Interreg : European Territorial Co-operation

European Territorial Cooperation (ETC), better known as Interreg,  is one of the two goals of cohesion policy and provides a framework for the implementation of joint actions and policy exchanges between national, regional and local actors from different Member States. The overarching objective of European Territorial Cooperation (ETC) is to promote a harmonious economic, social and territorial development of the Union as a whole. Interreg is built around three strands of cooperation: cross-border (Interreg A), transnational (Interreg B) and interregional (Interreg C).
Five programming periods of Interreg have succeeded each other:
 INTERREG I (1990-1993) -  INTERREG II (1994-1999) - INTERREG III (2000-2006) - INTERREG IV (2007-2013) - INTERREG V (2014-2020)

Altri strumenti

 

Notizie

    La Commissione europea ha approvato la riassegnazione di oltre 660 milioni di EUR dai fondi di coesione, tramite la modifica di due programmi operativi regionali (PO) in Lombardia e in Sicilia, per far fronte alla crisi del coronavirus.

    Elisa Ferreira, Commissaria per la Coesione e le riforme, ha dichiarato: "Sono felice di approvare queste modifiche dei programmi per l'Italia, uno dei paesi più colpiti dalla pandemia. L'iniziativa di investimento in risposta al coronavirus sta dando risultati positivi concreti che consentono all'Italia e ad altri Stati membri dell'UE di superare la crisi".

    La Lombardia avrà l'opportunità di rafforzare i suoi servizi sanitari con oltre 193 milioni di EUR e la resilienza delle proprie PMI con 10 milioni di EUR di capitale circolante. Il programma operativo modificato della Sicilia prevede 4,3 milioni di EUR a sostegno del settore sanitario, 320 milioni di EUR di liquidità per le PMI, 75 milioni di EUR per il settore turistico e 60 milioni di EUR per l’ammodernamento delle scuole e degli istituti di istruzione superiore.

    Gli adeguamenti dei PO porteranno inoltre temporaneamente il tasso di cofinanziamento al 100% per le azioni ammissibili, aiutando così i beneficiari a superare la mancanza di liquidità nell'attuazione dei loro progetti.

    La modifica dei programmi è possibile grazie alla flessibilità eccezionale prevista dall'iniziativa di investimento in risposta al coronavirus (CRII)Cerca le traduzioni disponibili del link precedente e dall'iniziativa di investimento in risposta al coronavirus Plus (CRII+)Cerca le traduzioni disponibili del link precedente, che consente agli Stati membri di utilizzare i fondi della politica di coesione per sostenere i settori più esposti alla pandemia.

    Un progetto finanziato dal FESR aiuta le micro e piccole imprese della filiera lattiero-casearia svizzera e italiana a realizzare prodotti più competitivi a livello internazionale, cercando al contempo di migliorare la catena di approvvigionamento.

    Il progetto è in corso di attuazione in Valle d’Aosta, in Italia, e nel Canton Vallese, in Svizzera.

    Il lavoro prevede l’analisi del quadro normativo esistente, dei metodi di gestione e delle tecnologie di trasformazione, dei prodotti e dei sottoprodotti e della catena di approvvigionamento.

    Successivamente, le aziende dell’area transfrontaliera riceveranno un supporto scientifico e tecnico per migliorare processi e logistica. Uno degli obiettivi è capire come raggruppare le spedizioni e conciliare meglio la domanda e l’offerta. In questo modo si potrebbero ridurre i costi di trasporto, la congestione, l’inquinamento acustico e atmosferico e gli incidenti.

    Le aziende del settore lattiero-caseario, agroalimentare o logistico possono offrirsi volontarie per testare e sviluppare soluzioni, avvalendosi anche di tecnologie internet di nuova generazione.

    Il FESR fornisce un finanziamento di 1 273 998 EUR, su un bilancio complessivo di 1 533 599 EUR per l’Italia e di 740 000 CHF (685 000 EUR) per la Svizzera.

    Link correlati:

    Articolo originale su www.ruminantia.it del 02/09/2020

    Progetto: https://www.progetti.interreg-italiasvizzera.eu/it/b/78/typicalp


    Foto: © iStock/branex

    L’edizione estiva della rivista Panorama, ora disponibile per essere scaricata, nel suo articolo principale illustra la risposta dell’UE nei confronti della crisi COVID-19. Analizziamo l’Iniziativa di investimento in risposta al coronavirus Plus (CRII+) nonché altri strumenti finanziari e profili di progetti che affrontano le problematiche sul campo. La sezione «Dati» espone in maniera più generale in che modo la Politica di coesione aiuta le regioni a investire nell’assistenza sanitaria.

    In questa edizione il nostro obiettivo regionale è puntato sull'Emilia-Romagna, una regione di grande tradizione storica con lo sguardo rivolto al futuro. Il presidente della regione Stefano Bonaccini ce ne parla in un’intervista esclusiva. In occasione del trentesimo anniversario di Interreg, esaminiamo il suo contributo al Green Deal mostrando un ventaglio di progetti ambientali di successo. Inoltre, diamo uno sguardo al lavoro della comunità di audit e celebriamo l’adesione della Macedonia settentrionale alla strategia dell’UE per la regione adriatica e ionica.

    La sezione «Con parole proprie» presenta un contributo da Eurocities e l’anteprima della Settimana europea delle regioni di quest’anno. La sezione dedicata ai progetti visita Belgio, Paesi Bassi, Irlanda e Regno Unito.

    Panorama 73: Emilia-Romagna in line for a smarter future

Altre notizie

Introduction

In 1990, Interreg was developed as a Community Initiative in with a budget of just EUR 1 billion covering exclusively cross-border cooperation. Later, Interreg has been extended to transnational and interregional cooperation. For 2014-2020 European territorial cooperation is one of the two goals of Cohesion Policy besides investment for Growth and Job.

Interreg evolution

The 25th anniversary of Interreg has been celebrated in 2015 with a variety of events around Europe. Over the years, Interreg has become the key instrument of the European Union to support cooperation between partners across borders. The aim: to tackle common challenges together and find shared solutions - whether in the field of health, research and education, transport or sustainable energy.

2014-2020 period – Interreg V

In accordance with the new design of the European Cohesion Policy 2014-2020 and the targets set out in Europe 2020, Interreg has significantly been reshaped to achieve greater impact and an even more effective use of the investments. Key elements of the 2014-2020 reform are:
-Concentration
-Simplification
-Results orientation
The fifth period of Interreg is based on 11 investment priorities laid down in the ERDF Regulation contributing to the delivery of the Europe 2020 strategy for smart, sustainable and inclusive growth. At least, 80% of the budget for each cooperation programme has to concentrate on a maximum of 4 thematic objectives among the eleven EU priorities:

11 priorities

The fifth programming period of Interreg has a budget of EUR 10.1 billion invested in over 100 cooperation programmes between regions and territorial, social and economic partners. This budget also includes the ERDF allocation for Member States to participate in EU external border cooperation programmes supported by other instruments (Instrument for Pre-Accession and European Neighborhood Instrument).

  • 60 Cross-border – Interreg V-A, along 38 internal EU borders. ERDF contribution: EUR 6.6 billion.
  • 15 Transnational – Interreg V-B, covering larger areas of co-operation such as the Baltic Sea, Alpine and Mediterranean regions, as well as some non-EU countries. ERDF contribution: EUR 2.1 billion.
  • The interregional co-operation programme, INTERREG Europe, and 3 networking programmes (Urbact III, Interact III and ESPON) covering all Member States of the EU, as well as Norway and Switzerland and in case of URBACT also Iceland and Lichtenstein. They provide a framework for exchanging experience between regional and local bodies in different countries. ERDF contribution: EUR 500 million.

Interreg Budget

Interreg and inter-regional cooperation 2014-2020: state of play - video recording of the briefing (07/05/2015)

2007-2013 period – Interreg IV

The forth programming period of Interreg had a total budget of EUR 8.7 billion (2, 5 % of the total 2007-13 allocation for cohesion policy). This budget includes the allocation for Member States to participate in EU external border cooperation programmes supported by other instruments (Instrument for Pre-Accession and European Neighborhood Instrument). The budget was distributed as follows:

  • 60 Cross-border – Interreg IV-A, along 38 internal EU borders. ERDF contribution: EUR 5.6 billion.
  • 13 Transnational – Interreg IV-B, covering larger areas of co-operation such as the Baltic Sea, Alpine and Mediterranean regions. ERDF contribution: EUR 1.8 billion.
  • The interregional co-operation programme (INTERREG IVC) and 3 networking programmes (Urbact II, Interact II and ESPON) cover all Member States of the EU. They provide a framework for exchanging experience between regional and local bodies in different countries. ERDF contribution: EUR 445 million.

The European Grouping of Territorial Cooperation

Meetings & Events

Interreg Annual Meeting May 22-23 2019

Interreg Annual Meeting June 18-19 2018

Interreg Annual Meeting April 26-28 2017

Interreg Annual Meeting June 6-7 2016

Interreg Annual Meeting September 15 2015

Interreg Annual Meeting May 19-20 2014

European Territorial Cooperation Annual Meeting 2013

Annual meeting of cross-border programmes 2011

Publications

European Territorial Cooperation: building bridges between people