppo di acquisto di solare termico che ha coinvolto 74 famiglie.

Benefici a lungo termine 

Questo progetto ha avuto un impatto positivo sull'occupazione e ha contribuito a stimolare le PMI che forniscono energia rinnovabile nella regione. Il consorzio stima che sono stati creati circa 100 posti di lavoro direttamente durante la realizzazione del progetto, mentre circa 20 posti di lavoro sono stati creati dopo il suo completamento. Sono state inoltre avviate diverse gare d'appalto per impianti di energia rinnovabile. Il risultato è stato un aumento della capacità di produzione di energia rinnovabile, contribuendo a ridurre le emissioni di CO2 nel lungo termine.  Anche l'attività di pianificazione nel Canton Ticino e la certificazione European Energy Award riusciranno probabilmente a moltiplicare gli effetti nei prossimi anni.

Investimento totale e finanziamento dell'UE 

L’investimento totale per il progetto «Innovazione energetica: strumenti e azioni per realizzare interventi di efficienza energetica e per promuovere le energie rinnovabili» è di 881 820 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale dell'UE di  507 675 EUR, attraverso il programma operativo «Italia-Svizzera» per il periodo di programmazione 2007-2013.

Data proposta

09/11/2016