Inclusione sociale

La politica di coesione dell’Unione europea sostiene l’inclusione sociale delle persone disabili, dei lavoratori più giovani e più anziani, dei lavoratori con scarse competenze, degli immigrati e delle minoranze etniche quali le popolazioni Rom, delle persone che vivono in zone svantaggiate e delle donne nel mercato del lavoro. Sostiene la strategia Europa 2020, il cui obiettivo è allontanare dal rischio di povertà almeno 20 milioni di persone.

Altri strumenti

 

L’inclusione sociale costituisce una delle undici priorità della politica di coesione per il periodo 2014-2020 («obiettivo tematico 9»).

Il Pacchetto di investimenti sociali, adottato nel 2013, delinea le riforme necessarie negli Stati membri per garantire politiche sociali più adeguate e sostenibili attraverso l’investimento nelle competenze e capacità delle persone. Contiene, inoltre, alcuni messaggi fondamentali da tenere in considerazione al momento di modernizzare le politiche sociali e di adeguarle alle nuove sfide, anche attraverso i Fondi strutturali e di investimento europei (SIE).

 

Thematic Objective 9: Social inclusion by Country for 2014-2020

Breakdown Of The Available Funds By Thematic Objective By MS For 2014-2020