Indice
Cerca nella guida

Licenze aperte e diritti di proprietà intellettuale

In generale, il diritto d'autore concede al creatore di un'opera originale, ad esempio una risorsa didattica, diritti esclusivi all'uso di tale opera. Le licenze sono uno strumento comune che consente ai titolari di diritti d'autore di concedere ad altri la facoltà di utilizzare la propria opera. Una licenza definisce termini e condizioni a cui il titolare del diritto concede a determinati individui o organizzazioni la facoltà di utilizzare la propria opera.

Una licenza aperta è un modo attraverso il quale il titolare di un diritto d'autore (creatore dell'opera o altro titolare del diritto) concede al pubblico generale l'autorizzazione legale di utilizzare la propria opera. L'applicazione di una licenza aperta è solitamente indicata sull'opera e ovunque tale opera venga condivisa. Come per le altre licenze, le licenze aperte non implicano il trasferimento del diritto d'autore o di altri diritti di proprietà intellettuale. I cessionari di licenze aperte per le loro opere restano titolari del diritto d'autore sui propri materiali e possono essi stessi utilizzarli a proprio piacimento, ad esempio per commercializzare i risultati del proprio progetto. Nello specifico, una licenza aperta applicata a risorse didattiche prodotte con il sostegno di Erasmus+ deve concedere al pubblico (vale a dire, a soggetti terzi) quantomeno il diritto di compiere gratuitamente le seguenti operazioni:

  • utilizzare l'opera
  • adattare l'opera in base alle proprie esigenze (ad esempio tradurla, riassumerla, modificarla adattandola ai contesti locali, ecc.)
  • riprodurre e condividere l'opera originale o adattata con altri (ad esempio, studenti in classe, online, colleghi, ecc.).

Sebbene Erasmus+ raccomandi di applicare le licenze più aperte1 per garantire il massimo impatto delle loro opere, i beneficiari possono scegliere licenze aperte che impongono alcune limitazioni, in particolare:

  • che il creatore sia indicato ogni qual volta in cui l'opera ovvero suoi derivati vengono utilizzati o condivisi
  • che l'opera non possa essere utilizzata a fini commerciali (ad esempio, venduta da parte di altri, integrata in un libro di testo commerciale, ecc.)
  • che ogni derivato dell'opera debba essere condiviso nell'ambito della stessa licenza o alle stesse condizioni di licenza.

Sebbene i beneficiari abbiano la facoltà di scegliere ogni licenza aperta o persino di sviluppare la propria licenza aperta, al fine di evitare duplicazioni di opere e di garantire la certezza del diritto e la possibilità di combinare numerose opere diverse, i beneficiari di sovvenzioni Erasmus+ sono caldamente incoraggiati a utilizzare licenze esistenti ben note che siano adatte al tipo di risorsa. La licenza non può contenere condizioni che impongano limitazioni al gruppo utenti, che costringano gli utenti a registrarsi, partecipare o intraprendere attività specifiche, oppure che specifichino l'obbligo di richiedere o comunicare l'utilizzo dell'opera.

  • 1. Ad esempio, le ampiamente utilizzate Creative Commons Attribution o Creative Commons Attribution-Share Alike per le opere creative, GNU Public License e GNU Lesser Public License per i software oppure Open Database License per le banche dati.