OIS-AIR: realizzazione di una rete transnazionale per l’innovazione nella regione adriatica e ionica

Attraverso una collaborazione internazionale che ha coinvolto sei paesi, questo progetto a finanziamento UE si è prefisso l’obiettivo di creare una rete transnazionale permanente per incentivare l’innovazione, accrescere la competitività e la crescita economica della regione e dare impulso al suo interesse per le attività di ricerca e sviluppo. Il progetto lega i centri d’innovazione alle PMI, agli istituti di ricerca e ad altri soggetti interessati della regione.

Altri strumenti

 
The OIS_AIR project has set out to create a permanent transnational network to foster innovation and boost economic growth. ©Creative Commons The OIS_AIR project has set out to create a permanent transnational network to foster innovation and boost economic growth. ©Creative Commons

" L’apertura alla collaborazione internazionale con centri d’eccellenza nella ricerca e nell’innovazione della zona adriatica e ionica, nonché dei Balcani occidentali, è una priorità strategica per l’Area Science Park e il nostro sistema d’innovazione regionale nella sua interezza, se desideriamo essere concorrenziali e attraenti su scala macroregionale e oltre. "

Sergio Paoletti, presidente di Area Science Park

A livello locale, hanno riunito le loro forze sette centri d’innovazione in tutta la regione e i partner istituzionali sostenitori per individuare delle PMI con iniziative e opportunità promettenti. Su scala transnazionale, è stato costituito un apposito polo online che funge da ambiente virtuale per coordinare la rete OIS-AIR di partner e soggetti interessati. Attraverso il polo, i risultati delle ricerche sono convalidati e abbinati ai servizi prestati dalle PMI della regione.

Il polo funziona come un mercato di scambi transnazionali di conoscenze, tecnologia e innovazione. Riunendo le forze locali in una rete transnazionale, OIS-AIR sta tessendo legami duraturi tra le imprese, i centri di ricerca e sviluppo (R&S) e le infrastrutture di ricerca al fine di trasformare la ricerca convalidata in affari.

Finanziamento all’innovazione dalle fondamenta

OIS-AIR aiuta le PMI ad elaborare i loro progetti con un apposito processo di finanziamento fondato sulla dimostrazione dei concetti. I progetti promettenti ed innovativi elaborati insieme dagli istituti di ricerca e dalle PMI della regione ricevono un buono per l’innovazione del valore di 18 500 EUR a progetto. 

Il progetto ha dato continuo impulso alla ricerca e all’innovazione a livello internazionale, organizzando discussioni con i responsabili politici e avviando collaborazioni tra le istituzioni, i settori economici e le università. Le aziende e le PMI coinvolte hanno tratto vantaggi da questo scambio di conoscenze, competenze e ricerca.

OIS-AIR ha definito quattro ambiti promettenti di futuro sviluppo, ciascuno dei quali caratterizza i vantaggi della regione in termini competitivi: i trasporti e la mobilità, l’agro-bioeconomia, l’energia e l’ambiente. Le PMI operative in questi settori possono accedere alla rete internazionale di infrastrutture e strumenti di ricerca creata dal progetto per accrescere i loro investimenti sulla ricerca e l’innovazione (R&I).

Istituti di ricerca e partner italiani, sloveni, serbi, greci, croati e albanesi hanno collaborato per individuare e definire la prima strategia di specializzazione intelligente macroregionale per la regione. 

Bassi investimenti sulla R&S, scarsa tutela della proprietà intellettuale e sottosviluppo del trasferimento di tecnologie hanno impedito alla regione adriatica e ionica di svilupparsi nel campo delle specializzazioni intelligenti. Su questo sfondo è stato costituito il progetto OIS-AIR al fine di potenziare e consolidare lo sviluppo delle attività industriali e imprenditoriali nei settori della R&I e della R&S.

 

Investimento totale e finanziamento dell’UE

L’investimento totale per il progetto «OIS_AIR - Creazione dell’Open Innovation System adriatico-ionico» è di 1 563 496 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo dello strumento di preadesione IPA II di 1 328 971 EUR attraverso il programma operativo «Interreg V-B Adriatic-Ionian» per il periodo di programmazione 2014-2020. L'investimento rientra nella priorità «Regione innovativa e intelligente».