Indice
Cerca nella guida

Eventi sportivi europei senza scopo di lucro

Quali sono gli obiettivi di un evento sportivo europeo senza scopo di lucro?

Quest'azione mira a sostenere:

  • il volontariato nello sport;
  • l'inclusione sociale nello sport;
  • la parità di genere nello sport;
  • l'attività fisica a vantaggio della salute;
  • l'attuazione della settimana europea dello sport.

Attraverso la sua Agenzia esecutiva la Commissione effettuerà nel corso dell'anno un ciclo di selezione.

Nell'ambito degli eventi sportivi europei senza scopo di lucro, la distribuzione indicativa per le diverse categorie è disciplinata come segue:

  • circa il 30% per eventi finalizzati all'attuazione della Settimana europea dello sport;
  • circa il 70% per eventi non collegati alla Settimana europea dello sport (ad es. relativi al volontariato nell'ambito dello sport, all'inclusione sociale attraverso lo sport, alla parità di genere nello sport, all'attività fisica a vantaggio della salute).

Per l'attuazione della Settimana europea dello sport dovrebbero essere selezionati circa quattro eventi, che dovrebbero essere incentrati sui temi identificati per l'attuazione della Settimana europea dello sport (ossia educazione, luogo di lavoro, sport all'aperto, società sportive e centri fitness).

Devono essere selezionati circa otto eventi non collegati alla Settimana europea dello sport. In relazione ai temi di cui sopra (ossia volontariato, inclusione sociale, parità di genere nello sport, attività fisica a vantaggio della salute), almeno un evento deve essere incentrato sulla dimensione esterna dello sport (ad es. la diplomazia sportiva) e almeno un evento deve essere dedicato al ruolo dello sport di base nel sostenere gli obiettivi di questa azione (volontariato nello sport, inclusione sociale nello sport e attraverso di esso, parità di genere nello sport, attività fisica avantaggio della salute).

In tutti gli eventi deve essere promossa l'uguaglianza di genere. La cooperazione con i paesi partner deve essere incoraggiata.

Cos'è un evento sportivo europeo senza scopo di lucro?

Questa azione fornisce il sostegno finanziario per le seguenti attività:

  • organizzazione di eventi sportivi in tutta Europa che si svolgono in uno dei paesi aderenti al Programma;
  • eventi nazionali, organizzati simultaneamente in diversi paesi aderenti al Programma da organizzazioni senza scopo di lucro o organismi pubblici attivi nel settore dello sport.

Grazie a questi eventi, si prevedono i seguenti risultati:

  • aumento della consapevolezza relativamente al ruolo dello sport in termini di promozione dell'inclusione sociale, delle pari opportunità e dell'attività fisica a vantaggio della salute;
  • aumento della partecipazione allo sport, all'attività fisica e alle attività di volontariato.

Quali attività sono sostenute nell'ambito di questa azione?

Il sostegno agli eventi implicherà l'assegnazione di sovvenzioni dell'UE a singole organizzazioni che si occupano della preparazione, dell'organizzazione del seguito di un determinato evento. Le seguenti attività standard saranno sostenute nell'ambito di questa azione (elenco non esaustivo):

  • preparazione dell'evento;
  • organizzazione di attività educative per gli atleti, gli allenatori, gli organizzatori e i volontari nella fase precedente l'evento;
  • organizzazione dell'evento;
  • organizzazione di attività collaterali all'evento sportivo (conferenze, seminari);
  • attuazione di attività legate al bilancio sull'esperienza conclusa (valutazioni, elaborazione di piani futuri).
  • attività di comunicazione connesse al tema dell'evento.

Quali attività non sono ammissibili nell'ambito di questa azione?

  • Competizioni sportive organizzate regolarmente dalle federazioni/leghe internazionali, europee o nazionali su base annuale;
  • Competizioni sportive per professionisti.

Quali sono i criteri usati per la valutazione di un evento sportivo europeo senza scopo di lucro?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un evento sportivo europeo senza scopo di lucro deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+:

Criteri di ammissibilità

Chi può presentare la candidatura?

Ogni organismo pubblico o organizzazione attiva nel settore dello sport, con sede in un paese aderente al Programma. Ad esempio, tale organizzazione può essere (elenco non esaustivo):

  • un organismo pubblico incaricato dello sport a livello locale, regionale o nazionale;
  • un'organizzazione sportiva a livello locale, regionale, nazionale, europeo o internazionale;
  • il coordinatore di un evento nazionale organizzato nell'ambito di un evento europeo nel settore dello sport.

Eventi e partecipanti ammissibili

Gli eventi sportivi europei senza scopo di lucro organizzati in un paese devono coinvolgere partecipanti all'evento provenienti da almeno 10 diversi paesi aderenti al Programma,

OPPURE

gli eventi sportivi europei senza scopo di lucro organizzati in numerosi paesi aderenti al Programma devono coinvolgere partecipanti all'evento provenienti da almeno 10 diversi paesi aderenti al Programma. Tale condizione è rispettata a condizione che i partecipanti siano coinvolti negli eventi considerati nella loro totalità.

 Tutte le organizzazioni partecipanti devono essere identificate al momento della presentazione di una domanda di sovvenzione.

Durata del progetto

Fino a 1 anno (dalla preparazione dell'evento al suo follow-up).

Date dell'evento

L'evento deve svolgersi durante l'anno successivo (entro il 31 ottobre).

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura con sede a Bruxelles.

Quando candidarsi?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro il 4 aprile alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 1º novembre dello stesso anno.

Come candidarsi?

Cfr. la parte C della presente guida per maggiori dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

Le organizzazioni candidate saranno valutate secondo i pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C di questa guida.

Criteri di assegnazione

I progetti saranno valutati secondo i seguenti criteri:

Pertinenza del progetto

(massimo 30 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto ai seguenti punti:
  • gli obiettivi delle politiche europee nel settore dello sport;
  • gli obiettivi e le priorità dell'azione (cfr. la sezione "Quali sono gli obiettivi di un evento sportivo europeo senza scopo di lucro?" ).
  • La misura in cui:
  • la proposta è basata su un'analisi dei bisogni autentica e adeguata;
  • gli obiettivi sono chiaramente definiti e realistici e affrontano questioni pertinenti per le organizzazioni partecipanti e i gruppi di destinatari.
  • la proposta è innovativa e/o complementare alle altre iniziative già svolte dalle organizzazioni partecipanti;
  • la proposta fornisce valore aggiunto a livello UE grazie a risultati che non avrebbero potuto essere realizzati con attività svolte esclusivamente da un singolo paese.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

(massimo 40 punti)

  • La chiarezza, la completezza e la qualità del programma di lavoro, comprese fasi appropriate per la preparazione, l'attuazione, il monitoraggio, la valutazione e la diffusione;
  • La coerenza tra gli obiettivi del progetto, la metodologia, le attività e il bilancio proposto;
  • La qualità e la fattibilità della metodologia proposta;
  • L'esistenza e la qualità delle disposizioni relative alla gestione (scadenze, organizzazione, compiti e responsabilità sono ben definite e realistiche);
  • L'esistenza e la pertinenza delle misure di controllo della qualità per assicurare che l'attuazione del progetto sia di alta qualità, sia completata in tempo e rientri nel bilancio;
  • La misura in cui il progetto è efficace dal punto di vista dei costi e assegna risorse adeguate a ogni attività;

Impatto e diffusione (massimo 30 punti)

  • La qualità delle misure per la valutazione degli esiti del progetto
  • Il potenziale impatto del progetto:
  • sui partecipanti e sulle organizzazioni partecipanti, durante e dopo l'arco della durata del progetto;
  • al di fuori delle organizzazioni e dei soggetti che partecipano direttamente al progetto, a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.
  • La qualità del piano di diffusione: l'adeguatezza e la qualità delle misure che mirano alla condivisione dei risultati del progetto all'interno e all'esterno delle organizzazioni partecipanti;
  • La qualità delle misure per garantire visibilità e copertura mediatica dell'evento e del sostegno dell'UE.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre, devono ottenere almeno la metà dei punti massimi in ogni categoria dei criteri di assegnazione summenzionati (cioè minimo 15 punti per le categorie "Pertinenza del progetto" e "Impatto e diffusione" e 20 punti per la categoria "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto").

Quali sono le norme di finanziamento?

Il finanziamento del progetto deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in euro):

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Costi dell'attività

Costi direttamente connessi all'attuazione delle attività complementari del progetto, compresi:

Costi diretti ammissibili:

  • Personale
  • Costi di viaggio e di soggiorno
  • Apparecchiature
  • Consumi e forniture
  • Subappalto
  • Diritti, imposte e oneri
  • Altri costi

Costi indiretti:

Un importo forfettario, non superiore al 7% dei costi ammissibili diretti del progetto, è ammissibile nell’ambito dei costi indiretti, che rappresentano i costi amministrativi generali del beneficiario, i quali non sono già coperti dai costi ammissibili diretti (per es. fatture per l’energia elettrica o per l’uso di Internet, costi per le sedi, ecc.), ma che possono essere considerati imputabili al progetto.

Costi reali

Sovvenzione massima concessa:

  • Per gli eventi sportivi europei senza scopo di lucro organizzati durante la settimana europea dello sport: 300 000 euro

  • Per gli eventi sportivi europei senza scopo di lucro non relativi alla settimana europea dello sport:

max. 500 000 euro

Massimo l'80% dei costi ammissibili totali.

Condizionali: il bilancio richiesto è giustificato in relazione alle attività pianificate.