Indice
Cerca nella guida

Sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore

Questa azione è volta a sostenere la modernizzazione, l’accessibilità e l’internazionalizzazione dell’istruzione superiore nei Paesi partner, e deve essere messa in atto nell’ambito delle priorità individuate dalle comunicazioni “Nuovo consenso dell’UE sullo sviluppo”1 e “L’istruzione superiore europea nel mondo”2

L'azione trova attuazione nell'ambito delle politiche esterne dell'UE, come definite dagli strumenti finanziari dell'Unione europea che sostengono questa azione, in particolare:

  • lo strumento europeo di vicinato (ENI)3
  • lo strumento per il finanziamento della cooperazione allo sviluppo (DCI)4
  • lo strumento di assistenza preadesione (IPA)5
  • il fondo europeo di sviluppo

Questa azione contribuisce allo sviluppo di una crescita socioeconomica sostenibile e inclusiva nei paesi partner e deve garantire lo sviluppo e il raggiungimento degli obiettivi e dei principi delle azioni esterne dell'UE, tra cui senso di proprietà nazionale, coesione sociale, uguaglianza, adeguato equilibrio geografico e diversità. Particolare attenzione sarà rivolta ai Paesi meno sviluppati, alle università situate nelle regioni più remote, agli studenti svantaggiati che provengono da contesti socioeconomici di povertà e agli studenti con esigenze speciali.

La sezione successiva deve essere letta congiuntamente all'allegato I della presente guida (norme specifiche e informazioni relative allo sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore).

 

Cos'è un progetto di sviluppo delle capacità?

I progetti di sviluppo delle capacità sono progetti di cooperazione transnazionali basati su partenariati multilaterali costituiti essenzialmente tra istituti d'istruzione superiore (IIS) di paesi aderenti al Programma e paesi partner ammissibili, finanziati mediante gli strumenti sopra descritti. Possono coinvolgere inoltre partner non accademici per potenziare i legami con la società e il mondo delle imprese e rafforzare l'impatto sistemico dei progetti. Attraverso forme di cooperazione strutturata, scambi di esperienze e buone pratiche e mobilità individuale i progetti di sviluppo delle capacità mirano a:

  • sostenere la modernizzazione, l'accessibilità e l'internazionalizzazione dell'istruzione superiore nei paesi partner ammissibili
  • sostenere i paesi partner ammissibili nell'affrontare le sfide poste ai loro istituti e sistemi di istruzione superiore, comprese le sfide in termini di qualità, pertinenza, parità di accesso, pianificazione, realizzazione, gestione e governance
  • contribuire alla cooperazione tra l'UE e i paesi partner ammissibili (e tra paesi partner ammissibili)
  • promuovere la convergenza volontaria con gli sviluppi dell'UE nel settore dell'istruzione superiore
  • promuovere i contatti, la consapevolezza interculturale e la comprensione tra le persone.

Questi obiettivi vengono perseguiti nei paesi partner ammissibili attraverso azioni intese a:

  • migliorare la qualità dell'istruzione superiore e accrescerne la pertinenza per il mercato del lavoro e la società
  • migliorare il livello delle competenze e delle abilità negli IIS attraverso lo sviluppo di programmi di istruzione nuovi e innovativi
  • accrescere le capacità di gestione, governance e innovazione e l'internazionalizzazione degli IIS
  • aumentare le capacità delle autorità nazionali di modernizzare i propri sistemi d'istruzione superiore, sostenendo la definizione, l'attuazione e il monitoraggio delle politiche di riforma
  • favorire l'integrazione regionale e la cooperazione tra regioni diverse6 del mondo attraverso iniziative congiunte, la condivisione di buone pratiche e la cooperazione.

Il sostegno è offerto a due categorie di progetti di sviluppo delle capacità.

Progetti congiunti: sono volti a produrre risultati di cui beneficiano essenzialmente e direttamente le organizzazioni dei paesi partner ammissibili coinvolti nel progetto. Questi progetti sono generalmente incentrati su tre diversi tipi di attività:

  • sviluppo di programmi di studio
  • modernizzazione della governance, della gestione e del funzionamento degli IIS
  • rafforzamento delle relazioni tra IIS e il più ampio contesto economico e sociale.

Progetti strutturali: sono intesi a generare un impatto sui sistemi d'istruzione superiore e a promuovere riforme a livello nazionale e/o regionale nei paesi partner ammissibili. Questi progetti sono generalmente incentrati su due diverse categorie di attività:

  • modernizzazione delle politiche, della governance e della gestione dei sistemi d'istruzione superiore
  • rafforzamento delle relazioni tra i sistemi d'istruzione superiore e il più ampio contesto economico e sociale.

I progetti di sviluppo delle capacità possono essere realizzati sotto forma di:

  • progetti nazionali, ovvero progetti che coinvolgono organizzazioni appartenenti ad un solo paese partner ammissibile
  • progetti con più paesi appartenenti ad una sola regione e che coinvolgono almeno due paesi da tale regione
  • progetti con più paesi appartenenti a diverse regioni e che coinvolgono almeno un paese da ogni regione interessata.

 

 

Quali attività sono sostenute nell'ambito di questa azione?

Erasmus+ offre una grande flessibilità in termini di attività che i progetti di sviluppo delle capacità possono attuare, fintanto che la proposta dimostra che queste attività sono le più appropriate per raggiungere gli obiettivi definiti per il progetto.

I progetti congiunti possono in genere prevedere lo svolgimento di un'ampia serie di attività, quali ad esempio:

  • sviluppo, verifica e adattamento di:
    • piani di studio, corsi, materiali e strumenti per l'apprendimento
    • metodologie e approcci pedagogici all'apprendimento e all'insegnamento, specialmente quelli che forniscono competenze chiave e abilità di base, abilità linguistiche, educazione all'imprenditorialità e attenzione rivolta all'uso delle TIC
    • nuove modalità di formazione pratica e studio di casi reali nelle imprese e nelle industrie
    • cooperazione tra università e imprese, compresa la creazione di start-up d'impresa
    • nuove forme di apprendimento e di istruzione e formazione, soprattutto uso strategico dell'apprendimento aperto e flessibile, mobilità virtuale, risorse didattiche aperte e migliore sfruttamento del potenziale delle TIC
    • metodi e strumenti di guida, consulenza e accompagnamento
    • strumenti e metodi per la professionalizzazione e lo sviluppo professionale del personale accademico e amministrativo
    • garanzia della qualità a livello di programma e istituto
    • nuovi sistemi e strutture di governance e gestione
    • servizi universitari moderni, ad esempio in termini di gestione finanziaria, relazioni internazionali, consulenza e orientamento agli studenti, affari economici e ricerca
  • rafforzamento dell'internazionalizzazione degli IIS e della capacità di lavorare in rete in modo efficace nell'ambito della ricerca e dell'innovazione scientifica e tecnologica (apertura internazionale dei programmi, servizi agli studenti, schemi di mobilità interistituzionali, cooperazione scientifica e trasferimento delle conoscenze ecc.)
  • aggiornamento delle strutture necessarie all'attuazione di pratiche innovative (ad esempio, per nuovi programmi e metodi di insegnamento, sviluppo di nuovi servizi ecc.)
  • organizzazione di attività di formazione del personale rivolte a personale docente e di sostegno, a tecnici e ad amministratori e dirigenti universitari.

 

In particolare, i progetti di riforma dei programmi dovrebbero comprendere attività di formazione per il personale docente e affrontare questioni quali la garanzia di qualità e l'occupabilità dei laureati attraverso la costituzione di collegamenti con il mercato del lavoro. I programmi di studio devono essere ufficialmente accreditati prima del termine del ciclo di vita del progetto.

L'insegnamento di corsi nuovi o aggiornati deve iniziare durante il ciclo di vita del progetto con un numero adeguato di studenti e docenti riqualificati e deve svolgersi in un arco di tempo che copre almeno un terzo della durata del progetto. La formazione erogata durante lo svolgimento di progetti di riforma dei programmi può rivolgersi inoltre al personale amministrativo, come i bibliotecari, i tecnici di laboratorio e gli informatici.

I progetti strutturali possono in genere svolgere un'ampia serie di attività, quali ad esempio:

  • rafforzare l'internazionalizzazione dei sistemi d'istruzione superiore
  • introduzione di riforme basate sul processo di Bologna (sistema con cicli articolati su tre livelli, garanzia di qualità, valutazione ecc.)
  • attuazione di strumenti di trasparenza, come sistemi di crediti, procedure di accreditamento, orientamenti per il riconoscimento dell'apprendimento già acquisito e non formale ecc.
  • costituzione di quadri nazionali delle qualifiche
  • sviluppo e attuazione di sistemi/orientamenti di garanzia della qualità interni ed esterni
  • sviluppo e attuazione di nuovi approcci e strumenti per la definizione delle politiche e il monitoraggio, compresa la costituzione di enti rappresentativi, organizzazioni o associazioni
  • rafforzamento dell'integrazione dell'istruzione, della ricerca e dell'innovazione.

Più concretamente, queste attività possono comprendere:

  • indagini e studi su specifici aspetti della riforma
  • indicazioni di natura politica e consulenza da parte di esperti
  • organizzazione di conferenze, seminari, workshop, tavole rotonde (da cui dovrebbero scaturire conclusioni operative e raccomandazioni)
  • organizzazione di attività di formazione per il personale su aspetti relativi alle politiche
  • organizzazione di attività di formazione per il personale (compresa la produzione di manuali di formazione e orientamenti) rivolte a personale docente e di sostegno, a tecnici e ad amministratori e dirigenti universitari
  • organizzazione di campagne di sensibilizzazione.

 

QUAL È IL RUOLO DELLE ORGANIZZAZIONI CHE PARTECIPANO A UN PROGETTO DI SVILUPPO DELLE CAPACITÀ?

A seconda degli obiettivi che perseguono, i progetti di sviluppo delle capacità dovrebbero coinvolgere una serie variegata e adeguata di partner al fine di trarre vantaggio dalle loro diverse esperienze, profili e competenze specifiche e di produrre risultati di progetto pertinenti e di alta qualità. Sarà importante garantire il coinvolgimento attivo ed equo dei diversi partner sulla base di un'adeguata distribuzione dei compiti e della chiara dimostrazione delle capacità di creare rete e, al fine di accrescere l'impatto, essere in grado di attingere ai diversi livelli del partenariato facendo affidamento non solo sulla partecipazione individuale.

I partner devono trasmettere dei mandati7 firmati dal coordinatore e da ciascun partner stesso, in cui si impegnano a conferire al coordinatore il potere di agire in loro nome e per loro conto nella firma dell'eventuale accordo e delle sue clausole conseguenti con l'agenzia esecutiva per l'Istruzione, gli audiovisivi e la cultura.

In base alla portata e agli obiettivi dell'azione, il progetto di sviluppo delle capacità si rivolge alle organizzazioni partecipanti dei paesi partner ammissibili. Le attività e i risultati descritti nella proposta devono essere adattati per portare benefici ai paesi partner ammissibili e i loro istituti e sistemi d'istruzione superiore. Gli IIS dei paesi partner ammissibili sono invitati a presentare domanda, a condizione che abbiano la capacità finanziaria e operativa richiesta.

Le organizzazioni partecipanti dei paesi aderenti al Programma apportano le loro competenze e la loro esperienza in relazione agli obiettivi del progetto. Il loro ruolo è contribuire al raggiungimento degli obiettivi del progetto, pertanto le loro necessità non dovrebbero caratterizzare l'elaborazione del progetto. Queste organizzazioni sono ammissibili a ricevere una quota del bilancio in relazione ai costi sostenuti in virtù del loro ruolo.

Inoltre, lo sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore può trarre vantaggio dal coinvolgimento dei partner associati (facoltativi). Queste organizzazioni (ad esempio, i partner non accademici) contribuiscono indirettamente all'attuazione di specifici compiti/attività e/o al sostegno della diffusione e della sostenibilità del progetto. Tale contributo può ad esempio assumere la forma di trasferimento di conoscenze e abilità, offerta di corsi complementari oppure possibilità di sostegno per distaccamento o tirocinio. I "partner associati" non rientrano nel computo del numero minimo di istituti di istruzione superiore o ministeri richiesti per la composizione del partenariato. Per questioni di gestione contrattuale, inoltre, i partner associati non sono considerati membri del consorzio né beneficiari: di conseguenza, i costi da essi sostenuti non sono presi in considerazione ai fini del calcolo della sovvenzione UE.

 

QUAL È IL RUOLO DELLE ORGANIZZAZIONI PARTECIPANTI IN UN PROGETTO DI SVILUPPO DELLE CAPACITÀ NEL SETTORE DELL'ISTRUZIONE SUPERIORE?

Richiedente/coordinatore: un organizzazione partecipante che presenta la proposta di progetto a nome di tutti i partner. Il coordinatore si assume la piena responsabilità di garantire che l'attuazione del progetto sia conforme all'accordo. Il ruolo di coordinamento comporta i seguenti compiti:

  • rappresentare i partner di progetto ed agire per loro conto di fronte la Commissione europea
  • detiene la responsabilità finanziaria e giuridica per la corretta attuazione operativa, amministrativa e finanziaria dell'intero progetto
  • coordinare il progetto in collaborazione con gli altri partner.

Partner a pieno titolo: si tratta di quelle organizzazioni partecipanti di un paese aderente al programma o un paese partner che contribuiscono attivamente al raggiungimento degli obiettivi del progetto di sviluppo delle capacità. Ciascun partner a pieno titolo deve sottoscrivere un mandato con cui conferisce al coordinatore la responsabilità di fungere da beneficiario principale e agire a suo nome nel corso dell'attuazione del progetto.

Partner associati (facoltativo): i progetti di sviluppo delle capacità possono prevedere il coinvolgimento di partner associati che contribuiscono all'attuazione di specifici compiti/attività o che sostengono la diffusione e la sostenibilità del progetto. Per questioni di gestione contrattuale, i partner associati non sono considerati membri del partenariato e non ricevono alcun finanziamento, né sono presi in considerazione ai fini dei requisiti minimi per la composizione del consorzio. Tuttavia, il loro ruolo e il loro coinvolgimento nel progetto e nelle varie attività devono essere descritti in modo dettagliato.

Entità affiliate (facoltativo): organizzazioni che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi e delle attività del progetto. Le entità affiliate devono essere identificate nella domanda di sovvenzione e soddisfare i requisiti di cui all'allegato III (Glossario) della guida al Programma.

 

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di un progetto di sviluppo delle capacità?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un progetto di sviluppo delle capacità nell'ambito dell'istruzione superiore deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+.

 

Criteri di ammissibilità

Paesi partner ammissibili

Paesi partner delle regioni da 1 a 4 e da 6 a 11 comprese (cfr. sezione "Paesi ammissibili" nella parte A di questa guida).

Organizzazioni partecipanti ammissibili8

Un'organizzazione partecipante può essere:

  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata, con le sue entità affiliate (se del caso), che offre programmi completi di studi che culminano con il rilascio di titoli di istruzione superiore o altri diplomi riconosciuti di terzo livello9 (definita come istituto d'istruzione superiore e riconosciuta come tale dalle autorità competenti)

oppure

  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata, con le sue entità affiliate (se del caso), attiva nel mercato del lavoro o nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù. Ad esempio:
    • un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali)
    • un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale (inclusi i ministeri)
    • una parte sociale o altro rappresentante del mondo del lavoro, comprese camere di commercio, ordini di artigiani o professionisti e associazioni sindacali
    • un istituto di ricerca
    • una fondazione
    • una scuola/istituto (a qualsiasi livello, dall'istruzione prescolastica a quella secondaria superiore, inclusa l'istruzione professionale e quella per adulti)
    • un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG (incluse le associazioni nazionali o internazionali o le reti di istituti d'istruzione superiore, le associazioni di studenti o docenti ecc.)
    • un'organizzazione culturale, biblioteca, museo
    • un organismo per l'orientamento professionale, la consulenza professionale e i servizi di informazione.

Ciascuna organizzazione partecipante deve avere sede in un paese aderente al Programma o in un paese partner ammissibile.

Gli istituti d'istruzione superiore (IIS) aventi sede in un paese aderente al Programma devono possedere una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) valida. La CEIS non è necessaria per gli IIS partecipanti con sede in un paese partner ammissibile.

Associazioni o organizzazioni di istituti d'istruzione superiore dedicati alla promozione, al miglioramento e alla riforma dell'istruzione superiore, nonché alla cooperazione in Europa e tra l'Europa e le altre parti del mondo, sono considerate ammissibili. Se tali associazioni, organizzazioni o reti sono attive anche in altri settori dell'istruzione o della formazione, l'ambito principale delle loro attività deve essere l'istruzione superiore e deve essere chiaramente espresso negli statuti e nelle strutture direttive delle organizzazioni. Un'associazione, organizzazione o rete d'istruzione superiore sarà considerata come un unico soggetto giuridico/istituto partner, e in questo senso sarà trattata come un solo ente afferente al paese in cui si trova la sua sede principale. Tali organizzazioni non saranno considerate IIS. Possono beneficiare del finanziamento solo i membri che hanno sede nei paesi aderenti al Programma o nei paesi partner.

Le organizzazioni governative internazionali possono partecipare a progetti di sviluppo delle capacità in qualità di partner su una base di autofinanziamento.

Disposizioni specifiche per l'Ucraina: nel caso dell'Ucraina, sono considerate ammissibili solo gli istituti di istruzione superiore riconosciuti come tali dal ministero dell'Istruzione e della scienza dell'Ucraina (per maggiori informazioni in merito si prega di contattare l'ufficio Erasmus+ nazionale in Ucraina).

Chi può fare domanda?

La domanda di sovvenzione può essere presentata dalle seguenti categorie di organizzazioni partecipanti: 

  • un istituto d'istruzione superiore
  • un'associazione o organizzazione di istituti d'istruzione superiore
  • solo per progetti strutturali: un'organizzazione legalmente riconosciuta di rettori, docenti o studenti, di livello nazionale o internazionale

con sede in un paese aderente al Programma o in un paese partner.

Questa organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Eccezione: organizzazioni dalla Libia e dalla Siria (regione 3) e dalla Federazione Russa (regione 4) non possono partecipare in qualità di coordinatori.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

I progetti di sviluppo delle capacità devono rispettare tutti i seguenti criteri.

 

Nel caso dei progetti che abbiano come target specifico un solo paese partner (progetti nazionali):

devono far parte del progetto un paese partner ammissibile ed almeno due paesi aderenti al Programma.

Tali progetti devono coinvolgere, quali partner a pieno titolo, un numero minimo di istituti di istruzione superiore, come qui di seguito illustrato:

  • almeno un istituto di istruzione superiore da almeno due paesi aderenti al Programma partecipanti al progetto;
  • almeno tre istituti di istruzione superiore dal paese partner partecipante al progetto;
  • i progetti devono includere comprendere un numero di IIS di paesi partner pari almeno al numero di IIS dei paesi aderenti al Programma.

Eccezione: nei paesi partner nei quali il numero degli istituti di istruzione superiore è inferiore a 5 nell'intero paese o nei casi in cui un unico istituto di istruzione superiore rappresenta più del 50% della popolazione studentesca totale del paese, le candidature che abbiano un solo istituto di istruzione superiore per tali paesi saranno accettate.

 

Nel caso dei progetti che abbiano come target specifico due o più paesi partner (progetti afferenti a più paesi):

almeno due paesi partner ammissibili ed almeno tre paesi aderenti al Programma devono far parte del progetto. I paesi partner possono appartenere alla stessa regione10 o a diverse regioni coperte dalla presente azione.

Tali progetti devono coinvolgere, quali partner a pieno titolo, un numero minimo di istituti di istruzione superiore, come qui di seguito illustrato:

  • almeno un istituto di istruzione superiore da almeno due paesi aderenti al Programma partecipanti al progetto;
  • almeno due istituti di istruzione superiore di ogni paese partner partecipante al progetto;
  • i progetti devono includere comprendere un numero di IIS di paesi partner pari almeno al numero di IIS dei paesi aderenti al Programma.

Eccezione: nel caso di paesi partner nel cui territorio sono presenti meno di 5 istituti di istruzione superiore o nei quali un unico istituto di istruzione superiore agglomera oltre il 50% della popolazione studentesca totale del paese, le candidature che comprendono un solo IIS per i paesi in questione saranno accettate, a condizione che il numero di IIS di paesi partner inclusi nel progetto sia pari almeno a quello degli IIS di paesi aderenti al Programma.

 

I seguenti criteri aggiuntivi specifici si applicano ai seguenti casi:

  • i progetti strutturali devono coinvolgere, come partner a pieno titolo, i ministeri responsabili dell'istruzione superiore in ciascuno dei paesi partner ammissibili del progetto
  • i progetti che coinvolgono partner della regione 4 (Federazione Russa) devono coinvolgere nel progetto almeno un altro paese partner
  • i progetti che coinvolgono partner della regione 8 (America latina) devono coinvolgere nel progetto almeno due paesi partner di tale regione.

 

Altri criteri

 

Quando nel progetto sono coinvolte un'associazione, un'organizzazione o una rete di istituti di istruzione superiore, i requisiti sopra indicati relativi al numero minimo delle organizzazioni partecipanti devono essere rispettati conteggiando l'associazione/organizzazione/rete come un unico partner del paese in cui si trova la sua sede principale. N.B.: Queste organizzazioni non possono essere considerate IIS.

Durata del progetto

I progetti di sviluppo delle capacità possono avere una durata di due o tre anni. La durata deve essere scelta nella fase di presentazione della candidatura, sulla base dell'obiettivo del progetto e del tipo di attività previste nel tempo.

Solo in circostanze eccezionali può essere accordata una proroga del periodo di ammissibilità fino a un massimo di 12 mesi, laddove il coordinatore sia impossibilitato a completare il progetto entro il periodo di tempo stabilito.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura con sede a Bruxelles.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro il 7 febbraio alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 15 novembre dello stesso anno o il 15 gennaio dell'anno successivo.

Come fare domanda?

La domanda deve essere trasmessa secondo le modalità descritte nella parte C di questa guida.

 

Le organizzazioni candidate saranno valutate sulla base di criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

 

Criteri di aggiudicazione

Il progetto sarà valutato per mezzo di una procedura costituita da due fasi, secondo i seguenti criteri:

Fase 1

Pertinenza del progetto

 

(massimo 30 punti)

 

  • La proposta e i risultati previsti sono in linea con gli obiettivi dell’azione Sviluppo di capacità nel/i Paese/i destinatario/destinatari;
  • La domanda affronta in modo chiaro le priorità tematiche nazionali o regionali stabilite dal programma per il Paese/i Paesi o la regione/le regioni destinatari;
  • La proposta spiega il motivo per il quale le attività previste e i risultati attesi soddisfano al meglio le esigenze dei gruppi destinatari;
  • La strategia si iscrive nella strategia di modernizzazione, sviluppo e internazionalizzazione degli istituti d’istruzione superiore interessati ed è in linea con le strategie di sviluppo per l’istruzione superiore nei Paesi partner ammissibili, tra cui una maggiore attenzione all’inclusione, alla diversità e ai partecipanti svantaggiati da un punto di vista socioeconomico, se del caso;
  • Gli obiettivi del progetto sono chiari, realistici e appropriati e si basano su un’analisi delle esigenze autentica e adeguata;
  • La proposta è innovativa e/o complementare alle altre iniziative o progetti già svolti nell’ambito delle azioni presenti o passate;
  • La proposta dimostra l’impossibilità di raggiungere risultati simili attraverso finanziamenti nazionali, regionali o locali.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

 

(massimo 30 punti)

 

 

  • Le attività proposte nel corso della durata del progetto sono di qualità, pertinenti e appropriate per il raggiungimento degli obiettivi e dei risultati attesi
  • La metodologia proposta è innovativa, fattibile e appropriata per il raggiungimento dei risultati attesi
  • La proposta è efficace dal punto di vista dei costi e stanzia risorse adeguate per ogni attività
  • La concezione generale del progetto assicura una coerenza tra gli obiettivi del progetto, la metodologia, le attività e il bilancio proposto
  • Il piano di lavoro è chiaro e realistico, con attività ben definite, scadenze realistiche, risultati e tappe fondamentali chiari Dimostra una capacità di pianificazione logica e corretta e prevede opportune fasi di preparazione, attuazione, valutazione, riscontro e diffusione dei risultati
  • Le sfide e i rischi della proposta sono chiaramente identificati e le azioni di mitigazione vengono adeguatamente affrontate Esistono di misure di controllo della qualità, compresi indicatori e parametri di riferimento, per assicurare che l'attuazione del progetto sia di qualità, sia completata in tempo e rientri nel bilancio Sono fornite fonti affidabili per la verifica degli indicatori che misurano i risultati dell'azione

Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione

 

(massimo 20 punti)

 

 

  • La proposta coinvolge un partenariato forte e complementare di istituti d'istruzione superiore
  • Il team del progetto dispone delle abilità, delle competenze e del sostegno alla gestione necessari a realizzare con successo ogni aspetto della proposta
  • Se del caso, la proposta coinvolge anche una serie variata e adeguata di partner non accademici, al fine di beneficiare delle loro diverse esperienze, profili e competenze specifiche
  • La distribuzione di responsabilità e compiti è chiara, appropriata e dimostra l'impegno e il contributo attivo di tutte le organizzazioni partecipanti in relazione alle loro specifiche competenze e capacità
  • Viene proposto un meccanismo efficace per assicurare un buon livello di coordinamento, processo decisionale e comunicazione tra le organizzazioni partecipanti, i partecipanti e qualsiasi ulteriore soggetto interessato
  • Le organizzazioni partecipanti provenienti dai paesi partner ammissibili sono coinvolte in modo soddisfacente nell'attuazione dell'azione e del processo decisionale (comprese le misure di risoluzione delle controversie)
  • La proposta coinvolge istituti d'istruzione superiore che non hanno beneficiato in passato di forme di sostegno allo Sviluppo delle capacità

Impatto e sostenibilità

 

(massimo 20 punti)

 

 

  • La proposta eserciterà probabilmente un notevole impatto sulle capacità delle organizzazioni partecipanti (specialmente sugli istituti d'istruzione superiore) nei paesi partner ammissibili, in particolare per quanto attiene allo sviluppo e alla modernizzazione dell'istruzione superiore, per assisterli durante il processo della loro apertura nei confronti della società in generale, del mercato del lavoro e del mondo in senso lato e sostenere la loro capacità di cooperazione internazionale
  • La proposta produrrà effetti moltiplicatori al di fuori delle organizzazioni partecipanti a livello locale/regionale/nazionale o internazionale. Sono in atto delle misure volte a valutare il reale impatto esercitato dal progetto
  • Il piano di diffusione del progetto, prima, durante e dopo la sua durata, è chiaro ed efficiente e individua risorse adeguate in ciascuna delle organizzazioni partecipanti per assicurare che le esperienze e i risultati del progetto siano correttamente trasmessi ai soggetti interessati pertinenti
  • La proposta garantirà la reale sostenibilità delle attività e dei risultati proposti successivamente alla sua conclusione, in particolare cercando di attrarre cofinanziamenti o altre forme di sostegno. Garantirà inoltre l'integrazione e l'uso/l'attuazione efficaci dei suoi risultati

 

Durante la prima fase di valutazione, le domande possono ottenere un massimo di 100 punti. Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere un minimo di 60 punti complessivamente, dei quali almeno 15 nella categoria "Pertinenza del progetto".

In seguito alla Fase 1 della valutazione, le proposte che soddisfano i requisiti sulla qualità precedenti saranno elencati in ordine discendente in base ai punteggi totali. Per procedere alla Fase 2, sarà stilato un elenco di domande per regione pari a due volte il numero stimato di progetti finanziari (sulla base del bilancio regionale disponibile11).

Fase 2

Durante la Fase 2, i progetti saranno valutati sulla base di un criterio più importante:

Fattibilità del progetto nella/e regione/i destinataria/e S/N
  • La a proposta è fattibile nel contesto locale del/i Paese/i partner oggetto della domanda. Per la valutazione di questo criterio, il Comitato di valutazione è assistito dalle delegazioni dell’Unione europea nei Paesi interessati.

In seguito alla Fase 2, sarà raccomandato formalmente il finanziamento di diverse proposte ritenute fattibili nelle regioni destinatarie, in conformità con l’elencazione in ordine discendente entro i limiti del budget disponibile per dotazione regionale e fino a un massimo complessivo di tre proposte di progetto per organizzazione richiedente. Inoltre, sarà rivolta attenzione ad assicurare una rappresentazione geografica sufficiente entro una regione, in termini di numero di progetti per Paese.

L'approvazione di una candidatura non implica la concessione di un finanziamento pari a quello richiesto nella candidatura stessa. Il finanziamento richiesto può essere ridotto in base alle disposizioni finanziarie applicabili all'azione e ai risultati della valutazione.

 

Priorità

A seconda dei paesi coinvolti nel progetto possono essere definite priorità nazionali, regionali o trasversali per entrambe le categorie di progetti (progetti congiunti e progetti strutturali). In una simile eventualità, i progetti dovranno dimostrare il modo e la misura in cui intendono affrontare le priorità in questione.

Le proposte che non rispettano le priorità nazionali e/o regionali non saranno considerate per il finanziamento. Le priorità trasversali saranno prese in considerazione durante la fase di selezione per decidere tra proposte di qualità simile.

Sono proposte tre categorie di priorità nazionali/regionali nei seguenti ambiti:

  • miglioramento della qualità dell'istruzione e della formazione in diversi ambiti tematici (per lo sviluppo dei programmi)
  • miglioramento della gestione e del funzionamento degli istituti d'istruzione superiore
  • sviluppo del settore dell'istruzione superiore nell'ambito della società in senso lato.

I progetti nazionali relativi ai paesi per i quali sono state definite priorità dovranno conformarsi alle priorità nazionali. Per gli altri paesi, i progetti dovranno rispettare le priorità regionali.

I progetti afferenti a più paesi, ossia quelli che coinvolgono istituti di almeno due paesi partner ammissibili, devono rispettare le priorità regionali o nazionali (se pertinenti) dei paesi partner ammissibili partecipanti interessati. In altre parole, l'argomento del progetto deve risultare come priorità regionale per ciascuno dei paesi partner partecipanti e come priorità nazionale per ciascuno dei paesi partner partecipanti interessati. Sarà accordata preferenza ai progetti che vertono su ambiti tematici non sufficientemente affrontati da progetti passati o in corso e che coinvolgono istituti d'istruzione superiore di paesi partner che non hanno mai beneficiato del programma e/o di precedenti versioni del programma, oppure vi hanno partecipato in misura limitata.

L'elenco dettagliato delle priorità applicabili ai progetti di sviluppo delle capacità sarà pubblicata sui siti web dell'Agenzia esecutiva.

 

COS'ALTRO OCCORRE SAPERE SU UN PROGETTO DI SVILUPPO DELLE CAPACITÀ?

Lo sviluppo delle capacità nell'istruzione superiore avviene nel contesto delle priorità ”Nuovo consenso UE allo sviluppo”12.

Cooperazione regionale

La cooperazione regionale (tra paesi all'interno della stessa regione) e transregionale (tra diverse regioni del mondo) dovrebbe essere pertinente e giustificata da un'analisi dettagliata delle esigenze e degli obiettivi comuni. La scelta dei paesi deve essere adeguata e coerente con gli obiettivi proposti, in particolari nei casi in cui riguarda i paesi di regioni diverse. La cooperazione è possibile nell'ambito di progetti afferenti a più paesi, a condizione che l'argomento della proposta sia elencato come una priorità regionale o nazionale (se pertinente) per tutti i paesi partner ammissibili interessati.

Impatto e diffusione

I progetti di sviluppo delle capacità dovrebbero avere un impatto strutturale a lungo termine su sistemi, organizzazioni/istituti e persone nei paesi partner ammissibili. I progetti dovranno dimostrare il proprio carattere innovativo, l'impatto e la sostenibilità dei loro risultati e il modo in cui intendono mantenere o sviluppare i risultati dopo la fine del progetto. Laddove applicabile, i progetti dovrebbero dimostrare di basarsi sui risultati di progetti precedenti finanziati con risorse dell'UE, ad esempio tramite i precedenti programmi Alfa, Edulink, Erasmus Mundus e Tempus. Ogni proposta deve dimostrare le modalità di diffusione dei risultati del progetto tra i rispettivi gruppi di beneficiari. Non verranno selezionate proposte di progetti strutturali che mirano essenzialmente a esercitare un impatto a livello istituzionale senza dimostrare che il progetto produca effetti a livello nazionale.

 

QUALI SONO LE NORME DI FINANZIAMENTO PER I PROGETTI DI SVILUPPO DELLE CAPACITÀ (CONGIUNTI E STRUTTURALI)?

Il sostegno finanziario ai progetti di sviluppo delle capacità Erasmus+ si basa su una stima di bilancio che associa un contributo per costi unitari e costi effettivi.

I progetti di sviluppo delle capacità nel settore dell'istruzione superiore devono sostenere un'ampia serie di costi, compresi i costi del personale, i costi di viaggio e soggiorno, i costi per le attrezzature, i costi per il subappalto, i costi legati alle attività di diffusione e informazione, editoria e traduzione, i costi generali ecc.

Con il termine "sovvenzione" si intende l'importo del finanziamento che può essere richiesto dal programma e rappresenta il contributo finanziario dell'Unione europea al progetto. Non va confuso con i costi totali di un progetto, che comprendono anche il cofinanziamento da istituti partner e soggetti interessati esterni.

La sovvenzione dell'UE ai progetti deve essere considerata un contributo alla copertura di parte dei costi effettivi sostenuti dagli istituti partner per lo svolgimento delle attività previste dalla domanda/dal progetto. La partecipazione a un progetto di sviluppo delle capacità richiede necessariamente il cofinanziamento da parte degli istituti beneficiari. L'importo del cofinanziamento deve pertanto essere stimato dai partner di progetto in fase iniziale, durante la preparazione della domanda.

Il principio del cofinanziamento è stato preso in considerazione per la definizione dell'approccio di finanziamento, in particolare per la definizione del livello del contributo per i costi unitari impiegati per calcolare il bilancio/finanziamento del progetto. Ne consegue che i richiedenti e i beneficiari dovranno indicare nel dettaglio il cofinanziamento disponibile a fini di informazione e trasparenza. Non sono richiesti documenti giustificativi relativi alle spese sostenute.

Sebbene per l'attuazione del progetto possa essere necessario sostenere altri tipi di spesa (ad esempio costi legati alle attività di diffusione, pubblicazione e traduzione se non vengono subappaltate e spese generali), queste non saranno prese in considerazione ai fini del calcolo del finanziamento proposto. Ne consegue che tali costi debbano essere coperti attraverso il cofinanziamento.

La rendicontazione finanziaria per le voci di bilancio basate sul contributo per i costi unitari (contributo ai costi del personale, costi di viaggio e costi per il soggiorno) si baserà sul principio della "causa scatenante". I beneficiari dovranno dimostrare che le attività sono state effettivamente e opportunamente attuate e che i risultati sono stati prodotti, ma non saranno obbligati a riferire in merito all'uso dei fondi. Ne consegue che, una volta che i requisiti in termini di attività e di obiettivi da raggiungere sono soddisfatti, i beneficiari godranno di ampia flessibilità nella gestione dei fondi concessi a copertura delle spese necessarie all'attuazione del progetto.

La rendicontazione finanziaria per voci di bilancio basate sui costi effettivi (attrezzature e subappalto) si baserà sulle spese effettivamente sostenute, che dovranno essere opportunamente documentate (cfr. sotto).

La sovvenzione proposta non supererà mai l'importo della sovvenzione richiesta e dipenderà dai seguenti fattori:

  • l'importo del finanziamento richiesto dal richiedente, l'ammissibilità delle attività e l'efficienza del progetto sotto il profilo dei costi
  • il bilancio complessivo disponibile per i progetti di sviluppo delle capacità.

Le modalità dettagliate relative all'attuazione finanziaria del progetto devono essere concordate dalle parti e formalizzate nell'ambito di un accordo di partenariato da sottoscriversi all'avvio del progetto.

 

Cos'altro occorre sapere su questa azione?

Costi eccezionali per viaggi costosi

I richiedenti potranno richiedere un sostegno finanziario per i costi dei viaggi costosi alla voce di bilancio “Costi eccezionali” (fino a un massimo dell’80% dei costi ammissibili totali: vedere la sezione “Quali sono le norme di finanziamento?”). Ciò sarà consentito nel caso in cui i richiedenti siano in grado di dimostrare che le norme di finanziamento standard (basate sui costi unitari per fascia di distanza del viaggio) non coprono almeno il 65% dei costi di viaggio dei partecipanti. Se accordati, i costi eccezionali per viaggi costosi sostituiranno la sovvenzione di viaggio standard.

 

Il finanziamento del progetto deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in EUR).

Sovvenzione UE minima per progetti congiunti e strutturali: 500 000 EUR

Sovvenzione UE massima per progetti congiunti e strutturali: 1 000 000 EUR

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Somma / soglia massima

Norma di assegnazione

Costi del personale

Contributo ai costi del personale per lo svolgimento di compiti direttamente necessari al raggiungimento degli obiettivi del progetto

Contributo ai costi unitari

B4.1 per dirigente coinvolto per giornata di lavoro al progetto

Max. 40% del totale della sovvenzione

Condizione: i richiedenti dovranno giustificare il tipo e il volume delle risorse necessarie in relazione all'attuazione delle attività e delle realizzazioni proposte. Il contributo è erogato a condizione che la retribuzione per gli stessi compiti sia rimborsata una sola volta.

B4.2 per ricercatore/insegnante/formatore coinvolto per giornata di lavoro al progetto

B4.3 per tecnico coinvolto per giornata di lavoro al progetto

B4.4 per membro del personale amministrativo coinvolto per giornata di lavoro al progetto

Spese di viaggio

Contributo per le spese di viaggio di studenti e personale coinvolti nel progetto, dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno (comprese le spese per i visti e la relativa copertura assicurativa obbligatoria, l'assicurazione di viaggio e i costi di cancellazione, se giustificati).

Le attività e i relativi spostamenti devono effettuarsi nei paesi coinvolti nel progetto. Ogni eccezione a tale regola deve essere autorizzata dall'Agenzia. Cfr. l'allegato I di questa guida per l'elenco dettagliato delle attività ammissibili.

Contributo ai costi unitari

Per distanze tra i 10 e i 99 km:

20 EUR per partecipante

In base alle distanze di viaggio per partecipante. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore delle distanze della Commissione europea13. Per calcolare l'importo della sovvenzione UE a copertura del viaggio di andata e ritorno, il richiedente deve indicare la distanza di un viaggio di andata14 . Viene offerto sostegno finanziario solo ai viaggi direttamente relativi al conseguimento degli obiettivi del progetto.

Per distanze tra i 100 e i 499 km:

180 EUR per partecipante

Per distanze tra i 500 e i 1 999 km:

 275 EUR per partecipante

Per distanze tra i 2 000 e i 2 999 km:

360 EUR per partecipante

Per distanze tra i 3 000 e i 3 999 km: 530 EUR per partecipante

Per distanze tra i 4 000 e i 7 999 km:

820 EUR per partecipante

Per distanze di 8 000 km o più:

1 500 EUR per partecipante

Costi del soggiorno

Costi di soggiorno, alloggio, trasporti locali e pubblici, come bus e taxi, assicurazione personale o sanitaria facoltativa.

Contributo ai costi unitari

Personale

fino al 14° giorno di attività: 120 EUR al giorno per partecipante

+

Tra il 15° e il 60° giorno di attività: 70 EUR al giorno per partecipante

+

tra il 61° giorno di attività fino a 3 mesi: 50 EUR al giorno per partecipante

In base alla durata del soggiorno dei partecipanti (incluso il viaggio).

Studenti

fino al 14° giorno di attività: 55 EUR al giorno per partecipante

+

tra il 15° e il 90° giorno di attività: 40 EUR al giorno per partecipante

Attrezzature

Contributo all'acquisto di attrezzature necessarie all'attuazione del progetto. Il sostegno è offerto solo per le attrezzature acquistate a beneficio degli IIS nei paesi partner

Costi effettivi

100% dei costi ammissibili

Max. 30% del totale della sovvenzione

Condizione: la richiesta di sostegno finanziario a copertura di questi costi deve essere motivata nella candidatura.

Subappalto

Sostegno ai costi per le attività di subappalto necessarie all'attuazione del progetto, compresi, in particolare, i costi per gli audit finanziari obbligatori (certificato di audit) e ogni altra procedura di garanzia di qualità.

 

Non è ammissibile il subappalto dei compiti relativi alla gestione del progetto.

Costi effettivi

100% dei costi ammissibili

Max. 10% del totale della sovvenzione

Il subappalto a enti esterni dovrebbe essere occasionale. Le competenze specifiche e le abilità particolari necessarie al conseguimento degli obiettivi del progetto dovrebbero essere disponibili in seno al consorzio e determinarne la composizione.

Costi eccezionali Spese di viaggio particolarmente elevate per i partecipanti (per dettagli cfr. la sezione "Cos'altro occorre sapere su questa azione?") Costi effettivi Spese di viaggio elevate: massimo 80% dei costi ammissibili  

 

Tabella A- Costi del personale (importi giornalieri in Euro) - Paesi aderenti al Programma

La categoria di personale da impiegare dipenderà dalle attività che dovranno essere svolte nell'ambito del progetto e non dallo stato o dal titolo del singolo individuo. In altri termini, i costi del personale relativi, ad esempio, a una mansione amministrativa svolta da personale accademico dovrebbero essere imputati alla voce "Personale amministrativo". Le modalità di remunerazione effettive del personale coinvolto nel progetto saranno definite congiuntamente dalle organizzazioni coinvolte nel progetto e approvate dai responsabili della loro attività lavorativa, e faranno parte dell'accordo di partenariato che i partner sottoscriveranno all'inizio del progetto.

Il costo unitario applicabile per il calcolo della sovvenzione sarà quello del paese in cui il membro del personale è impiegato, indipendentemente dal luogo di esecuzione delle mansioni (ad esempio, per un membro del personale di un'organizzazione del paese A che lavora, in parte, nel paese B verranno presi in considerazione i costi unitari applicati nel paese A).

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Animatore giovanile

Tecnico

Personale amministrativo15

 

B4.1

B4.2

B4.3

B4.4

Danimarca, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Liechtenstein, Norvegia

294

241

190

157

Belgio, Germania, Francia, Italia, Finlandia, Regno Unito, Islanda

280

214

162

131

Repubblica ceca, Grecia, Spagna, Cipro, Malta, Portogallo, Slovenia

164

137

102

78

Bulgaria, Estonia, Croazia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Macedonia del Nord, Turchia

88

74

55

39

Tabella B- Costi del personale (importi giornalieri in Euro) - Paesi partner

La categoria di personale da impiegare dipenderà dalle attività che dovranno essere svolte nell'ambito del progetto e non dallo stato o dal titolo del singolo individuo. In altri termini, i costi del personale relativi, ad esempio, a una mansione amministrativa svolta da personale accademico dovrebbero essere imputati alla voce "Personale amministrativo". Le modalità di remunerazione effettive del personale coinvolto nel progetto saranno definite congiuntamente dalle organizzazioni coinvolte nel progetto e approvate dai responsabili della loro attività lavorativa, e faranno parte dell'accordo di partenariato che i partner sottoscriveranno all'inizio del progetto.

Il costo unitario applicabile per il calcolo della sovvenzione sarà quello del paese in cui il membro del personale è impiegato, indipendentemente dal luogo di esecuzione delle mansioni (ad esempio, per un membro del personale di un'organizzazione del paese A che lavora, in parte, nel paese B verranno presi in considerazione i costi unitari applicati nel paese A).

 

Dirigente

Insegnante/Formatore/Ricercatore

Tecnico

Personale amministrativo16

 

B4.1

B4.2

B4.3

B4.4

Israele

166

132

102

92

Albania, Angola, Antigua e Barbuda, Argentina, Barbados, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Colombia, Comore, Isole Cook, Dominica, Gabon, Grenada, Repubblica della Costa d'Avorio, Kosovo17, Libano, Libia, Messico, Montenegro, Nigeria, Perù, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Sao Tomé e Principe, Seychelles, Thailandia, territorio dell'Ucraina riconosciuto dal diritto internazionale, Venezuela, Zambia, Zimbabwe.

108

80

57

45

Afghanistan, Azerbaigian, Bahamas, Bolivia, Burkina Faso, Camerun, Cina, Congo, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Georgia, Gibuti, Guatemala, Guinea-Bissau, Haiti, Iran, Iraq, Giamaica, Giordania, Kazakhstan, Kenya, Marocco, Micronesia, Mozambico, Namibia, Palestina18, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Senegal, Sud Africa, Suriname, Swaziland, territorio della Russia come riconosciuto dal diritto internazionale, Trinidad e Tobago, Vanuatu.

77

57

40

32

Algeria, Armenia, Bangladesh, Bielorussia, Belize, Benin, Bhutan, Birmania/Myanmar, Botswana, , Burundi, Cambogia, Capo Verde, Ciad, Congo, Congo-Repubblica democratica, Cuba, Corea (RDP), Egitto, Eritrea, Etiopia, Filippine, Guinea Equatoriale, Isole Figi, Isole Marshall, Gambia, Ghana, Guinea, Guyana, Honduras, India, Indonesia, Kiribati, Kirghizistan, Laos, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Maldive, Mali, Mauritania, Mauritius, Moldova, Mongolia, Nauru, Nepal, Nicaragua, Niger, Niue, Pakistan, Palau, Repubblica centrafricana, Ruanda, Samoa, Sierra Leone, Solomon, Somalia, Sudan del Sud, Sri Lanka, Siria, Sudan, Tagikistan, Tanzania, Timor Est- Repubblica democratica, Togo, Tonga, Tunisia, Turkmenistan, Tuvalu, Uganda, Uzbekistan, Vietnam, Yemen.

47

33

22

17

  • 1. https://ec.europa.eu/europeaid/new-european-consensus-development-our-world-our-dignity-our-future_en
  • 2. “L’istruzione superiore europea nel mondo”, comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, Bruxelles, 11.7.2013 COM(2013) 499 definitiva
  • 3. REGOLAMENTO (UE) n. 232/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO, dell'11 marzo 2014, che istituisce uno strumento europeo di vicinato http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2014:077:0027:0043:IT:PDF
  • 4.

    Regolamento (CE) n. 233/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 marzo 2014, che istituisce uno strumento per il finanziamento della cooperazione allo sviluppo per il periodo 2014-2020
    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2014:077:0044:0076:IT:PDF

  • 5.

    REGOLAMENTO (UE) n. 231/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'11 marzo 2014 , che istituisce uno strumento di assistenza preadesione (IPA II)
    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2014:077:0011:0026:IT:PDF

  • 6. Nel quadro di questa azione, per regione si intende un gruppo di paesi appartenenti a una determinata macroarea geografica. La classificazione delle regioni nell'ambito del programma Erasmus+ è in linea con le categorizzazioni realizzate di diversi strumenti relativi alle azioni esterne dell'UE.
  • 7. Il mandato, debitamente sottoscritto dal rappresentante legale dell'organizzazione partner, costituirà un allegato all'accordo di sovvenzione e ha pertanto valore legale. Il modello messo a disposizione dall'agenzia deve essere utilizzato senza apportarvi modifiche o integrazioni. I mandati devono essere previsti utilizzando il modello pubblicato con i documenti ufficiali relativi al presente bando.
  • 8. Le seguenti tipologie di organizzazioni non sono ammissibili:
    • istituzioni UE e altri organismi UE incluse le agenzie specializzate (la lista completa è disponibile all'indirizzo http://europa.eu/institutions/index_it.htm) uffici nazionali Erasmus+ nei paesi partner ammissibili (al fine di evitare un possibile conflitto di interessi e/o doppi finanziamenti)
    • Uffici nazionali Erasmus+ nei Paesi partner ammissibili (per evitare possibili conflitti d’interesse e/o doppi finanziamenti);
    • organizzazioni che gestiscono programmi dell'UE, ad esempio le Agenzie nazionali nei paesi aderenti al Programma, devono fare riferimento a quanto indicato nella parte C della presente guida.
    • 9. Classificazione internazionale dell'istruzione (ISCED 2011), istruzione terziaria, almeno livello 5. Il livello 4 dell'istruzione post-secondaria non terziaria dell'ISCED 2011 non può essere accettato.
    • 10. Nel quadro di questa azione, per regione si intende un gruppo di paesi appartenenti a una determinata macroarea geografica. La classificazione delle regioni nell'ambito del programma Erasmus+ è in linea con le categorizzazioni realizzate di diversi strumenti relativi alle azioni esterne dell'UE.
    • 11. Gli importi indicativi disponibili per regione sono pubblicati sul seguente sito Web: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding_en
    • 12. https://ec.europa.eu/europeaid/new-european-consensus-development-our-world-our-dignity-our-future_en
    • 13. Calcolatore delle distanze: http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools/distance_it.htm
    • 14. Ad esempio, se un cittadino di Roma (Italia) partecipa a un'attività che si svolge a Madrid (Spagna), il richiedente dovrà a) calcolare la distanza tra Roma e Madrid (1 365,28 km); b) selezionare la fascia della distanza di viaggio applicabile (ad esempio, tra 500 e 1 999 km) e c) calcolare la sovvenzione UE che offre un contributo ai costi del viaggio andata e ritorno del partecipante che si reca da Roma a Madrid (275 EUR).
    • 15. Gli studenti possono lavorare al progetto e i loro stipendi possono essere coperti da risorse relative ai costi del personale (personale amministrativo), a condizione che abbiano sottoscritto un contratto di lavoro con un istituto membro del consorzio.
    • 16. Gli studenti possono lavorare al progetto e i loro stipendi possono essere coperti da risorse relative ai costi del personale (personale amministrativo), a condizione che abbiano sottoscritto un contratto di lavoro con un istituto membro del consorzio.
    • 17. Tale designazione non pregiudica le posizioni riguardo allo status ed è in linea con la risoluzione 1244 dell'UNSC e con il parere della CIG sulla dichiarazione di indipendenza del Kosovo.
    • 18. La denominazione non è da intendersi come il riconoscimento di uno stato della Palestina e non pregiudica le posizioni dei singoli stati membri sulla questione.