Indice
Cerca nella guida

Alleanze per la conoscenza

Quali sono gli obiettivi e le priorità di un'alleanza per la conoscenza?

Le alleanze per la conoscenza si prefiggono di rafforzare la capacità di innovazione dell'Europa e la promozione dell'innovazione nell'istruzione superiore, nel mondo del lavoro e nel contesto socioeconomico nel suo insieme. Mirano a raggiungere uno o più dei seguenti obiettivi:

  • sviluppare approcci nuovi, innovativi e multidisciplinari per l'insegnamento e l'apprendimento
  • stimolare l'imprenditorialità e le abilità imprenditoriali del personale docente dell'istruzione superiore e del personale delle imprese
  • facilitare lo scambio, il flusso e la creazione congiunta delle conoscenze.

La priorità è data ai progetti che contribuiscono alla modernizzazione dei sistemi di istruzione superiore in Europa, come delineato nella comunicazione UE del 2017 nella Nuova agenda dell’UE per l’istruzione superiore1, vale a dire:

  • affrontare i futuri squilibri di competenze e promuovere l’eccellenza nello sviluppo di competenze;
  • sviluppare sistemi di istruzione superiore inclusivi e connessi;
  • assicurare che gli istituti di istruzione superiore contribuiscano all’innovazione;
  • sostenere sistemi di istruzione superiore efficaci ed efficienti.

Particolare attenzione verrà inoltre dedicata all'applicazione delle iniziative esistenti e all'utilizzo intelligente degli strumenti digitali, come raccomandato nella comunicazione UE del 2013 dal titolo "Aprire l'istruzione"2.

 

Cos'è un'alleanza per la conoscenza?

Le alleanze per la conoscenza sono progetti transnazionali, strutturati e orientati al risultato, attivi soprattutto tra l'istruzione superiore e il mondo del lavoro. Sono aperte a qualsiasi disciplina o settore e alla cooperazione intersettoriale. I partner condividono obiettivi comuni e cooperano per raggiungere risultati e realizzazioni vantaggiosi per entrambi. I risultati e gli obiettivi attesi sono stabiliti in modo chiaro, sono realistici e coerenti con le questioni individuate nell'analisi delle esigenze.

Le alleanze per la conoscenza sono intese ad avere un impatto a breve e lungo termine sull'ampia gamma di soggetti interessati coinvolti, a livello individuale, organizzativo e sistemico.

Come regola generale, le alleanze per la conoscenza hanno come obiettivo la cooperazione tra organizzazioni con sede nei paesi aderenti al Programma. Tuttavia, se la loro partecipazione apporta un valore aggiunto essenziale al progetto, possono essere coinvolte in un'alleanza per la conoscenza (in qualità di partner, ma non di richiedenti) anche organizzazioni di paesi partner.

 

Quali attività sono sostenute nell'ambito di questa azione?

Le alleanze per la conoscenza svolgono una serie coerente e completa di attività connesse fra loro, flessibili e adattabili a diversi contesti e sviluppi attuali e futuri in Europa. Il seguente elenco fornisce alcuni esempi di attività.

  • Rafforzare l'innovazione nell'istruzione superiore, nelle imprese e in un ambiente socioeconomico più ampio:
    • sviluppare e attuare congiuntamente nuovi metodi di apprendimento e di insegnamento (nuovi programmi multidisciplinari, insegnamento e apprendimento focalizzati sui discenti e basati su problemi reali)
    • organizzare programmi di istruzione e attività su base continua con e all'interno delle aziende
    • sviluppare congiuntamente soluzioni per gli aspetti più impegnativi e per l'innovazione di prodotti e processi (studenti, professori e professionisti insieme).

 

  • Sviluppare spirito e competenze imprenditoriali:
    • creare modelli di apprendimento e applicazione delle abilità trasversali mediante programmi d'istruzione superiore sviluppati in collaborazione con le imprese allo scopo di rafforzare l'occupabilità, la creatività e i nuovi percorsi professionali
    • introdurre l'educazione all'imprenditorialità in ogni disciplina per fornire agli studenti, ai ricercatori, al personale e agli insegnanti le conoscenze, le abilità e la motivazione necessarie per impegnarsi in attività imprenditoriali in vari contesti
    • aprire nuove opportunità di apprendimento attraverso l'applicazione pratica delle abilità imprenditoriali, le quali possono comportare e/o condurre alla commercializzazione di nuovi servizi, prodotti e prototipi, alla creazione di start-up e spin-off.

 

  • Stimolare il flusso e lo scambio di informazioni tra l'istruzione superiore e il mondo del lavoro:
    • attività all'interno delle imprese collegate all'ambito di studio e completamente inserite nel programma di studi, riconosciute e accreditate
    • prove e test per le misure innovative
    • scambi di studenti, ricercatori, personale docente e personale delle imprese per un periodo limitato
    • coinvolgimento del personale delle imprese in attività di docenza e ricerca.

 

Le alleanze per la conoscenza possono anche organizzare attività di mobilità a fini di apprendimento per gli studenti, i ricercatori e il personale, nella misura in cui sostengano/integrino le altre attività dell'alleanza e apportino valore aggiunto alla realizzazione degli obiettivi del progetto. Le attività di mobilità non costituiscono le principali attività di un'alleanza per la conoscenza. L'eventuale sostegno all'estensione e all'aumento di queste attività dovrà provenire dall'azione chiave 1 del Programma o da altri strumenti di finanziamento.

 

Quali sono le caratteristiche essenziali di un'alleanza per la conoscenza?

Le caratteristiche principali di un'alleanza per la conoscenza sono le seguenti:

  • Innovazione nell'istruzione superiore e innovazione mediante l'istruzione superiore nelle imprese e nel loro contesto socioeconomico: l'innovazione è considerata all'avanguardia, specifica per un singolo progetto e vincolata al contesto dei partenariati e alle esigenze analizzate.
  • Sostenibilità della cooperazione università-imprese. Un partenariato forte e impegnato, che possa contare su una partecipazione equilibrata delle imprese e degli istituti d'istruzione superiore, è essenziale per il successo delle alleanze per la conoscenza. Il ruolo e il contributo di ciascuna organizzazione partecipante e partner associato devono essere specifici e complementari.
  • Impatto che va oltre la durata del progetto e al di là delle organizzazioni coinvolte nell'alleanza. Si prevede che il partenariato e le attività perdurino nel tempo. A tale scopo, i risultati/prodotti dovrebbero essere collegati/integrati ad attività, schemi, progetti, piattaforme e possono essere collegate/integrate in iniziative, schemi, progetti e piattaforme esistenti. I cambiamenti negli istituti d'istruzione superiore e nelle imprese devono essere misurabili. I risultati e le soluzioni devono essere trasferibili e accessibili a un pubblico più ampio.

La sezione di Erasmus+ relativa alle alleanze per la conoscenza è particolarmente competitiva. Caratteristiche comuni delle proposte vincenti sono:

  • relazioni affidabili tra gli istituti d'istruzione superiore e le imprese: le alleanze per la conoscenza devono dimostrare l'impegno e il valore aggiunto di tutti i partner, per cui risulta fondamentale un coinvolgimento forte ed equilibrato da parte sia delle imprese che degli istituti di istruzione superiore. Una proposta ben strutturata è il risultato di una stretta cooperazione tra i futuri partner
  • il loro carattere innovativo e transnazionale, visibile in tutti i criteri.

Un'attenta analisi delle esigenze chiarisce il fondamento logico, influenza la selezione dei partner, rende la proposta specifica, aiuta a innalzare il potenziale impatto e assicura che l'utente finale e i gruppi destinatari siano adeguatamente coinvolti nelle attività del progetto.

 

Qual è il ruolo delle organizzazioni che partecipano a un'alleanza per la conoscenza?

Richiedente/coordinatore: un'organizzazione partecipante che presenta la proposta di progetto a nome di tutti i partner. Il coordinatore si assume la piena responsabilità di garantire che l'attuazione del progetto sia conforme all'accordo. Il ruolo di coordinamento comporta i seguenti compiti:

  • rappresenta l'alleanza e agisce a suo nome nei confronti della Commissione europea
  • detiene la responsabilità finanziaria e giuridica per la corretta attuazione operativa, amministrativa e finanziaria dell'intero progetto
  • coordina l'alleanza in collaborazione con gli altri partner del progetto.

Partner a pieno titolo: organizzazioni partecipanti che contribuiscono attivamente al raggiungimento degli obiettivi dell'alleanza per la conoscenza. Ciascun partner a pieno titolo deve sottoscrivere un mandato con cui conferisce al coordinatore la responsabilità di fungere da beneficiario principale e agire a suo nome nel corso dell'attuazione del progetto. Se del caso, lo stesso vale per i partner provenienti da paesi partner.

Partner associati (facoltativo): le alleanze per la conoscenza possono coinvolgere organizzazioni associate che contribuiscono all'attuazione di specifici compiti/attività nell'ambito del progetto oppure alla diffusione e alla sostenibilità dell'alleanza. Per questioni di gestione contrattuale, i partner associati non sono considerati partner di progetto e non ricevono finanziamenti. Tuttavia, il loro ruolo e il loro coinvolgimento nel progetto e nelle varie attività devono essere descritti in modo dettagliato.

Entità affiliate (facoltativo): organizzazioni che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi e delle attività del progetto. Le entità affiliate devono essere identificate nella domanda di sovvenzione e soddisfare i requisiti di cui all'allegato III (Glossario) della guida al Programma.

 

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di una proposta di alleanza per la conoscenza?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che una proposta di alleanza per la conoscenza deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+:

 

Criteri di ammissibilità

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Un'organizzazione partecipante può essere qualsiasi organizzazione pubblica o privata, con le sue entità affiliate (se del caso), con sede in un paese aderente al Programma o in qualsiasi paese partner del mondo (cfr. la sezione "Paesi ammissibili" nella parte A di questa guida).

Ad esempio, tale organizzazione può essere:

  • un istituto d'istruzione superiore
  • un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali)
  • un istituto di ricerca
  • un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale
  • un'organizzazione attiva nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù
  • un intermediario o associazione che rappresenta organizzazioni che si occupano di istruzione, formazione e gioventù
  • un intermediario o un'associazione che rappresenta le imprese
  • un organismo di accreditamento, certificazione o qualificazione.

Gli istituti d'istruzione superiore aventi sede in un paese aderente al programma devono possedere una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) valida. La CEIS non è necessaria per gli IIS partecipanti aventi sede in un paese partner.

Chi può fare domanda?

Può candidarsi qualsiasi organizzazione partecipante con sede in un paese aderente al Programma. Questa organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Numero di organizzazioni partecipanti

Le alleanze per la conoscenza sono transnazionali e coinvolgono un minimo di sei organizzazioni indipendenti di almeno tre paesi aderenti al Programma, di cui almeno due istituti d'istruzione superiore e due imprese.

Durata del progetto

2 o 3 anni. La durata deve essere stabilita nella fase di presentazione delle candidature, sulla base dell'obiettivo del progetto e del tipo di attività pianificate nel tempo.

In casi eccezionali, la durata di un'alleanza per la conoscenza può essere estesa, su richiesta del beneficiario e con l'accordo dell'Agenzia esecutiva, per un massimo di 6 mesi. In tal caso, la sovvenzione totale non cambierà.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva per l'Istruzione, gli audiovisivi e la cultura con sede a Bruxelles.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione al più tardi entro il 28 febbraio alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 1º novembre dello stesso anno o il 1º gennaio dell'anno successivo.

Come fare domanda?

Cfr. la parte C di questa guida per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

 

Le organizzazioni candidate saranno valutate secondo i pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

 

Criteri di aggiudicazione

Il progetto sarà valutato secondo i seguenti criteri.

Pertinenza della proposta

(massimo 25 punti)

 

  • Scopo: la proposta è pertinente agli obiettivi dell'azione (cfr. la sezione "Quali sono gli obiettivi di un'alleanza per la conoscenza?").
  • Coerenza: la proposta è basata su un'accurata e fondata analisi delle esigenze; gli obiettivi e i risultati sono chiaramente definiti, realistici e affrontano problemi riguardanti le organizzazioni partecipanti e l'azione stessa.
  • Innovazione: la proposta tiene conto di metodi e tecniche all'avanguardia e porta a risultati e soluzioni innovativi specifici relativi al progetto.
  • Valore aggiunto europeo: la proposta dimostra chiaramente il valore aggiunto generato dalla sua transnazionalità e dalla sua potenziale trasferibilità.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto
(massimo 25 punti)

 

  • Coerenza: la proposta presenta una serie coerente e completa di attività adatte a soddisfare le necessità individuate e a dare luogo ai risultati previsti.
  • Struttura: il programma di lavoro è chiaro e comprensibile, e copre tutte le fasi.
  • Gestione: scadenze, organizzazione, compiti e responsabilità sono ben definiti e realistici. La proposta assegna risorse appropriate per ogni attività.
  • Qualità e controllo finanziario: misure specifiche per la valutazione delle procedure e delle realizzazioni assicurano che l'attuazione del progetto sia di alta qualità ed efficiente dal punto di vista dei costi.

Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione

(massimo 30 punti)

  • Configurazione: l'alleanza per la conoscenza proposta contiene una combinazione adeguata di partner dell'istruzione superiore e del mondo del lavoro con i profili, le qualifiche, l'esperienza, le competenze e il sostegno alla gestione necessari richiesti per il successo della sua realizzazione.
  • Impegno: ogni organizzazione partecipante dimostra un pieno coinvolgimento in relazione alle sue capacità e allo specifico settore di specializzazione.
  • Partenariato: i contributi dei partner dell'istruzione superiore e dell'impresa sono significativi, pertinenti e complementari.
  • Collaborazione/spirito di squadra: la proposta include accordi e responsabilità chiari per rendere il processo decisionale, la risoluzione dei conflitti, la rendicontazione e le comunicazioni tra le organizzazioni partecipanti trasparenti ed efficienti.
  • Ricompensa: il progetto apporta un chiaro valore aggiunto e benefici a ciascuna organizzazione partner.
  • Coinvolgimento dei paesi partner: se del caso, il coinvolgimento di un'organizzazione partecipante avente sede in un paese partner apporta al progetto un valore aggiunto essenziale.

Impatto e diffusione

(massimo 20 punti)

  • Valorizzazione: la proposta dimostra il modo in cui i risultati saranno utilizzati dai partner e dagli altri soggetti interessati e consentiranno di ottenere gli esiti attesi. Sono predisposte misure adeguate per la valutazione dei risultati del progetto. Fornisce i mezzi per misurare la valorizzazione durante e dopo il ciclo di vita del progetto.
  • Diffusione: la proposta fornisce un piano chiaro per la diffusione dei risultati, include attività, strumenti e canali appropriati per assicurare che i risultati e i benefici siano efficacemente trasmessi ai soggetti interessati e al pubblico non partecipante nell'ambito del ciclo di vita del progetto e successivamente a esso.
  • Impatto: la proposta dimostra la pertinenza e l'estensione sociale ed economica. Fornisce misure pertinenti per monitorare il progresso e valutare l'impatto previsto (a breve e lungo termine).
  • Accesso aperto: se pertinente, la proposta precisa il modo in cui i materiali, i documenti e i supporti prodotti saranno resi disponibili gratuitamente e promossi mediante licenze aperte, e non prevede limitazioni sproporzionate.
  • Sostenibilità: la proposta include misure e risorse appropriate per assicurare che il partenariato, i risultati e i benefici del progetto siano sostenibili anche oltre il ciclo di vita del progetto.

 

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 70 punti. Inoltre, devono ottenere un minimo di 13 punti nelle categorie "Pertinenza del progetto" e "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto", 16 punti nella categoria "Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione" e 11 punti nella categoria "Impatto e diffusione".

 

Cos'altro occorre sapere su questa azione?

La garanzia di qualità deve essere una parte integrante del progetto per garantire che le alleanze per la conoscenza ottengano i risultati previsti e che il loro impatto vada oltre le organizzazioni partner stesse. Le alleanze per la conoscenza devono svolgere attività di diffusione mirate che raggiungano i soggetti interessati, i decisori politici, i professionisti e le imprese. Nel loro ciclo di vita, le alleanze per la conoscenza devono produrre delle pubblicazioni, come relazioni, manuali, orientamenti, ecc. Di norma, i risultati devono essere resi disponibili sotto forma di risorse didattiche aperte (OER) e nelle pertinenti piattaforme professionali, settoriali o delle autorità competenti. Le alleanze per la conoscenza devono generare nuovi modi e strumenti per facilitare la loro collaborazione e per assicurare che il partenariato tra l'istituto d'istruzione superiore e l'impresa perduri.

Le alleanze per la conoscenza sono un'azione recente e ambiziosa: sono soggette a un controllo particolare che richiede la partecipazione attiva di tutti i partecipanti e di tutti i soggetti interessati. Le alleanze per la conoscenza devono prevedere la loro partecipazione a cluster tematici per sostenere l'integrazione, lo scambio di buone pratiche e l'apprendimento reciproco. Inoltre, le alleanze per la conoscenza devono pianificare le spese per la presentazione del progetto e dei relativi risultati al Forum università-imprese e/o altri eventi pertinenti (fino a cinque durante il ciclo di vita del progetto).

 

Quali sono le norme di finanziamento?

Il bilancio del progetto deve essere redatto sulla base del sistema dei costi unitari. Il sistema dei "costi unitari" è una forma semplificata di definizione dell'importo della sovvenzione. Per sua natura, tali forme semplificate di sovvenzioni sono contributi ai costi principali di un progetto, e non rimborsi alle spese realmente sostenute in relazione a specifiche attività del progetto stesso. In caso di progetti nell'ambito delle alleanze per la conoscenza, i costi unitari definiti sono applicati alla componente relativa al personale di un progetto. Si tratta di contributi predefiniti, stabiliti per giornata lavorativa per categoria di lavoratore.

Il finanziamento del progetto deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in EUR).

Contributo massimo dell'UE concesso per un'alleanza per la conoscenza di 2 anni: 700 000 EUR
Contributo massimo dell'UE concesso per un'alleanza per la conoscenza di 3 anni: 1 000 000 EUR

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Sostegno all'attuazione

Contributo per ogni attività direttamente collegata all'attuazione del progetto (esclusa la possibile mobilità integrata) compresi: gestione del progetto, riunioni per il progetto, realizzazioni intellettuali (come programmi, materiali pedagogici, risorse didattiche aperte (OER), strumenti informatici, analisi, studi ecc.), diffusione, partecipazione agli eventi, conferenze, viaggi, risorse didattiche aperte ecc.

Il numero di giorni e il profilo del personale coinvolto per paese è la base per calcolare il contributo dell'UE.

Contributo ai costi unitari

B2.1 per dirigente coinvolto per giornata di lavoro al progetto

Condizione: i richiedenti dovranno giustificare il tipo e il volume delle risorse necessarie in relazione all'attuazione delle attività e delle realizzazioni proposte.

Le realizzazioni devono essere significative in termini di qualità e quantità per qualificarsi per questo tipo di sovvenzione.

B2.2 per ricercatore/insegnante/formatore coinvolto per giornata di lavoro al progetto

B2.3 per tecnico coinvolto per giornata di lavoro al progetto

B2.4 per membro del personale amministrativo coinvolto per giornata di lavoro al progetto

* Cfr. categorie basate sull'International Standard Classification of Occupations – ISCO (http://www.ilo.org/public/english/bureau/stat/isco/isco08/index.htm)

 

Norme di finanziamento aggiuntive per le attività di mobilità realizzate nell'ambito di un'alleanza per la conoscenza (finanziamento facoltativo)

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Viaggio

Contributo per i costi di viaggio dei partecipanti, dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno

Contributo ai costi unitari

Per distanze tra i 100 e i 1 999 km:

275 EUR per partecipante

Condizione: i richiedenti dovranno giustificare che le attività di mobilità sono necessarie per il conseguimento degli obiettivi e dei risultati del progetto. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea3

 

Per distanze di viaggio di 2 000 km o più:

360 EUR per partecipante

Spese di soggiorno

Contributo ai costi di soggiorno dei partecipanti durante l'attività

Contributo ai costi unitari

Attività rivolte al personale

Fino al 14° giorno di attività: 100 EUR al giorno per partecipante

+

Tra il 15° e il 60° giorno di attività: 70 EUR al giorno per partecipante

Attività rivolte ai discenti

Fino al 14° giorno di attività: 55 EUR al giorno per partecipante

+

Tra il 15° e il 60° giorno di attività: 40 EUR al giorno per partecipante

 

Tabella A - Attuazione del progetto (importi in euro) - Paesi aderenti al Programma

L'importo dipende dai seguenti elementi: a) il profilo del personale impegnato nel progetto e b) il paese dell'organizzazione partecipante il cui personale è impegnato.

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Animatore giovanile

Tecnico

Personale amministrativo

 

B2.1

B2.2

B2.3

B2.4

Danimarca, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Liechtenstein, Norvegia

353

289

228

189

 

Belgio, Germania, Francia, Italia, Finlandia, Regno Unito, Islanda

 

336

257

194

157

 

Repubblica ceca, Grecia, Spagna, Cipro, Malta, Portogallo, Slovenia

 

197

164

122

93

 

Bulgaria, Estonia, Croazia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Slovacchia, Serbia, Macedonia del Nord, Turchia

 

106

88

66

47

 

Tabella B- Attuazione del progetto (importi in euro) - Paesi partner

L'importo dipende dai seguenti elementi: a) il profilo del personale impegnato nel progetto e b) il paese dell'organizzazione partecipante il cui personale è impegnato.

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Tecnico

Personale amministrativo

 

B2.1

B2.2

B2.3

B2.4

Australia, Canada, Kuwait, Macao, Monaco, Qatar, San Marino, Svizzera, Stati Uniti d'America

353

289

228

189

Andorra, Brunei, Giappone, Nuova Zelanda, Singapore, Emirati Arabi Uniti, Stato della Città del Vaticano

336

257

194

157

Bahamas, Bahrein, Hong Kong, Israele, Corea (Repubblica di), Oman, Arabia Saudita, Taiwan

197

164

122

93

Afghanistan, Albania, Algeria, Angola, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Azerbaigian, Bangladesh, Barbados, Bielorussia, Belize, Benin, Bhutan, Bolivia, Bosnia-Erzegovina, Botswana, Brasile, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Camerun, Cape Verde, Repubblica centrafricana, Repubblica della Costa d'Avorio, Ciad, Cile, Cina, Colombia, Comore, Congo, Isole Cook, Costarica, Cuba, Gibuti, Dominica, Repubblica dominicana, Timor Est, Ecuador, Egitto, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Figi, Gabon, Gambia, Georgia, Ghana, Grenada, Guatemala, Guinea (Repubblica di), Guinea equatoriale, Guyana, Haiti, Honduras, India, Indonesia, Iran, Iraq, Giamaica, Giordania, Kazakistan, Kenya, Kiribati, Corea (DPR), Kosovo, Kirghizistan, Laos, Libano, Lesotho, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Maldive, Mali, Isole Marshall, Mauritania, Maurizio, Messico, Micronesia- Stati federati, Moldova, Mongolia, Montenegro, Marocco, Mozambico, Myanmar, Namibia, Nauru, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Niue, Pakistan, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Filippine, Ruanda, Santa Lucia, St. Vincent e Grenadine, Samoa, Sao Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Isole Salomone, Somalia, Sud Africa, Sud Sudan, Sri Lanka, Sudan, Suriname, Swaziland, Siria, Tagikistan, Tanzania, territorio della Federazione russa riconosciuto dal diritto internazionale, territorio dell'Ucraina riconosciuto dal diritto internazionale, Thailandia, Timor Est- Repubblica Democratica Togo, Tonga, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turkmenistan, Tuvalu, Uganda, Uruguay, Uzbekistan, Vanuatu, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe

 

106

88

66

47