Glossario

Altri strumenti

 

    A-Z 
  • A 
  • B 
  • C 
  • D 
  • E 
  • F 
  • G 
  • I 
  • M 
  • N 
  • O 
  • P 
  • R 
  • S 
  • T 
  • U 

Ammissibilità delle spese

I criteri di ammissibilità delle spese consentono di determinare se un determinato costo può essere finanziato dai Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), Fondo sociale europeo (FSE), Fondo di coesione, Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca.

Il regolamento «disposizioni comuni» (1303/2013) stabilisce i principi fondamentali che regolano l’ammissibilità delle spese a livello europeo, al fine di garantire coerenza tra le normative attuate negli Stati membri. I criteri dettagliati sono decisi a livello nazionale.

Affinché una voce di spesa sia ammissibile per il finanziamento, è necessario che essa sia pagata nel periodo di tempo che intercorre tra la presentazione dei programmi operativi alla Commissione oppure dal 1 gennaio 2014 (a seconda di quale delle due circostanze si verifichi per prima) e il 31 dicembre 2023.

Tra i costi che possono ricevere un contributo attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito di programmi riguardanti gli obiettivi della Cooperazione territoriale europea, vi sono gli oneri finanziari e i costi di garanzia, nonché le spese sostenute dalle autorità pubbliche per l’attuazione delle operazioni. La Commissione ha inoltre adottato un elenco delle voci di spesa non ammissibili per i contributi di FESR, FSE o Fondo di coesione, quali interesse sul debito e imposta sul valore aggiunto recuperabile.