Migliorare il flusso transfrontaliero di merci via terra e via mare

Guidato dall’Iniziativa centroeuropea, una delle più grandi organizzazioni di cooperazione regionale dell’Europa centrale, orientale e meridionale, il progetto ADRIPASS sta migliorando e razionalizzando l’efficienza e la capacità di pianificazione dei flussi di trasporto merci marittimi e interni nella regione adriatica e ionica (ADRION).

Altri strumenti

 
The project is improving cross-border freight flows in the Adriatic and Ionian region ©ADRIPASS The project is improving cross-border freight flows in the Adriatic and Ionian region ©ADRIPASS

" Il progetto ADRIPASS ha definito i punti nodali di interesse, quali porti, strutture intermodali e valichi di frontiera, lungo i corridoi della regione ADRION attraverso lo studio e lo sviluppo di strumenti di raccolta dati. È stata costituita una banca dati integrata che è stata usata per la preparazione di un’analisi preliminare dei corridoi; nella sua versione definitiva, costituirà la base per la definizione di un piano d’azione transnazionale per migliorare le operazioni di trasporto multimodale. "

Paolo Dileno, responsabile del progetto ADRIPASS, Iniziativa centroeuropea - Segreteria esecutiva

ADRIPASS ha l’obiettivo di analizzare, valutare e risolvere qualsiasi strozzatura fisica e non fisica delle infrastrutture di trasporto merci che la regione ADRION e, in particolare, i Balcani occidentali si trovano attualmente ad affrontare. L’obiettivo del progetto è stabilire una strategia transnazionale per l’efficienza e la competitività del trasporto multimodale nella regione.

Dall’alto verso il basso, dal fronte alle retrovie

Gli attori del settore dei trasporti quali terminal portuali e operatori logistici, spedizionieri e imprese ferroviarie si trovano ad affrontare le stesse sfide dei responsabili politici europei. Per questo motivo, ADRIPASS combina un approccio dal basso verso l’alto e uno dall’alto verso il basso e coinvolge tutte le parti interessate nel processo.

Il progetto prende in considerazione le esigenze dei territori coinvolti come base per qualsiasi azione politica proposta, facendo allo stesso tempo affidamento su tali azioni per attuare misure di facilitazione del trasporto a breve e lungo termine nella regione. Questo approccio sistematico dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso sta migliorando le capacità di pianificazione di tutti i soggetti coinvolti, dal punto di vista sia strategico che operativo. Inoltre, la collaborazione multilivello e multidisciplinare del progetto sta anche rafforzando l’accessibilità complessiva della regione al trasporto multimodale e l’efficienza della rete.

Affrontare gli ostacoli attraverso le TIC

Anche se ADRIPASS mira a razionalizzare i flussi di merci in tutta la regione, il progetto si concentra in modo particolare sui corridoi dei Balcani occidentali, dove i valichi di frontiera sono una questione rilevante. Per ottenere un flusso più razionalizzato ed efficiente in questi punti, sono attualmente in fase di sperimentazione diverse nuove soluzioni di TIC specifiche nei porti interessati.

Ad esempio, il progetto sostiene l’aggiornamento degli attuali sistemi delle comunità portuali, non solo per migliorare l’efficienza della comunicazione e del coordinamento a livello locale, ma anche per condividere le informazioni con le parti interessate dell’intera catena logistica. Di conseguenza, sono stati individuati i requisiti chiave e le specifiche tecniche relativi all’aggiornamento, la cui sperimentazione è a buon punto.

Individuare gli ostacoli, migliorare i flussi

I partner del progetto si sono inoltre concentrati sull’identificazione e l’analisi di eventuali problemi esistenti affrontando un’intensa fase di raccolta dati. Sulla base di ricerche e indagini dirette condotte ai valichi di frontiera e presso i nodi logistici marittimi e interni, il progetto è stato in grado di individuare gli ostacoli cruciali nella regione.

Ciò ha portato all’elaborazione di una relazione intermedia che fornisce una prima analisi dei corridoi e suggerimenti su come migliorare i flussi di merci. Una relazione finale che illustra le misure prioritarie e il loro impattoi previstoi sarà pubblicata nel maggio 2019, seguita da un piano d’azione transnazionale pratico a luglio.

Investimento totale e finanziamento dell’UE

L’investimento totale per il progetto «ADRIPASS – Integrazione dei collegamenti multimodali nella regione adriatica e ionica» è di  462 373 EUR, con un contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’UE di 1 243 017 EUR attraverso il programma operativo «Interreg V-B Adriatic-Ionian» per il periodo di programmazione 2014-2020. L’investimento rientra nella priorità «Occupazione, crescita e investimenti».