Guardiani dell'«energia intelligente» a scuola

Le scuole dell'Europa centrale stanno imparando l'importanza del risparmio energetico grazie a un progetto sostenuto dall'UE che ha ideato una serie di programmi educativi, strumenti di «energia intelligente» e un innovativo programma per i «guardiani dell'energia» che incoraggia alunni e insegnanti a essere d'esempio nella conservazione dell'ambiente, ma anche riguardo ai costi della scuola.

Altri strumenti

 
Awareness-raising and behaviour change are key tools in the ENERGY@SCHOOL programme.  ©Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Italy Awareness-raising and behaviour change are key tools in the ENERGY@SCHOOL programme. ©Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Italy

" L'idea chiave innovativa è migliorare l'efficienza energetica nelle scuole creando i guardiani dell'energia, per coinvolgere studenti, insegnanti, personale scolastico ed esperti nella creazione di scuole attente all' "

Rita Ricci, Responsabile di progetto, Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Il settore dell'edilizia in Europa è particolarmente aperto all'ottimizzazione energetica. Le scuole, in particolare, non sono generalmente utenti efficienti dell'energia e fanno impennare i costi. Per ridurne l'impronta di carbonio e le spese sono necessarie misure per l'efficienza energetica e fonti di energia rinnovabili, soprattutto nelle scuole costruite decenni fa' e nelle regioni dove si è investito di meno.

ENERGY@SCHOOL aiuta il settore pubblico ad attuare piani d'azione e progetti pilota di «energia intelligente» in oltre 40 scuole primarie e secondarie. L'approccio integrato educa e forma il personale e gli alunni delle scuole a diventare guardiani dell'energia senior e junior. 

Impegno attivo

Il coinvolgimento attivo di tutte le parti è la chiave del successo del programma. Le scuole di sette paesi dell'Europa centrale stanno scoprendo modi di gestire e risparmiare energia attraverso dimostrazioni, azioni di formazione e app sviluppate nel quadro del progetto, con l'obiettivo generale di incoraggiare il cambiamento a lungo termine dei comportamenti e promuovere le competenze.

Le scuole e i comuni partecipanti ricevono sostegno per sviluppare il proprio Piano di gestione intelligente dell'energia a scuola, che definisce le migliori pratiche, gli orientamenti sull'efficienza energetica, i controlli e i metodi, le azioni di finanziamento, gestione e comportamentali che i guardiani dell'energia devono compiere. 

Questi progetti pilota ispirano le strategie nazionali dei paesi coinvolti (Italia, Polonia, Croazia, Slovenia, Germania, Austria, Ungheria), che a loro volta influenzano gli sforzi per sviluppare una strategia comune per le scuole: questa mira ad aumentarne le credenziali rispetto all'energia verde. La formazione è un componente chiave del progetto e aiuta insegnanti, personale scolastico e ragazzi attraverso giochi, simulazioni e sessioni pratiche. 

...e imparare facendo

I partner svolgono visite di studio per trasmettere le migliori pratiche già in atto in alcuni comuni. Per esempio, la visita alla scuola primaria di Frana Roša in Slovenia ha mostrato cosa si può fare per migliorare l'efficienza energetica e il benessere generale anche in costruzioni di epoca comunista. 

Gli esperti hanno dimostrato, punto per punto, il risparmio in termini di costi che può derivare anche da piccoli cambiamenti nel modo in cui la scuola si occupa delle sue esigenze di riscaldamento attraverso contatori intelligenti, migliore isolamento, riscaldamento variabile, consapevolezza delle esigenze di benessere e riscaldamento negli spazi usati o vuoti. 

Gli esperti hanno scoperto che la scuola di Frana Roša è già molto consapevole dal punto di vista energetico, poiché ha recentemente avviato una campagna per promuovere una «cultura dell'energia» fra il personale e gli alunni in cui svolge un ruolo attivo anche il preside. Sono stati attivati laboratori, workshop e altre attività creative, come etichette e avvisi sull'energia, per ricordare a studenti e insegnanti di spegnere le luci ed essere consapevoli del dispendio energetico prodotto, ad esempio, dalle finestre aperte.

Investimento complessivo e finanziamento dell'UE

L'investimento totale per il progetto «Ottimizzazione energetica e cambiamento dei comportamenti nelle scuole dell'Europa centrale» è di 2 581 379 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale dell'UE di 2 127 776 EUR, attraverso il programma operativo « Interreg EUROPA CENTRALE » per il periodo di programmazione 2014-2020.