Indice
Cerca nella guida

Parte B – Informazioni sulle azioni oggetto della presente guida

In questa sezione è possibile trovare, per tutte le azioni e le attività trattate in questa guida:

  • una descrizione degli obiettivi e dell'impatto previsto;
  • una descrizione delle attività sostenute;
  • tabelle con i criteri utilizzati per valutare le proposte di progetto;
  • ulteriori informazioni utili per la migliore comprensione delle tipologie di progetti sostenuti;
  • una descrizione delle norme di finanziamento.

Prima di presentare una domanda, si raccomanda ai candidati di prendere visione dell'intera sezione relativa all'azione nell'ambito della quale si richiede la sovvenzione. I candidati sono inoltre invitati a leggere con attenzione le informazioni supplementari fornite nell'Allegato I della presente guida. 

Istruzione e formazione

Opportunità nell'istruzione superiore, istruzione e formazione professionale, istruzione scolastica e educazione degli adulti.

Quali sono le azioni sostenute?

Le seguenti sezioni "Azione chiave 1 ", "Azione chiave 2 "e "Azione chiave 3 "presentano azioni concrete concepite per raggiungere gli obiettivi del Programma nel settore dell'istruzione/educazione e della formazione. Fra queste azioni, quelle correlate principalmente (ma non esclusivamente) al settore dell'istruzione/educazione e della formazione sono:

  • progetti di mobilità per studenti e personale nell'istruzione superiore e nell'istruzione e formazione professionale (IFP);
  • progetti di mobilità per il personale coinvolto nell'istruzione scolastica o nell'educazione degli adulti;
  • titoli di master congiunti Erasmus Mundus:
  • prestiti Erasmus+ per i master;
  • partenariati strategici;
  • alleanze per la conoscenza – università europee;
  • alleanze per le abilità settoriali;
  • sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore.

La sezione relativa all'Azione chiave 3 offre informazioni anche sulle attività Erasmus+ a sostegno delle politiche in materia di educazione e formazione che coinvolgono l'analisi politica e l'apprendimento tra pari, le iniziative di innovazione politica, gli strumenti e le reti, la cooperazione con le organizzazioni internazionali e il dialogo con i decisori politici e le organizzazioni di portatori d'interesse. Queste attività sono attuate mediante inviti a presentare proposte specifici gestiti direttamente dalla Commissione europea o dalla sua Agenzia esecutiva. Per ulteriori informazioni, consultare il sito Internet della Commissione e dell'Agenzia esecutiva. 

Quali sono gli obiettivi di queste azioni?

Obiettivi specifici

Gli obiettivi specifici perseguiti dal Programma Erasmus+ nel settore dell'istruzione e della formazione sono i seguenti:

  • migliorare il livello di competenze e capacità chiave, con particolare attenzione per la loro rilevanza per il mercato del lavoro e il loro contributo a una società coesa, in particolare attraverso maggiori opportunità per la mobilità destinata all'apprendimento e una cooperazione rafforzata tra il mondo dell'istruzione e della formazione e il mondo del lavoro;
  • promuovere miglioramenti della qualità, l'eccellenza dell'innovazione e l'internazionalizzazione a livello di istituti di istruzione e formazione, in particolare attraverso una cooperazione transnazionale rafforzata tra fornitori di istruzione e formazione e altri soggetti interessati;
  • promuovere la nascita, avviando al contempo attività di sensibilizzazione al riguardo, di un'area di apprendimento permanente europea concepita per integrare le riforme politiche a livello nazionale e sostenere la modernizzazione dei sistemi di istruzione e formazione, in particolare mediante una maggiore cooperazione politica, un miglior uso degli strumenti dell'UE per la trasparenza e il riconoscimento nonché la diffusione di buone prassi;
  • favorire la dimensione internazionale dell'istruzione e della formazione, in particolare attraverso la cooperazione tra gli istituti dei paesi aderenti al Programma e dei paesi partner nel settore dell'IFP e dell'istruzione superiore, aumentando l'attrattiva degli istituti d'istruzione superiore europei e sostenendo le azioni esterne dell'Unione, inclusi i suoi obiettivi di sviluppo, mediante la promozione della mobilità e della cooperazione tra istituti d'istruzione superiore del Programma e di paesi partner, anche grazie al potenziamento mirato della capacità nei paesi partner;
  • migliorare l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue e promuovere l'ampia diversità linguistica dell'UE e la consapevolezza interculturale.

Gioventù

Opportunità di apprendimento non formale e informale nel settore della gioventù.

Quali sono le azioni sostenute?

Le seguenti sezioni "Azione chiave 1", "Azione chiave 2"e "Azione chiave 3"presentano le azioni concrete concepite per conseguire gli obiettivi del Programma nel settore della gioventù. Fra queste azioni, quelle correlate principalmente, sebbene non esclusivamente, al settore della gioventù (apprendimento non formale e informale) sono:

  • progetti di mobilità per giovani (scambi di giovani) e animatori giovanili;
  • partenariati strategici;
  • sviluppo delle capacità nel settore della gioventù;
  • Progetti di dialogo giovanile.

La sezione relativa all'Azione chiave 3 offre anche informazioni sulle azioni Erasmus+ a sostegno delle politiche per i giovani riguardanti l'analisi politica e l'apprendimento tra pari, le iniziative future, gli strumenti e le reti, la cooperazione con le organizzazioni internazionali, il dialogo con le organizzazioni delle parti interessate, che saranno promosse nell'ambito di Erasmus+ a sostegno dei sistemi della gioventù. Queste azioni sono attuate mediante inviti a presentare proposte specifici gestiti dall'Agenzia esecutiva della Commissione europea o direttamente dalla Commissione stessa. Per ulteriori informazioni, consultare il sito Internet della Commissione e dell'Agenzia esecutiva.

Quali sono gli obiettivi di queste azioni?

Obiettivi specifici

Gli obiettivi specifici perseguiti dal Programma Erasmus+ nel settore della gioventù sono:

  • migliorare il livello delle competenze e delle abilità chiave dei giovani, compresi quelli con minori opportunità, nonché promuovere la loro partecipazione alla vita democratica in Europa e al mercato del lavoro, la cittadinanza attiva, il dialogo interculturale, l'inclusione sociale e la solidarietà, in particolare mediante maggiori opportunità di mobilità a fini dell'apprendimento per i giovani, per coloro che operano nell'animazione socioeducativa o nelle organizzazioni giovanili e per gli animatori giovanili, e grazie al rafforzamento dei collegamenti tra il settore della gioventù e il mercato del lavoro;
  • favorire miglioramenti della qualità nell'ambito dell'animazione socioeducativa, in particolare mediante una maggiore cooperazione tra le organizzazioni operanti nel settore della gioventù e/o le altre parti interessate;
  • integrare le riforme politiche a livello locale, regionale e nazionale e sostenere lo sviluppo di una politica in materia di gioventù basata sulla conoscenza e su dati concreti nonché il riconoscimento dell'apprendimento non formale e informale, in particolare mediante una cooperazione politica rafforzata, un migliore impiego degli strumenti dell'Unione per la trasparenza e il riconoscimento e la diffusione delle buone pratiche;
  • accrescere la dimensione internazionale delle attività nel settore della gioventù e aumentare la capacità degli animatori e delle organizzazioni giovanili quali sostegno per i giovani, in modo complementare rispetto all'azione esterna dell'Unione, in particolare mediante la promozione della mobilità e della cooperazione tra le parti interessate dei paesi aderenti al Programma e dei paesi partner e le organizzazioni internazionali.

Durante il periodo 2014-2020, il 8,6% del bilancio sarà destinato al sostegno alle opportunità di apprendimento non formale e informale nel settore della gioventù.