La regione Abruzzo preserva aree marine uniche per le generazioni a venire

Per trasformare l’area marina protetta (AMP) di Torre del Cerrano in una meta turistica sostenibile, questo progetto finanziato dall’UE ha migliorato l’infrastruttura del parco, aggiunto componenti educative e attuato azioni di conservazione.

Altri strumenti

 
The Torre del Cerrano Marine Protected Area. ©Giunta regionale dell'abruzzo/Luigi Filice 2019 The Torre del Cerrano Marine Protected Area. ©Giunta regionale dell'abruzzo/Luigi Filice 2019

" Questo progetto contribuisce a sostenere i delicati ecosistemi e la biodiversità delle nostre zone, educando sia i turisti che la popolazione locale. "

Fabio Vallarola, Direttore dell’AMP di Torre del Cerrano

L’AMP in Abruzzo è una meta popolare per turisti e locali. Con i suoi 7 km di coste immacolate, l’area protegge più di tre miglia nautiche di mare, una duna sabbiosa e la foce del fiume Calvano.

Ospitando flora e fauna, sia terrestre che marina, Torre del Cerrano è un delicato ecosistema che necessita di protezione. Ciò è particolarmente vero considerando la crescente pressione causata dal cambiamento climatico e dal turismo di massa.

Per contribuire, questo progetto finanziato dall’UE ha promosso una ricerca scientifica su come questi aspetti condizionino l’AMP e, sulla base delle conclusioni, come assicurare che sia meglio preservato per le generazioni future. Nel contempo, il progetto ha migliorato l’infrastruttura e i servizi per istruire i visitatori sulle migliori pratiche di turismo sostenibile.

Un partenariato pubblico-privato 

Unendo le parti interessate pubbliche e private, il progetto ha rivitalizzato le dune dell’AMP e il «Giardino mediterraneo». È stata migliorata l’accessibilità e la preservazione della pineta, un ambiente unico all’interno del parco e un’importante simbolo dell’identità culturale dell’area.

Per migliorare il senso di responsabilità del pubblico nei confronti di ambiente, cultura e tradizioni locali, il progetto ha potenziato le informazioni turistiche e il sistema di benvenuto, nonché installato un punto informativo interattivo. Uno degli elementi salienti del progetto è stata l’apertura della Biblioteca del Mare e del Museo del Mare, un centro di apprendimento pratico unico sulla vita marina locale.

Turismo sostenibile 

Grazie al lavoro del progetto, l’AMP è ora più conosciuta. Nel 2017, i visitatori sono stati 4 968 e nel 2018 il numero è salito a 5 619. Grazie al focus del progetto sulla sostenibilità, i turisti potranno continuare a godere della magia dell’area per le generazioni a venire.

 

Investimento totale e finanziamento dell’UE

L’investimento totale per il progetto «DIPINTO Cerrano Dune, Informazione e PINete a TOrre Cerrano» è di 375 000 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale pari a 300 000 EUR, attraverso il programma operativo «Abruzzo» per il periodo di programmazione 2014-2020. L’investimento rientra nella priorità «Unione in materia di energia e clima».