La mia regione, la mia Europa, il nostro futuro: settima relazione sulla coesione economica, sociale e territoriale

Altri strumenti

 
Available languages : Bulgarian Czech Danish German Estonian Greek English Spanish French Croatian Italian Latvian Lithuanian Hungarian Maltese Dutch Polish Portuguese Romanian Slovak Slovenian Finnish Swedish
Period :
Date : 09/10/2017

Dopo la doppia recessione registrata nel 2008 e nel 2011, l'economia dell'Unione europea è tornata a crescere. La crisi ha gravemente colpito quasi tutti gli Stati membri e ha arrestato il processo di riduzione a lungo termine delle disparità nel PIL pro capite tra gli Stati membri. Con l'inizio della ripresa, tuttavia, tali disparità sono nuovamente diminuite e sono stati registrati tassi di crescita ovunque, più alti nei paesi con livelli di PIL pro capite inferiori.

I primi segni di un'attenuazione delle disuguaglianze sono evidenti anche a livello regionale in tutta l'Unione. Dal 2008 in poi le differenze regionali fra i tassi di occupazione e disoccupazione si sono accentuate insieme a quelle del PIL pro capite. Nel 2014 il divario occupazionale ha iniziato ad assottigliarsi, seguito dalle disparità del PIL pro capite nel 2015. Tuttavia, molte regioni hanno ancora un PIL pro capite e un tasso di occupazione inferiori ai livelli precedenti alla crisi.

Tra il 2000 e il 2015 il PIL pro capite in numerose regioni meno sviluppate si è avvicinato alla media dell'UE grazie a una più rapida crescita della produttività, sebbene l'occupazione abbia registrato un calo. Nella maggior parte dei casi, grazie ai buoni risultati ottenuti nel settore manifatturiero in queste regioni, le imprese sono riuscite ad essere competitive sia all'interno del mercato unico sia a livello globale. Per garantire che il loro percorso di convergenza non venga interrotto, esse dovranno progredire lungo la catena del valore e orientarsi verso attività che comportano l'impiego di maggiori competenze, tecnologia e innovazione, soprattutto perché la globalizzazione e l'evoluzione tecnologica potrebbero compromettere velocemente i loro risultati economici.

More information :

Seventh Report on Economic, Social and Territorial Cohesion

Publications