Glossario

Altri strumenti

 

    A-Z 
  • A 
  • B 
  • C 
  • D 
  • E 
  • F 
  • G 
  • I 
  • M 
  • N 
  • O 
  • P 
  • R 
  • S 
  • T 
  • U 

Condizionalità ex ante

Le condizionalità ex ante sono uno degli elementi chiave all'interno della riforma della politica di coesione per il periodo 2014-2020. Sono state introdotte dai fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) per garantire le condizioni necessarie per un utilizzo efficace ed efficiente dei fondi SIE.

Tali condizioni sono legate a:

  1. quadri politici e strategici, per assicurare che i documenti strategici a livello nazionale e regionale che sostengono gli investimenti dei fondi SIE siano di alta qualità e in linea con gli standard convenuti di comune accordo dagli Stati membri a livello dell'UE;
  2. quadri normativi, per assicurare che l'attuazione delle operazioni cofinanziate dai fondi SIE sia conforme all'acquis dell'UE; e
  3. un'opportuna capacità amministrativa e istituzionale da parte dell'amministrazione pubblica e delle parti interessate che attuano i fondi SIE.

Sono previste 7 condizionalità ex ante generali legate agli aspetti orizzontali dell'attuazione del programma e 29 condizionalità ex ante tematiche, che stabiliscono le condizioni specifiche per settore nelle rispettive aree di investimento ammissibili al sostegno nell'ambito della politica di coesione (priorità di investimento).

Nei casi in cui le condizionalità ex ante non siano state soddisfatte al momento dell'adozione del programma, sono stati definiti dei piani d'azione all'interno dei programmi operativi, che dovevano essere completati entro la fine del 2016.