Indice
Cerca nella guida

Partenariati di collaborazione

Quali sono gli obiettivi di un partenariato di collaborazione?

I partenariati di collaborazione offrono l'opportunità di sviluppare, trasferire e/o realizzare modelli innovativi e/o di condurre attività intensive di diffusione e valorizzazione di prodotti esistenti e nuovi o di idee innovative in diversi settori relativi allo sport e all'attività fisica. Coinvolgono varie organizzazioni, comprese in particolare le autorità pubbliche a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, le organizzazioni sportive, le organizzazioni nell'ambito dello sport e gli organismi educativi. I partenariati di collaborazione sono, in particolare, progetti innovativi che intendono:

  • incoraggiare la partecipazione allo sport e l'attività fisica, in particolare sostenendo l'attuazione della raccomandazione del Consiglio sulla promozione dell'attività fisica a vantaggio della salute e conformemente agli orientamenti dell'UE in materia di attività fisica e alla Tartu Call for a Healthy Lifestyle
  • incoraggiare la partecipazione allo sport e l'attività fisica, in particolare sostenendo la settimana europea dello sport
  • promuovere l'educazione nello sport e attraverso di esso con particolare enfasi sullo sviluppo delle competenze, oltre a sostenere l'attuazione degli orientamenti europei sulla duplice carriera degli atleti
  • promuovere le attività di volontariato in ambito sportivo
  • combattere il doping, soprattutto in ambienti ricreativi
  • combattere le partite truccate
  • migliorare la buona governance in ambito sportivo
  • contrastare la violenza, il razzismo, la discriminazione e l'intolleranza nello sport
  • incoraggiare l'inclusione sociale e le pari opportunità in ambito sportivo.

In tutti questi ambiti deve essere promossa l'uguaglianza di genere. La cooperazione con i paesi partner deve essere incoraggiata.

I partenariati di collaborazione devono promuovere la creazione e lo sviluppo di reti europee nel settore dello sport. L'Unione può di conseguenza fornire opportunità di una cooperazione rafforzata tra i soggetti interessati, non praticabile senza l'azione dell'UE. I partenariati di collaborazione dovrebbero anche migliorare le sinergie con, e tra, le politiche locali, regionali, nazionali e internazionali per promuovere lo sport e l'attività fisica e per affrontare le sfide relative allo sport.

Nell'ambito del quadro dei partenariati di collaborazione, Erasmus+ intende sostenere la verifica e lo sviluppo di nuove tipologie di progetti e di nuove forme di cooperazione transnazionale nel settore dello sport, potenzialmente in grado di ispirare lo sviluppo a scala più ampia di iniziative sostenute da regimi di finanziamento nazionali o altri fondi europei, come i fondi strutturali e di investimento europei.

Attraverso la sua Agenzia esecutiva, la Commissione effettuerà nel corso dell'anno un ciclo di selezione.

 

Quali attività sono sostenute nell'ambito di questa azione?

Per quanto riguarda le possibili attività dei partenariati di collaborazione, Erasmus+ offre un'ampia flessibilità, purché la proposta dimostri che queste attività sono le più adeguate per raggiungere gli obiettivi definiti per il progetto. I partenariati di collaborazione di norma possono coprire una vasta gamma di attività, come ad esempio:

  • creazione di reti fra i principali soggetti interessati
  • sviluppo, promozione, individuazione e condivisione di buone pratiche
  • preparazione, sviluppo e attuazione di moduli e strumenti per il settore dell'istruzione e della formazione
  • attività per aumentare le competenze dei moltiplicatori nel settore dello sport e per sviluppare il monitoraggio e l'analisi comparativa degli indicatori, soprattutto per quanto riguarda la promozione di comportamenti e codici di condotta etici tra gli sportivi
  • attività di sensibilizzazione sul valore dello sport e dell'attività fisica in relazione allo sviluppo personale, sociale e professionale degli individui
  • attività per promuovere sinergie innovative tra il settore dello sport e i settori della sanità, dell'istruzione, della formazione e della gioventù
  • attività per aumentare i dati concreti nel settore dello sport per affrontare le sfide della società ed economiche (raccolta di dati a sostegno delle attività suddette, sondaggi, consultazioni ecc.)
  • conferenze, seminari, riunioni, eventi e azioni di sensibilizzazione a sostegno delle attività summenzionate.

 

Chi può partecipare a un partenariato di collaborazione?

I partenariati di collaborazione sono aperti a ogni tipo di istituzione pubblica o organizzazione attiva nel settore dello sport e dell'attività fisica. A seconda dell'obiettivo del progetto, i partenariati di collaborazione dovrebbero coinvolgere una gamma adeguata e diversificata di partner al fine di trarre vantaggio dalle loro diverse esperienze, profili e competenze specifiche e di produrre risultati del progetto pertinenti e di alta qualità.

I partenariati di collaborazione mirano alla cooperazione tra le organizzazioni con sede nei paesi aderenti al Programma.

Un partenariato di collaborazione deve essere composto dai seguenti attori.

  • Richiedente/coordinatore: un'organizzazione partecipante che presenta la proposta di progetto a nome di tutti i partner. Quando il progetto ottiene la sovvenzione, il richiedente/coordinatore diventa il principale beneficiario della sovvenzione UE e sottoscrive una convenzione di sovvenzione pluribeneficiari per conto delle organizzazioni partecipanti. Il suo ruolo di coordinamento si distingue per le seguenti funzioni:
  • rappresenta e agisce a nome delle organizzazioni partecipanti nei confronti della Commissione europea
  • detiene la responsabilità finanziaria e giuridica per la corretta attuazione operativa, amministrativa e finanziaria dell'intero progetto
  • coordina il partenariato di collaborazione in collaborazione con tutti gli altri partner del progetto.
  • Partner: organizzazioni che contribuiscono attivamente alla preparazione, attuazione e valutazione del partenariato di collaborazione. Ciascun partner deve sottoscrivere un mandato con cui il firmatario conferisce procura al coordinatore di agire in suo nome e per suo conto durante l'attuazione del progetto.

 

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di un partenariato di collaborazione?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un progetto di collaborazione deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+.

 

Criteri di ammissibilità

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Qualsiasi organizzazione non a scopo di lucro o ente pubblico, con le sue entità affiliate (se del caso), attiva nel settore dello sport, con sede in un paese aderente al Programma o in qualsiasi paese partner del mondo (cfr. la sezione "Paesi ammissibili" nella parte A della presente guida).

Ad esempio, tale organizzazione può essere (elenco non esaustivo):

  • un ente pubblico incaricato dello sport a livello locale, regionale o nazionale
  • un comitato olimpico nazionale o una federazione sportiva nazionale
  • un'organizzazione sportiva a livello locale, regionale, nazionale, europeo o internazionale
  • una lega sportiva nazionale
  • un club sportivo
  • un'organizzazione o sindacato in rappresentanza degli atleti
  • un'organizzazione o sindacato che rappresenta professionisti e volontari nello sport (quali allenatori, dirigenti ecc.)
  • un'organizzazione che rappresenta il movimento "sport per tutti"
  • un'organizzazione attiva nel settore della promozione dell'attività fisica
  • un'organizzazione che rappresenta il settore del tempo libero
  • un'organizzazione attiva nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù.

Chi può fare domanda?

Ogni organizzazione partecipante stabilita in un paese aderente al Programma può agire come richiedente. Questa organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un partenariato di collaborazione è transnazionale e coinvolge almeno cinque organizzazioni di cinque diversi paesi aderenti al Programma. Non esiste un numero massimo di partner. Non è previsto un numero massimo di partner, tuttavia il budget per la gestione e attuazione dei progetti ha un massimale (equivalente a 10 partner). Tutte le organizzazioni partecipanti devono essere identificate al momento della presentazione di una domanda di sovvenzione.

Durata del progetto

La durata deve essere scelta nella fase di presentazione delle candidature (12, 18, 24, 30 o 36 mesi), sulla base dell'obiettivo del progetto e del tipo di attività previste nel tempo.

Sede (o sedi) dell'attività

Le attività devono essere svolte nei paesi (uno o più) delle organizzazioni partecipanti al partenariato di collaborazione.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva per l'Istruzione, gli audiovisivi e la cultura con sede a Bruxelles.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro 4 aprile alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 1° gennaio dell'anno successivo.

Come fare domanda?

Consultare la parte C di questa guida per maggiori dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

 

Le organizzazioni candidate saranno valutate secondo i pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

 

Criteri di aggiudicazione

La distribuzione indicativa del budget fra le differenti categorie di partenariati di collaborazione è disciplinata come segue:

 

Nell'ambito di queste categorie, i progetti saranno valutati secondo i seguenti criteri.

Pertinenza del progetto

(massimo 30 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto ai seguenti punti:
  • gli obiettivi delle politiche europee nel settore dello sport
  • gli obiettivi e le priorità dell'azione (cfr. la sezione "Quali sono gli obiettivi di un partenariato di collaborazione?")
  • La misura in cui:
  • la proposta è basata su un'analisi dei bisogni autentica e adeguata
  • gli obiettivi sono chiaramente definiti, realistici e affrontano questioni relative alle organizzazioni partecipanti e ai gruppi destinatari
  • la proposta è innovativa e/o complementare alle altre iniziative già svolte dalle organizzazioni partecipanti
  • la proposta fornisce valore aggiunto a livello dell'UE attraverso risultati che non potrebbero essere realizzati tramite attività svolte in un singolo paese.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

(massimo 20 punti)

  • La chiarezza, la completezza e la qualità del programma di lavoro, comprese fasi appropriate per la preparazione, l'attuazione, il monitoraggio, la valutazione e la diffusione.
  • La congruenza tra gli obiettivi del progetto, la metodologia, le attività e il bilancio proposto
  • La qualità e la fattibilità della metodologia proposta.
  • L'esistenza e la qualità delle disposizioni relative alla gestione (scadenze, organizzazione, compiti e responsabilità sono ben definite e realistiche)
  • L'esistenza e la pertinenza delle misure di controllo della qualità per assicurare che l'attuazione del progetto sia di alta qualità, sia completata in tempo e rientri nel bilancio.
  • La misura in cui il progetto è efficace dal punto di vista dei costi e assegna risorse adeguate a ogni attività.

Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione

(massimo 20 punti)

  • La misura in cui:
  • se del caso, il progetto include una composizione appropriata di organizzazioni partecipanti complementari con i necessari profili, esperienze e competenze per realizzare con successo tutti gli aspetti del progetto, tra cui il profilo e le conoscenze necessarie delle loro capacità nel settore delle politiche e delle pratiche sportive;
  • la distribuzione delle responsabilità e dei compiti dimostra l'impegno e il contributo attivo di tutte le organizzazioni partecipanti
  • se del caso, la misura in cui il coinvolgimento di un'organizzazione partecipante avente sede in un paese partner porta al progetto un valore aggiunto essenziale.

Impatto e diffusione

(massimo 30 punti)

  • La qualità delle misure per la valutazione degli esiti del progetto
  • Il potenziale impatto del progetto:
  • sui partecipanti e sulle organizzazioni partecipanti, durante e dopo l'arco della durata del progetto
  • al di fuori delle organizzazioni e dei soggetti che partecipano direttamente al progetto, a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.
  • La qualità del piano di diffusione: l'adeguatezza e la qualità delle misure che mirano alla condivisione dei risultati del progetto all'interno e all'esterno delle organizzazioni partecipanti
  • Se pertinente, la misura in cui la proposta descrive il modo in cui i materiali, i documenti e i supporti prodotti saranno resi disponibili gratuitamente e promossi mediante licenze aperte e senza limitazioni sproporzionate.
  • La qualità dei piani per assicurare la sostenibilità del progetto: la sua capacità di continuare ad avere un impatto e di produrre risultati dopo il termine della sovvenzione dell'UE.

 

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre, devono ottenere almeno la metà dei punti massimi in ogni categoria dei criteri di assegnazione summenzionati (cioè minimo 15 punti per le categorie "Pertinenza del progetto" e "Impatto e diffusione"; 10 punti per le categorie "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto" e "Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione").

 

Quali sono le norme di finanziamento?

Il finanziamento del progetto deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in EUR).

Sovvenzione massima concessa per i partenariati di collaborazione: 400 000 EUR

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Gestione e attuazione del progetto Gestione del progetto (ossia pianificazione, finanze, coordinamento e comunicazione tra i partner, ecc.); materiali, strumenti, approcci, ecc. di apprendimento/insegnamento/formazione su piccola scala; cooperazione virtuale e attività di progetto locali; informazione, promozione e diffusione (ossia opuscoli, volantini, informazioni sul web, ecc.) Contributo ai costi unitari Contributo alle attività dell'organizzazione coordinatrice:
500 EUR al mese
Massimo 2 750 EUR al mese In base alla durata del partenariato di collaborazione e al numero di organizzazioni partecipanti coinvolte
Contributo ai costi unitari Contributo alle attività delle altre organizzazioni partecipanti:
250 EUR al mese per organizzazione partecipante
Riunioni di progetto transnazionali Partecipazione alle riunioni tra i partner del progetto tenute da una delle organizzazioni partecipanti ai fini dell'attuazione e del coordinamento. Contributo per i costi di viaggio e soggiorno Contributo ai costi unitari Per distanze tra i 100 e i 1 999 km:
575 EUR per partecipante per riunione
Per distanze di viaggio di 2 000 km o più:
760 EUR per partecipante per riunione
Condizione: i richiedenti devono giustificare la necessità delle riunioni in termini di numero delle riunioni e di partecipanti coinvolti. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea.
Costi eccezionali Contributo ai costi effettivi per il subappalto o l'acquisto di merci e servizi.
Costi per la garanzia finanziaria, se richiesta dall'Agenzia nazionale.
Costi effettivi 80% dei costi ammissibili
Massimo 50 000 EUR per progetto (esclusi i costi per l'ottenimento di una garanzia finanziaria)
Condizione: il subappalto deve riguardare servizi che non possono essere forniti direttamente dall'organizzazione partecipante per ragione opportunamente giustificate. Tra le attrezzature ammissibili non rientrano le normali attrezzature da ufficio o quelle usate normalmente dalle organizzazioni partecipanti.

 

SOVVENZIONI AGGIUNTIVE PER PARTENARIATI DI COLLABORAZIONE DI LARGA SCALA

Realizzazioni intellettuali

Prodotti intellettuali/realizzazioni tangibili del progetto (come linee guida, materiali pedagogici, risorse didattiche aperte (OER) strumenti informatici, analisi, studi, metodi di apprendimento tra pari, indagini e relazioni, invenzioni – ad es. nuovi giochi sportivi ecc.)

Contributo ai costi unitari

B5.1 per dirigente per giornata di lavoro al progetto

Condizione: i costi del personale che riguardano i dirigenti e il personale amministrativo dovrebbero essere già coperti nell'ambito della categoria "gestione e attuazione del progetto". Per evitare potenziali sovrapposizioni, i richiedenti dovranno giustificare il tipo e il volume dei costi del personale corrispondenti a ogni realizzazione intellettuale proposta.
Le realizzazioni devono essere significative in termini di qualità e quantità per qualificarsi per questo tipo di sovvenzione. Le realizzazioni devono dimostrare il loro potenziale in termini di maggiore utilizzo, valorizzazione e impatto.

B5.2 per ricercatore/insegnante/allenatore/formatore/animatore giovanile per giornata di lavoro al progetto

B5.3 per tecnico per giornata di lavoro al progetto

B5.4 per membro del personale amministrativo per giornata di lavoro al progetto

Eventi moltiplicatori nell'ambito dello sport

Contributo ai costi connessi all'organizzazione di conferenze, seminari ed eventi nazionali e transnazionali che mirano alla condivisione e alla diffusione delle realizzazioni intellettuali ottenute dal progetto (a eccezione dei costi di viaggio e soggiorno dei rappresentanti delle organizzazioni partecipanti coinvolte nell'evento).

Contributo ai costi unitari

100 EUR per partecipante locale
(partecipanti del paese in cui si tiene l'evento)

Massimo 30 000 EUR per progetto

Condizione: il sostegno per gli eventi moltiplicatori è fornito solamente se collegati direttamente alle realizzazioni intellettuali del progetto Un progetto che non gode del sostegno per le realizzazioni intellettuali non può ricevere il sostegno per organizzare eventi moltiplicatori.

150 EUR per partecipante internazionale (partecipanti provenienti da altri paesi)

 

Tabella A – Realizzazioni intellettuali (importi giornalieri in euro)

Questo finanziamento può essere usato esclusivamente per i costi del personale delle organizzazioni partecipanti al progetto per la produzione dei risultati intellettuali. L'importo dipende dai seguenti elementi: a) il profilo del personale impegnato nel progetto e b) il paese dell'organizzazione partecipante il cui personale è impegnato.

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Animatore giovanile

Tecnico

Personale amministrativo

 

B5.1

B5.2

B5.3

B5.4

Danimarca, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Liechtenstein, Norvegia

294

241

190

157

 

Belgio, Germania, Francia, Italia, Finlandia, Regno Unito, Islanda

 

280

214

162

131

 

Repubblica ceca, Grecia, Spagna, Cipro, Malta, Portogallo, Slovenia

 

164

137

102

78

 

Bulgaria, Estonia, Croazia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Macedonia del Nord, Turchia

 

88

74

55

39

Tabella B – Realizzazioni intellettuali (importi giornalieri in euro) 

Questo finanziamento può essere usato esclusivamente per i costi del personale delle organizzazioni partecipanti al progetto per la produzione dei risultati intellettuali. L'importo dipende dai seguenti elementi: a) il profilo del personale impegnato nel progetto e b) il paese dell'organizzazione partecipante il cui personale è impegnato.

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Animatore giovanile

Tecnico

Personale amministrativo

 

B5.1

B5.2

B5.3

B5.4

Australia, Canada, Kuwait, Macao, Monaco, Qatar, San Marino, Svizzera, Stati Uniti d'America

294

241

190

157

Andorra, Brunei, Giappone, Nuova Zelanda, Singapore, Emirati Arabi Uniti, Stato della Città del Vaticano

280

214

162

131

Bahamas, Bahrein, Hong Kong, Israele, Corea (Repubblica di), Oman, Arabia Saudita, Taiwan

164

137

102

78

Afghanistan, Albania, Algeria, Angola, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Azerbaigian, Bangladesh, Barbados, Bielorussia, Belize, Benin, Bhutan, Bolivia, Bosnia-Erzegovina, Botswana, Brasile, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Camerun, Cape Verde, Repubblica centrafricana, Repubblica della Costa d'Avorio, Ciad, Cile, Cina, Colombia, Comore, Congo, Isole Cook, Costarica, Cuba, Gibuti, Dominica, Repubblica dominicana, Timor Est, Ecuador, Egitto, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Figi, Gabon, Gambia, Georgia, Ghana, Grenada, Guatemala, Guinea (Repubblica di), Guinea equatoriale, Guyana, Haiti, Honduras, India, Indonesia, Iran, Iraq, Giamaica, Giordania, Kazakistan, Kenya, Kiribati, Corea (DPR), Kosovo, Kirghizistan, Laos, Libano, Lesotho, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Maldive, Mali, Isole Marshall, Mauritania, Maurizio, Messico, Micronesia- Stati federati, Moldova, Mongolia, Montenegro, Marocco, Mozambico, Myanmar, Namibia, Nauru, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Niue, Pakistan, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Filippine, Ruanda, Santa Lucia, St. Vincent e Grenadine, Samoa, Sao Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Isole Salomone, Somalia, Sud Africa, Sud Sudan, Sri Lanka, Sudan, Suriname, Swaziland, Siria, Tagikistan, Tanzania, territorio della Federazione russa riconosciuto dal diritto internazionale, territorio dell'Ucraina riconosciuto dal diritto internazionale, Thailandia, Timor Est- Repubblica Democratica Togo, Tonga, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turkmenistan, Tuvalu, Uganda, Uruguay, Uzbekistan, Vanuatu, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe

 

88

74

55

39

 

  • 1. Orientamenti dell'UE sulla duplice carriera degli atleti (adottati il 28 settembre 2012 dal gruppo di esperti UE "Istruzione e formazione nello sport" (ISBN 978-92-79-31161-1).