Indice
Cerca nella guida

Azione chiave 2: Cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone pratiche

Quali sono le azioni sostenute?

Questa azione chiave sostiene:

  • partenariati strategici nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù;
  • alleanze per la conoscenza - Università europee;
  • alleanze per le abilità settoriali;
  • sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore;
  • sviluppo delle capacità nel settore della gioventù.

Si prevede che le azioni sostenute nell'ambito della presente azione chiave portino effetti positivi e duraturi sulle organizzazioni partecipanti, sui sistemi politici in cui le azioni rientrano nonché sulle organizzazioni e persone direttamente o indirettamente coinvolte nelle attività organizzate.

Questa azione chiave dovrebbe garantire lo sviluppo, il trasferimento e/o l'attuazione di pratiche innovative a livello organizzativo, locale, regionale, nazionale o europeo.

Per le organizzazioni partecipanti, i progetti sostenuti nell'ambito di questa azione chiave mirano a produrre i seguenti risultati:

  • approcci innovativi rivolti ai loro gruppi destinatari, fornendo ad esempio: programmi di istruzione e formazione più invitanti, in linea con le necessità e le aspettative individuali; uso di approcci partecipativi e metodologie basate sulle TIC; procedure nuove o migliori per il riconoscimento e la convalida delle competenze; maggiore efficacia delle attività a beneficio delle comunità locali; pratiche nuove o migliori per provvedere alle necessità dei gruppi svantaggiati e per far fronte alle diversità di risultati dell'apprendimento derivanti da disparità geografiche e socio-economiche; ; nuovi approcci per affrontare le diversità sociali, etniche, linguistiche e culturali; nuovi approcci per migliorare il sostegno alla competitività e all'occupazione, in particolare a livello regionale e locale; riconoscimento dell'eccellenza nell'apprendimento e nell'insegnamento delle lingue attraverso il Label europeo delle lingue.
  • ambiente più moderno, dinamico, impegnato e professionale all'interno dell'organizzazione: integrazione delle buone pratiche e di nuovi metodi nelle attività quotidiane; apertura alle sinergie con organizzazioni attive in settori diversi o in altri settori socioeconomici; pianificazione strategica dello sviluppo professionale del personale in linea con le necessità individuali e gli obiettivi a livello organizzativo;
  • miglioramento della capacità di operare a livello UE/internazionale: capacità di gestione e strategie di internazionalizzazione migliori; cooperazione rafforzata con i partner di altri paesi; altri settori dell'istruzione, formazione e gioventù e/o altri settori socioeconomici; migliore stanziamento delle risorse finanziarie (provenienti da una fonte diversa dai fondi dell'UE) per organizzare progetti dell'UE/internazionali nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù; migliore qualità della preparazione, dell'attuazione, del monitoraggio e del follow-up dei progetti dell'UE/internazionali.

I progetti finanziati nell'ambito di questa azione chiave avranno possibilmente un impatto positivo sulle persone direttamente o indirettamente coinvolte nelle attività, come:

  • aumento del senso di iniziativa e dell'imprenditorialità;
  • aumento delle competenze nelle lingue straniere;
  • aumento del livello delle competenze digitali;
  • miglioramento della comprensione e della risposta alle diversità sociali, etniche, linguistiche e culturali;
  • miglioramento dei livelli delle abilità per l'occupabilità e la creazione di nuove imprese (compresa l'imprenditorialità sociale);
  • partecipazione più attiva alla società;
  • atteggiamento più positivo nei confronti del progetto europeo e dei valori dell'UE;
  • migliore comprensione e riconoscimento delle abilità e delle qualifiche in Europa e oltre;
  • miglioramento delle competenze, in relazione ai loro profili professionali (istruzione, formazione, animazione socioeducativa ecc.);
  • migliore comprensione delle pratiche, delle politiche e dei sistemi nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù in tutti i paesi;
  • migliore comprensione delle interconnessioni tra istruzione formale e non formale, formazione professionale e altre forme di apprendimento e il mercato del lavoro rispettivamente;
  • miglioramento delle opportunità di sviluppo professionale;
  • miglioramento della motivazione e della soddisfazione nel lavoro quotidiano.

A livello sistemico, daranno il via alla modernizzazione e rinforzeranno la risposta dei sistemi di istruzione e formazione e delle politiche giovanili alle sfide principali del mondo moderno: occupazione, stabilità e crescita economica, ma anche il bisogno di promuovere le competenze sociali, civiche ed interculturali, il dialogo interculturale, i valori democratici e i diritti fondamentali, l'inclusione sociale, la cittadinanza attiva non discriminante, il pensiero critico e l'alfabetizzazione ai media

Di conseguenza, l'impatto di questa azione chiave mira a:

  • migliorare la qualità dell'istruzione, della formazione e della gioventù in Europa e oltre: combinando alti livelli di eccellenza e attrattiva con maggiori opportunità per tutti, compresi coloro che sono meno avvantaggiati;
  • sistemi di istruzione, formazione e gioventù meglio allineati ai bisogni e alle opportunità offerte dal mercato del lavoro, e collegamenti più stretti con le imprese e la comunità;
  • migliorare l'offerta e la valutazione delle abilità di base e trasversali, in particolare: l'imprenditorialità, le competenze sociali, civiche, interculturali e linguistiche, il pensiero critico, le competenze digitali e l'alfabetizzazione ai media;
  • aumentare le sinergie e i collegamenti e migliorare la transizione tra i diversi settori di istruzione, formazione e gioventù a livello nazionale, con l'uso migliorato degli strumenti di riferimento europei per il riconoscimento, la convalida e la trasparenza delle competenze e delle qualifiche;
  • aumentare l'utilizzo dei risultati di apprendimento quando si descrivono e si definiscono le qualifiche, le parti delle qualifiche e dei programmi, a sostegno dell'insegnamento e dell'apprendimento e nella valutazione;
  • rinnovare e migliorare la cooperazione interregionale e transnazionale delle autorità pubbliche nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù;
  • uso più strategico e integrato delle TIC e delle risorse didattiche aperte (OER) da parte dei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù;
  • migliorare la motivazione nei confronti dell'apprendimento delle lingue tramite metodi di insegnamento innovativi e migliori collegamenti all'uso pratico delle abilità linguistiche richieste dal mercato del lavoro;
  • rafforzare l'interazione tra la pratica, la ricerca e la politica.