Indice
Cerca nella guida

Progetto di mobilità per il personale docente delle scuole

Questo progetto di mobilità può comprendere una o più delle seguenti attività.

Mobilità del personale

  • Attività di insegnamento: questa attività consente ai docenti o ad altro personale della scuola di insegnare in una scuola partner all'estero
  • Corsi strutturati o eventi di formazione all'estero: sostengono lo sviluppo professionale di docenti, dirigenti scolastici o altro personale della scuola
  • Job shadowing: offre a docenti, dirigenti scolastici o ad altro personale della scuola l'opportunità di trascorrere un periodo all'estero in una scuola partner o altra organizzazione pertinente attiva nel settore dell'istruzione scolastica.

Queste attività sono anche un'opportunità per gli insegnanti di acquisire competenze nel gestire le esigenze degli alunni provenienti da ambienti svantaggiati. Data l'attuale situazione dei migranti, dei rifugiati e dei richiedenti asilo, particolare attenzione verrà riservata anche al finanziamento di progetti per l'aggiornamento degli insegnanti in ambiti come la formazione dei bambini rifugiati, le classi interculturali, l'insegnamento agli alunni nella loro seconda lingua, la tolleranza e la diversità in classe.

 

Qual è il ruolo delle organizzazioni che partecipano a questo progetto?

Le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto di mobilità assumono i ruoli e i compiti indicati di seguito.

  • Organizzazione richiedente: responsabile della presentazione della candidatura per il progetto di mobilità, della firma e della gestione della convenzione di sovvenzione e della presentazione delle relazioni. Se l'organizzazione candidata è una scuola, funge anche da organizzazione di invio. Il richiedente può essere il coordinatore di un consorzio: responsabile della gestione di un consorzio nazionale di mobilità tra organizzazioni partner dello stesso paese, finalizzato a inviare personale docente a svolgere attività all'estero.
  • Organizzazione di invio: responsabile della selezione di insegnanti e altro personale docente e del loro invio all'estero.
  • Organizzazione ospitante: incaricata di accogliere gli insegnanti e altro personale docente e di offrire loro un programma di attività, oppure di beneficiare di un'attività di insegnamento da loro impartita.

Il ruolo specifico dell'organizzazione ospitante dipende dal tipo di attività e dalla relazione con l'organizzazione di invio. L'organizzazione ospitante può essere:

  • un fornitore di corsi (in caso di partecipazione a un corso strutturato o a un evento di formazione)
  • una scuola partner o altra organizzazione pertinente (in caso per esempio di affiancamento lavorativo o incarico di insegnamento). In tal caso, le organizzazioni di invio e ospitanti, insieme ai partecipanti, dovranno sottoscrivere un accordo prima dell'inizio dell'attività. Tale accordo dovrà definire gli obiettivi e le attività per il periodo all'estero e specificare i diritti e gli obblighi di ciascuna parte.

Erasmus+ finanzia attività di mobilità ai fini dell'apprendimento del personale che:

  • sono inquadrate in un piano di sviluppo europeo delle organizzazioni di invio (finalizzato a modernizzare e internazionalizzare la loro missione)
  • rispondono a esigenze di sviluppo del personale chiaramente identificate
  • sono accompagnate da adeguate misure di selezione, preparazione e follow-up
  • garantiscono che i risultati dell'apprendimento del personale partecipante siano adeguatamente riconosciuti
  • garantiscono che i risultati dell'apprendimento siano diffusi e ampiamente impiegati all'interno dell'organizzazione.

 

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di questo progetto?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione scolastica deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+.

 

Criteri di ammissibilità

Attività ammissibili

Un progetto di mobilità scolastica deve comprendere una o più delle seguenti attività:

  • attività di insegnamento
  • corsi strutturati o eventi di formazione all'estero
  • job shadowing.

Organizzazioni partecipanti ammissibili

  • Compiti di insegnamento

Le organizzazioni di invio e ospitanti devono essere scuole (ossia istituti che forniscano istruzione generale, professionale o tecnica a ogni livello, dall'istruzione prescolastica a quella secondaria superiore)1.

  • Corsi strutturati, eventi di formazione e job shadowing:

L’organizzazione di invio deve essere una scuola o il coordinatore di un consorzio nazionale di mobilità.

L'organizzazione ospitante può essere:

  • una scuola
  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata attiva nel mercato del lavoro o nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù. Ad esempio:
    • una scuola/istituto/centro educativo di istruzione e formazione professionale o di istruzione degli adulti
    • un istituto d'istruzione superiore
    • un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali)
    • una parte sociale o altro rappresentante del mondo del lavoro, comprese camere di commercio, ordini di artigiani o professionisti e associazioni sindacali
    • un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale
    • un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG
    • un istituto di ricerca
    • una fondazione
    • un organismo per l'orientamento professionale, la consulenza professionale e i servizi di informazione
    • un'organizzazione che fornisce corsi o formazione.

Per le domande presentate da un consorzio nazionale di mobilità, le organizzazioni coordinatrici idonee sono definite dall’Autorità nazionale nel Paese2 e possono comprendere:

l'organizzazione di coordinamento può essere:

  • autorità scolastiche locali o regionali;
  • enti di coordinamento scolastico;
  • scuole

Tutte le altre organizzazioni coinvolte nel consorzio nazionale di mobilità devono essere scuole.

Se il coordinatore del consorzio nazionale di mobilità è un’autorità scolastica o un ente di coordinamento, le scuole del consorzio devono essere correlate dal punto di vista organizzativo al coordinatore del consorzio. Se il coordinatore è una scuola, la giustificazione della formazione del consorzio sarà compresa nella domanda relativa al progetto, illustrando i motivi sulla formazione del consorzio e la capacità del coordinatore di dirigere il progetto.

Tutte le organizzazioni partecipanti deve avere sede in Paese aderente al Programma.

Chi può fare domanda?

  • Una scuola che invia il proprio personale all'estero (domanda individuale)
  • Il coordinatore di un consorzio nazionale di mobilità (domanda del consorzio)

Gli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Numero di organizzazioni partecipanti

Un'attività di mobilità è transnazionale e coinvolge almeno due organizzazioni partecipanti (almeno un'organizzazione di invio e una ospitante) di diversi paesi. Non è necessario che le organizzazioni ospitanti siano identificate al momento della presentazione di una domanda di sovvenzione.

In caso di progetti presentati da un consorzio nazionale di mobilità, tutti i membri del consorzio devono provenire dallo stesso paese aderente al Programma e devono essere identificati al momento della presentazione della domanda di sovvenzione. Un consorzio deve comprendere almeno 3 organizzazioni (il coordinatore e almeno due scuole).

Durata del progetto

Da 1 a 2 anni. Il richiedente deve scegliere la durata nella fase di presentazione della domanda, sulla base dell'obiettivo del progetto e del tipo di attività pianificate nel tempo.

Durata dell'attività

Da 2 giorni a 2 mesi, escluso il tempo di viaggio.

I 2 giorni minimi devono essere consecutivi.

Sede (o sedi) dell'attività

Le attività di mobilità devono essere svolte all'estero, in un altro paese aderente al Programma.

Partecipanti ammissibili

Personale responsabile dell'istruzione scolastica (personale docente e non, compresi dirigenti scolastici, ecc.), e altro personale del settore dell'istruzione (ispettori scolastici, consulenti scolastici, consulenti pedagogici, psicologi, ecc.) coinvolto nello sviluppo strategico della o delle scuole di invio.

Il personale delle autorità scolastiche locali o regionali e degli enti di coordinamento scolastico che dirigono un consorzio nazionale di mobilità e che sono coinvolti nelle politiche scolastiche, nello sviluppo scolastico o in altre attività di importanza strategica per il settore scolastico.

Tutti i partecipanti devono essere impiegati presso l’organizzazione di invio.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia nazionale del paese in cui ha sede l'organizzazione richiedente3.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro il 5 febbraio alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti il cui avvio è previsto tra il 1º giugno e il 31 dicembre dello stesso anno.

Possibile scadenza aggiuntiva

In caso di disponibilità di fondi residui, le Agenzie nazionali possono prevedere un secondo ciclo di presentazione delle candidature, che sarà soggetto alle stesse norme già definite in questa guida. Le Agenzie nazionali ne daranno informazione attraverso il loro sito web.

Qualora venga predisposto un secondo ciclo di presentazione delle candidature, i richiedenti dovranno presentare la loro domanda di sovvenzione entro il  ottobre alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti il cui avvio è previsto tra il 1º gennaio ed il 31 maggio dell'anno successivo.

Come fare domanda?

Cfr. la parte C di questa guida per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

Altri criteri

Le organizzazioni e i consorzi nazionali di mobilità possono fare domanda solo una volta per ogni ciclo di selezioni. Tuttavia, una stessa organizzazione può coordinare o far parte di diversi consorzi nazionali di mobilità che fanno domanda contemporaneamente.

 

Le organizzazioni candidate saranno valutate secondo i pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

 

Criteri di aggiudicazione

I progetti saranno valutati secondi i criteri illustrati di seguito.

Pertinenza del progetto

(massimo 30 punti)

 

  • La pertinenza della proposta rispetto ai seguenti punti:
  • gli obiettivi dell'azione (cfr. la sezione "Quali sono gli obiettivi di un progetto di mobilità?")
  • le necessità e gli obiettivi delle organizzazioni partecipanti e dei singoli partecipanti, specificati nel piano di sviluppo europeo.
  • L'idoneità della proposta rispetto ai seguenti obiettivi:
  • produrre risultati di apprendimento di alta qualità per i partecipanti
  • rafforzare le capacità e la portata internazionale delle organizzazioni partecipanti.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

(massimo 40 punti)

 

 

  • La chiarezza, completezza e qualità di tutte le fasi della proposta di progetto (relativa preparazione, attuazione delle attività di mobilità e follow-up).
  • La congruenza tra gli obiettivi del progetto e le attività proposte
  • La qualità del piano di sviluppo europeo dell'organizzazione richiedente.
  • L'adeguatezza delle misure per la selezione e/o il coinvolgimento dei partecipanti nelle attività di mobilità.
  • La qualità delle disposizioni pratico-organizzative e delle modalità gestionali e di supporto.
  • In caso di consorzi nazionali di mobilità: appropriatezza della composizione del consorzio, potenziale di sinergie all’interno del consorzio, e la capacità del coordinare di dirigere il progetto;
  • La qualità della preparazione fornita ai partecipanti.
  • La qualità delle disposizioni per il riconoscimento e la convalida dei risultati di apprendimento dei partecipanti, nonché l'uso coerente degli strumenti di trasparenza e riconoscimento europei.

Impatto e diffusione

(massimo 30 punti)

 

  • La qualità delle misure per la valutazione degli esiti del progetto
  • Il potenziale impatto del progetto:
  • sui singoli partecipanti e sulle organizzazioni partecipanti, durante e dopo l'arco della durata del progetto
  • al di fuori delle organizzazioni e dei soggetti che partecipano direttamente al progetto, a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.
  • L'adeguatezza e la qualità delle misure che mirano alla diffusione degli esiti del progetto tra le organizzazioni partecipanti e al di fuori di esse.

 

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre, devono ottenere almeno la metà dei punti massimi in ogni categoria dei criteri di assegnazione summenzionati (cioè minimo 15 punti per le categorie "Pertinenza del progetto" e "Impatto e diffusione" e 20 punti per la categoria "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto").

 

Cos'altro occorre sapere su questa azione?

Costi eccezionali per viaggi costosi

I richiedenti dei progetti di mobilità potranno richiedere un sostegno finanziario per i costi dei viaggi dei partecipanti sotto la voce di bilancio “Costi eccezionali” (fino a un massimo dell’80% dei costi ammissibili totali: vedere “Quali sono le norme di finanziamento?”). Ciò sarà consentito nel caso in cui i richiedenti siano in grado di dimostrare che le norme di finanziamento standard (basate sui costi unitari per fascia di distanza del viaggio) non coprono almeno il 70% delle spese di viaggio dei partecipanti. Se accordati, i costi eccezionali per viaggi costosi sostituiranno la sovvenzione di viaggio standard.

 

Altre informazioni

Ulteriori criteri vincolanti e informazioni utili aggiuntive riguardanti questa azione sono reperibili nell'allegato I della presente guida. Si invitano le organizzazioni interessate a leggere attentamente le sezioni pertinenti dell'allegato prima di fare domanda di sostegno finanziario.

 

Quali sono le norme di finanziamento?

Il bilancio del progetto di mobilità deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in EUR).

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Viaggio

Contributo per i costi di viaggio dei partecipanti, inclusi gli accompagnatori, dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno

Contributo ai costi unitari

Per distanze tra i 10 e i 99 km:

20 EUR per partecipante

In base alle distanze di viaggio per partecipante. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea4. Per calcolare l'importo della sovvenzione UE a copertura del viaggio di andata e ritorno, il richiedente deve indicare la distanza di un viaggio di andata5

 

Per distanze tra i 100 e i 499 km:

180 EUR per partecipante

Per distanze tra i 500 e i 1 999 km:

275 EUR per partecipante

Per distanze tra i 2 000 e i 2 999 km:

360 EUR per partecipante

Per distanze tra i 3 000 e i 3 999 km:

530 EUR per partecipante

Per distanze tra i 4 000 e i 7 999 km:

820 EUR per partecipante

Per distanze di 8 000 km o più:

1 500 EUR per partecipante

Sostegno organizzativo

I costi direttamente connessi all'attuazione delle attività di mobilità (escluso il soggiorno dei partecipanti), compresi la preparazione (pedagogica, interculturale, linguistica), il monitoraggio e il sostegno dei partecipanti durante la mobilità, la convalida dei risultati di apprendimento, le attività di diffusione

Contributo ai costi unitari

fino al 100° partecipante: 350 EUR per partecipante

+

oltre il 100° partecipante: 200 EUR per ogni ulteriore partecipante

In base al numero dei partecipanti

Sostegno individuale

Costi direttamente collegati al soggiorno dei partecipanti, compresi gli accompagnatori, durante l'attività

Contributo ai costi unitari

Fino al 14° giorno di attività: A3.1 al giorno per partecipante

+

Tra il 15° e il 60° giorno di attività: 70% dell'A3.1 al giorno per partecipante

In base alle distanze di viaggio per partecipante (comprendendo, se necessario, anche un giorno di viaggio prima e uno dopo l'attività).

Quote di iscrizione

Costi direttamente connessi al pagamento delle quote di iscrizione ai corsi

Contributo ai costi unitari

70 EUR per partecipante al giorno

Massimo 700 EUR per partecipante al progetto di mobilità

Condizione: la richiesta di sostegno finanziario a copertura delle quote di iscrizione, delle esigenze speciali e dei costi eccezionali deve essere motivata nella candidatura

Sostegno destinato alle persone con esigenze speciali

Costi aggiuntivi direttamente connessi ai partecipanti con disabilità e ai loro accompagnatori (compresi i costi di viaggio e soggiorno, se giustificati, e a condizione che la sovvenzione per questi partecipanti non sia richiesta mediante le categorie di bilancio "Viaggi" e "Sostegno individuale").

Costi effettivi

100% dei costi ammissibili

Costi eccezionali

 

 

Costi di una garanzia finanziaria, se richiesta dall'Agenzia nazionale.

 

 

 

Spese di viaggio particolarmente elevate per i partecipanti (per dettagli cfr. la sezione "Cos'altro occorre sapere su questa azione?")

 

Costi effettivi

75% dei costi ammissibili

 

 

 

 

Spese di viaggio elevate: massimo 80% dei costi ammissibili

 

Tabella 1 – Sostegno individuale (importi in EUR al giorno)

Gli importi dipendono dal paese in cui si svolge l'attività. Ciascuna Agenzia nazionale definirà, sulla base di criteri oggettivi e trasparenti, gli importi applicabili ai progetti presentati nel loro paese. Questi importi saranno fissati tra i valori massimi e minimi riportati nella tabella in basso. Gli importi esatti saranno pubblicati sul sito Internet di ciascuna Agenzia nazionale.

 

Paese ospitante

 

 

Mobilità del personale

Min-Max (al giorno)

A3.1

Gruppo 1:

Norvegia, Danimarca, Lussemburgo, Regno Unito, Islanda, Svezia, Irlanda, Finlandia, Liechtenstein

80-180

Gruppo 2:

Paesi Bassi, Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Spagna, Cipro, Grecia, Malta, Portogallo

70-160

Gruppo 3:

Slovenia, Estonia, Lettonia, Croazia, Slovacchia, Repubblica ceca, Lituania, Turchia, Ungheria, Polonia, Romania, Bulgaria, Macedonia del Nord, Serbia

60-140

  • 1. Consultare l'elenco delle scuole ammissibili in ciascun paese. Per maggiori informazioni, contattare l'Agenzia nazionale nel paese.
  • 2. Consultare l'elenco delle organizzazioni ammissibili in ciascun paese. Per maggiori informazioni, contattare l'Agenzia nazionale nel paese.
  • 3. N.B.: le scuole che si trovano sotto la supervisione delle autorità nazionali di un altro paese (ad esempio lycée français, scuole tedesche, "Forces Schools" del Regno Unito) devono fare domanda all'autorità nazionale del paese di supervisione.
  • 4. http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/distance-calculator_it
  • 5. Ad esempio, se un cittadino di Roma (Italia) partecipa a un'attività che si svolge a Madrid (Spagna), il richiedente dovrà a) calcolare la distanza tra Roma e Madrid (1 365,28 km); b) selezionare la fascia della distanza di viaggio applicabile (ad esempio, tra 500 e 1 999 km) e c) calcolare la sovvenzione UE che offre un contributo ai costi del viaggio andata e ritorno del partecipante che si reca da Roma a Madrid (275 EUR).