Indice
Cerca nella guida

Progetti di mobilità per i giovani e gli animatori giovanili

Nel 2019, nella selezione dei progetti verrà posta particolare attenzione a1:

  • coinvolgere i giovani marginalizzati, promuovere la diversità, il dialogo interculturale e inter-religioso; i valori comuni della libertà, della tolleranza e del rispetto dei diritti umani; i progetti che stimolano l'alfabetizzazione ai media, il pensiero critico e lo spirito d'iniziativa dei giovani;
  • equipaggiare gli animatori socioeducativi con le competenze e i metodi per il loro sviluppo professionale, incluso il lavoro digitale, necessari per trasferire i valori fondamentali comuni della nostra società - in particolare ai giovani difficilmente raggiungibili - e utili per prevenire la radicalizzazione violenta dei giovani.

A questo proposito, visto e considerato il momento critico in cui si trova l'Europa – e considerando il fatto che gli animatori giovanili, le attività di apprendimento non formali possono dare un contributo significativo a risolvere le problematiche dei rifugiati, dei richiedenti asilo e dei migranti, e/o a sviluppare la sensibilità generale su tali argomenti all'interno delle comunità locali – particolare attenzione sarà anche data ai progetti di mobilità giovanile che coinvolgano o siano focalizzati sui rifugiati, i richiedenti asilo e i migranti.

Un progetto di mobilità può comprendere una o più delle attività che seguono.

Mobilità di giovani: Scambi di giovani

Gli scambi di giovani permettono a gruppi di giovani di almeno due paesi diversi di incontrarsi e vivere insieme per un massimo di 21 giorni. Durante uno scambio di giovani, i partecipanti, con l'aiuto di leader di gruppo portano a termine congiuntamente un programma di lavoro (una combinazione di seminari, esercitazioni, dibattiti, giochi di ruolo, simulazioni, attività all'aria aperta ecc.) da loro progettato e preparato prima dello scambio. Gli scambi di giovani permettono loro di: sviluppare le competenze; venire a conoscenza di argomenti/aree tematiche socialmente pertinenti; scoprire nuove culture, abitudini e stili di vita, soprattutto attraverso l'apprendimento tra pari; rafforzare valori come la solidarietà, la democrazia, l'amicizia ecc. Il processo di apprendimento negli scambi di giovani è determinato da metodi di istruzione non formale. La durata relativamente breve facilita il coinvolgimento dei giovani con minori opportunità; infatti, lo scambio di giovani offre un'esperienza di mobilità internazionale nella sicurezza di un gruppo, con un adeguato numero di leader di gruppo che si prendono cura dei partecipanti. Uno scambio di giovani può costituire anche un'ottima occasione per discutere e conoscere i temi dell'inclusione e della diversità. Gli scambi di giovani si basano su una cooperazione transnazionale tra due o più organizzazioni partecipanti di paesi diversi all'interno e all'esterno dell'Unione europea.

Le seguenti attività non possono essere sovvenzionate nel quadro degli scambi di giovani: viaggi di studio universitari; attività di scambio a scopo di lucro; attività di scambio classificabili come viaggi turistici; festival; viaggi di piacere; tournée.

Mobilità degli animatori giovanili

Questa attività sostiene lo sviluppo professionale di animatori giovanili attraverso l'attuazione di attività, quali seminari, corsi di formazione, eventi comunicativi, eventi di contatto, visite di studio a livello transnazionale/internazionale ecc. o periodi di job shadowing/osservazione all'estero in un'organizzazione attiva nel settore della gioventù. È possibile personalizzare e combinare tutte queste attività per prendere in esame le esigenze e l’impatto desiderato identificato dalle organizzazioni partecipanti durante la predisposizione del progetto.  Lo sviluppo professionale degli animatori giovanili partecipanti deve contribuire allo sviluppo delle capacità sul lavoro giovanile di qualità della loro organizzazione e deve avere un chiaro impatto sul lavoro normalmente svolto dagli animatori giovanili con i giovani. I risultati di apprendimento, compresi i materiali e i metodi e gli strumenti innovativi devono essere ulteriormente diffusi nel settore della gioventù, al fine di contribuire ai miglioramenti nella qualità del lavoro giovanile e/o promuovere lo sviluppo di politiche giovanili e la collaborazione.

Qual è il ruolo delle organizzazioni che partecipano a questo progetto?

Le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto di mobilità assumono i ruoli e i compiti indicati di seguito.

  • coordinatore di un progetto di mobilità giovanile: fa domanda per l'intero progetto a nome di tutte le organizzazioni partner.
  • organizzazione di invio: responsabile dell'invio di giovani all'estero (ciò include l'organizzazione delle questioni pratiche, la preparazione dei partecipanti prima della partenza, il sostegno dei partecipanti durante tutte le fasi del progetto).
  • organizzazione ospitante: ha il compito di ospitare l'attività, è responsabile dello sviluppo di un Programma di attività per i partecipanti in collaborazione con i partecipanti e le organizzazioni partner, del sostegno ai partecipanti durante tutte le fasi del progetto.

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di questo progetto?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un progetto di mobilità deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+:

Criteri generali di ammissibilità

Attività ammissibili

Un progetto di mobilità giovanile deve comprendere una o più delle seguenti attività:

  • scambi di giovani;
  • mobilità degli animatori giovanili

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Un'organizzazione partecipante può essere:

  • un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG;
  • una ONG europea per la gioventù;
  • un'impresa sociale;
  • un ente pubblico a livello locale;
  • un gruppo di giovani attivi nell'animazione socioeducativa ma non necessariamente nell'ambito di un'organizzazione giovanile (ossia un gruppo informale di giovani).

oppure

  • un ente pubblico a livello regionale o nazionale2
  • un'associazione di regioni
  • un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT);
  • un organismo con fini di lucro attivo nella responsabilità sociale delle imprese

avente sede in un paese aderente al Programma o in un paese partner confinante con l'UE (regioni da 1 a 4; cfr. sezione "Paesi ammissibili" nella parte A della presente guida).

Chi può fare domanda?

Ogni organizzazione partecipante o gruppo3 avente sede in un paese aderente al Programma può candidarsi. Questa organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Un progetto di mobilità per i giovani è finanziato in modo specifico (cfr. sezione "norme di finanziamento") se il richiedente è:

  • un ente pubblico a livello regionale o nazionale4 ;
  • un'associazione di regioni;
  • un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT);
  • un organismo con fini di lucro attivo nella responsabilità sociale delle imprese

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un'attività di mobilità è transnazionale e coinvolge almeno due organizzazioni partecipanti (almeno un'organizzazione di invio e una di accoglienza) di diversi paesi. Se un progetto di mobilità per giovani prevede una sola attività, il coordinatore deve agire in qualità di organizzazione di invio o accoglienza. Se un progetto di mobilità per giovani prevede più di un'attività, il coordinatore del progetto può, ma non deve necessariamente, agire in qualità di organizzazione di invio o accoglienza. In tutti i casi, il coordinatore non può essere un'organizzazione di un paese partner confinante con l'UE.

Attività all'interno dei paesi del programma: tutte le organizzazioni partecipanti devono provenire da un paese del programma.

Attività con paesi partner confinanti con l'UE: l'attività deve coinvolgere almeno una organizzazione partecipante di un paese del programma e una organizzazione partecipante di un paese partner confinante con l'UE.

Durata del progetto

Da 3 a 24 mesi.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia nazionale del paese in cui ha sede l'organizzazione richiedente.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro le seguenti date:

  • 5 febbraio ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° maggio e il 30 settembre dello stesso anno;
  • 30 aprile ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° agosto e il 31 dicembre dello stesso anno;
  • 1° ottobre ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° gennaio e il 31 maggio dell'anno seguente.

Come fare domanda?

Cfr. la parte C di questa guida per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

Altri criteri

Un calendario relativo a ciascuna delle attività Youth Exchanges and Mobility of Youth Workers pianificate nel progetto deve essere allegato al modulo di domanda.

Una dichiarazione sull’onore del rappresentante legale deve essere allegata al modulo di domanda.

Ulteriori criteri di ammissibilità per gli scambi di giovani

Durata dell'attività

Da 5 a 21 giorni, escluso il tempo di viaggio.

Sede (o sedi) dell'attività

L'attività deve svolgersi nel paese di una delle organizzazioni partecipanti all'attività. 

Partecipanti ammissibili

Giovani di età compresa tra 13 e 30 anni5

residenti nei paesi delle organizzazioni di invio o di accoglienza. I capigruppo 6 coinvolti nello scambio di giovani devono avere almeno 18 anni.

Numero di partecipanti e composizione dei gruppi nazionali

Minimo 16 e massimo 60 partecipanti (capigruppo non inclusi) per attività.

Minimo 4 partecipanti per gruppo (capigruppo non inclusi) per attività.

Ciascun gruppo nazionale deve avere almeno un leader.

Un gruppo di partecipanti proveniente dal paese dell’organizzazione di accoglienza deve essere coinvolto in ogni attività. 

Altri criteri

Per mantenere un legame chiaro con il paese in cui ha sede l'Agenzia nazionale, almeno l'organizzazione di invio o quella di accoglienza di ciascuna attività deve essere del paese dell'Agenzia nazionale che riceve la domanda.

Visita di programmazione preliminare (VPP):

Se il progetto prevede una VPP, devono essere rispettati i seguenti criteri di ammissibilità:

  • durata della VPP: massimo 2 giorni (esclusi i giorni di viaggio)
  • numero di partecipanti: 1 partecipante per gruppo7. Il numero di partecipanti può essere incrementato a 2 alla condizione che il secondo partecipante sia un giovane che partecipa all'attività senza avere il ruolo di leader di gruppo o formatore.

Ulteriori criteri di ammissibilità per la mobilità degli animatori giovanili

Durata dell'attività

Da 2 giorni a 2 mesi, escluso il tempo di viaggio.

I 2 giorni minimi devono essere consecutivi.

Sede (o sedi) dell'attività

L'attività deve svolgersi nel paese di una delle organizzazioni partecipanti all'attività.

Partecipanti ammissibili

Nessun limite di età. I partecipanti, ad eccezione di formatori e facilitatori, devono provenire dal paese della loro organizzazione di invio o di accoglienza.

Numero di partecipanti

Fino a 50 partecipanti (inclusi, se del caso, formatori e "facilitatori") in ciascuna attività prevista dal progetto.

I partecipanti provenienti dal paese dell’organizzazione di accoglienza devono essere coinvolti in ogni attività.

Altri criteri

Per mantenere un legame chiaro con il paese in cui ha sede l'Agenzia nazionale, almeno l'organizzazione di invio o quella di accoglienza di ciascuna attività deve essere del paese dell'Agenzia nazionale che riceve la domanda.

Le organizzazioni richiedenti saranno valutate secondo i criteri rilevanti di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

Criteri di aggiudicazione

Il progetto sarà valutato secondi i criteri elencati di seguito.

Pertinenza del progetto

(massimo 30 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto ai seguenti punti:
  • gli obiettivi dell'azione (cfr. la sezione "Quali sono gli obiettivi di un progetto di mobilità?")
  • le necessità e gli obiettivi delle organizzazioni partecipanti e dei singoli partecipanti.
  • L'idoneità della proposta rispetto ai seguenti obiettivi:
  • raggiungere giovani con minori opportunità, compresi i rifugiati, i richiedenti asilo e i migranti;
  • promuovere la diversità e il dialogo interculturale e inter-religioso, i valori comuni di libertà, tolleranza e rispetto dei diritti umani, come pure i progetti che favoriscono l'alfabetizzazione mediatica, il pensiero critico e lo spirito di iniziativa dei giovani
  • dotare gli animatori giovanili delle competenze e dei metodi necessari per il loro sviluppo professionale, compreso il lavoro giovanile digitale, necessario per trasferire i valori fondamentali comuni della nostra società, in particolare ai giovani difficilmente raggiungibili, e a evitarne la radicalizzazione violenta
  • L'idoneità della proposta rispetto ai seguenti obiettivi:
    • produrre risultati di apprendimento di alta qualità per i partecipanti
    • rafforzare le capacità e la portata internazionale delle organizzazioni partecipanti
    • realizzare miglioramenti nella qualità del lavoro giovanile delle organizzazioni partecipanti.
  • La misura in cui la proposta coinvolge i nuovi arrivati nell'azione.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

(massimo 40 punti)

  • La chiarezza, completezza e qualità di tutte le fasi della proposta di progetto (relativa preparazione, attuazione delle attività di mobilità e follow-up).
  • La coerenza tra esigenze identificate, obiettivi del progetto, profili dei partecipanti e contenuto di apprendimento delle attività proposte;
  • La qualità delle disposizioni pratiche, della gestione e delle modalità di sostegno.
  • La qualità della preparazione fornita ai partecipanti.
  • La qualità dei metodi partecipativi di apprendimento non-formale proposti.
  • La misura in cui i giovani o gli animatori giovanili sono attivamente coinvolti a tutti i livelli del progetto.
  • La qualità delle disposizioni per il riconoscimento e la convalida dei risultati di apprendimento dei partecipanti, nonché l'uso coerente degli strumenti di trasparenza e riconoscimento europei
  • L'adeguatezza delle misure per la selezione e/o il coinvolgimento dei partecipanti nelle attività di mobilità.
  • In caso di attività con paesi partner confinanti con la UE, la bilanciata rappresentanza di organizzazioni provenienti da paesi del Programma e da paesi partner.
  • La qualità della cooperazione e della comunicazione tra le organizzazioni partecipanti, nonché con gli altri soggetti interessati pertinenti

Impatto e diffusione

(massimo 30 punti)

  • La qualità delle misure per la valutazione dei risultati del progetto
  • Il potenziale impatto del progetto:
  • sui partecipanti e sulle organizzazioni partecipanti, durante e dopo l'arco della durata del progetto;
  • al di fuori delle organizzazioni e dei soggetti che partecipano direttamente al progetto, a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.
  • L'adeguatezza e la qualità delle misure che mirano alla condivisione dei risultati del progetto all'interno e all'esterno delle organizzazioni partecipanti.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre, devono ottenere almeno la metà dei punti massimi in ogni categoria dei criteri di assegnazione summenzionati (cioè minimo 15 punti per le categorie "Pertinenza del progetto" e "Impatto e diffusione"; 20 punti per la categoria "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto").

Cos'altro occorre sapere su questa azione?

Costi eccezionali per viaggi costosi

I richiedenti dei progetti di mobilità potranno richiedere un sostegno finanziario per i costi dei viaggi dei partecipanti sotto la voce di bilancio “Costi eccezionali” (fino a un massimo dell’80% dei costi ammissibili totali: vedere “Quali sono le norme di finanziamento?”). Ciò sarà consentito nel caso in cui l’organizzazione richiedente sia in grado di dimostrare che le norme di finanziamento standard (basate sui costi unitari per fascia di distanza del viaggio) non coprono almeno il 70% delle spese di viaggio dei partecipanti. Se accordati, i costi eccezionali per viaggi costosi sostituiranno la sovvenzione di viaggio standard.

Altre informazioni

Ulteriori criteri vincolanti e informazioni utili aggiuntive riguardanti questa azione sono reperibili nell'allegato I della presente guida. Si invitano le organizzazioni interessate a leggere attentamente le sezioni pertinenti dell'allegato prima di fare domanda di sostegno finanziario.

Quali sono le norme di finanziamento?

Il bilancio del progetto di mobilità deve essere elaborato conformemente alle seguenti norme di finanziamento (in EUR).

A) Scambi di giovani

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Viaggio

Contributo per i costi di viaggio dei partecipanti, inclusi gli accompagnatori, dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno

Compresi, inoltre, i costi di viaggio per una possibile visita di programmazione preliminare.

Contributo ai costi unitari

Per distanze tra i 10 e i 99 km:

20 EUR per partecipante

In base alle distanze di viaggio per partecipante. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea8. Per calcolare l'importo della sovvenzione UE a copertura del viaggio di andata e ritorno, il richiedente deve indicare la distanza di un viaggio di andata9.

Per distanze tra i 100 e i 499 km:

180 EUR per partecipante

Per distanze tra i 500 e i 1999 km:

275 EUR per partecipante

Per distanze tra i 2000 e i 2999 km:

360 EUR per partecipante

Per distanze tra i 3000 e i 3999 km:

530 EUR per partecipante

Per distanze tra i 4000 e i 7999 km:

820 EUR per partecipante

Per distanze di 8 000 km o più:

1500 EUR per partecipante

Sostegno organizzativo

I costi direttamente connessi all’attuazione delle attività di mobilità (compresi la preparazione, il monitoraggio e il sostegno dei partecipanti durante la mobilità, la convalida dei risultati di apprendimento, le attività di diffusione).

Contributo ai costi unitari

A5.1 per giornata di attività per partecipante10

In base alla durata dell'attività per partecipante (comprendendo, laddove necessario, anche un giorno di viaggio prima e uno dopo l'attività).

Sostegno destinato alle persone con esigenze speciali

Costi aggiuntivi direttamente connessi ai partecipanti con disabilità e ai loro accompagnatori (compresi i costi di viaggio e soggiorno, se giustificati, e a condizione che la sovvenzione per questi partecipanti non sia richiesta mediante le categorie di bilancio "viaggi" e "sostegno organizzativo".

Costi effettivi

100% dei costi ammissibili

Condizione: la richiesta di sostegno finanziario a copertura del sostegno alle esigenze speciali e ai costi eccezionali deve essere motivata nella candidatura

Costi eccezionali

Costi per i visti o connessi ai visti, permessi di soggiorno, vaccinazioni, certificati medici.

Costi a sostegno della partecipazione dei giovani con minori opportunità a parità di condizioni degli altri (esclusi i costi di viaggio e sostegno per i partecipanti).

Costi connessi al vitto e all'alloggio dei partecipanti durante la visita di programmazione preliminare.
Costi di una garanzia finanziaria, se richiesta dall'Agenzia nazionale.

Spese di viaggio particolarmente elevate per i partecipanti (per dettagli cfr. la sezione "Cos'altro occorre sapere su questa azione?")

Costi effettivi

Costi della garanzia finanziaria: 75 % dei costi ammissibili

Costi di viaggio onerosi: fino a un massimo dell'80% dei costi ammissibili

Altri costi: 100% dei costi ammissibili

B) Mobilità degli animatori giovanili

Costi ammissibili

Meccanismo di finanziamento

Importo

Norma di assegnazione

Viaggio

Contributo per i costi di viaggio dei partecipanti, inclusi gli accompagnatori, dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno

Compresi, inoltre, i costi di viaggio per una possibile visita di programmazione preliminare.

Contributo ai costi unitari

Per distanze tra i 10 e i 99 km:

20 EUR per partecipante

In base alle distanze di viaggio per partecipante. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea11. Per calcolare l'importo della sovvenzione UE a copertura del viaggio di andata e ritorno, il richiedente deve indicare la distanza di un viaggio di andata12.

Per distanze tra i 100 e i 499 km:

180 EUR per partecipante

Per distanze tra i 500 e i 1999 km:

275 EUR per partecipante

Per distanze tra i 2000 e i 2999 km:

360 EUR per partecipante

Per distanze tra i 3000 e i 3999 km:

530 EUR per partecipante

Per distanze tra i 4000 e i 7999 km:

820 EUR per partecipante

Per distanze di 8 000 km o più:

1500 EUR per partecipante

Sostegno organizzativo

Costi direttamente connessi all'attuazione delle attività di mobilità (compresi la preparazione, il monitoraggio e il sostegno dei partecipanti durante la mobilità, la convalida dei risultati di apprendimento, le attività di diffusione).

Contributo ai costi unitari

A5.2 al giorno per volontario13

Massimo 1 000 EUR per partecipante14

In base alle distanze di viaggio per partecipante (comprendendo, laddove necessario, anche un giorno di viaggio prima e uno dopo l'attività).

Sostegno destinato alle persone con esigenze speciali

Costi aggiuntivi direttamente connessi ai partecipanti con disabilità e ai loro accompagnatori (compresi i costi di viaggio e soggiorno, se giustificati, e a condizione che la sovvenzione per questi partecipanti non sia richiesta mediante le categorie di bilancio "viaggi" e "sostegno organizzativo".

Costi effettivi

100% dei costi ammissibili

Condizione: la richiesta di sostegno finanziario a copertura del sostegno alle esigenze speciali e ai costi eccezionali deve essere motivata nella candidatura

Costi eccezionali

Costi per il visto o connessi a esso, permessi di soggiorno, vaccinazioni. Costi per la fornitura di una garanzia finanziaria, se richiesta dall'Agenzia nazionale.

Costi di viaggio particolarmente alti per i  partecipanti (per dettagli cfr. la sezione "Cos'altro occorre sapere su questa azione").

Costi a sostegno della pari partecipazione di animatori giovanili con minori opportunità (escluse le spese di viaggio e sostegno organizzativo per partecipanti).

Costi effettivi

Costi della garanzia finanziaria: 75 % dei costi ammissibili

Costi di viaggio onerosi: fino a un massimo dell'80% dei costi ammissibili

Altri costi: 100% dei costi ammissibili

C) Sostegno organizzativo

Gli importi dipendono dal paese in cui si svolge la mobilità. Per progetti presentati da un organismo pubblico a livello regionale o nazionale; un'associazione di regioni; un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT); un organismo con fini di lucro attivo nella responsabilità sociale delle imprese, gli importi indicati di seguito sono ridotti del 50%.

Scambi di giovani (euro al giorno)

Mobilità degli animatori giovanili

(euro al giorno)

A5.1

A5.2

Belgio

42

65

Bulgaria

32

53

Repubblica ceca

32

54

Danimarca

45

72

Germania

41

58

Estonia

33

56

Irlanda

49

74

Grecia

38

71

Spagna

34

61

Francia

38

66

Croazia

35

62

Italia

39

66

Cipro

32

58

Lettonia

34

59

Lituania

34

58

Lussemburgo

45

66

Ungheria

33

55

Malta

39

65

Paesi Bassi

45

69

Austria

45

61

Polonia

34

59

Portogallo

37

65

Romania

32

54

Slovenia

34

60

Slovacchia

35

60

Finlandia

45

71

Svezia

45

70

Regno Unito

45

76

Repubblica di Macedonia del Nord

28

45

Islanda

45

71

Liechtenstein

45

74

Norvegia

50

74

Turchia

32

54

Serbia 29 48

Paese partner

29

48

  • 1. Il bilancio principale di questi Progetti di mobilità è stanziato a sostegno delle attività transnazionali che coinvolgono organizzazioni e partecipanti di Paesi aderenti al Programma. Circa il 25% del bilancio disponibile può tuttavia finanziare attività internazionali che coinvolgono organizzazioni e partecipanti provenienti da Paesi aderenti al Programma e da Paesi partner confinanti con l’UE (regioni da 1 a 4; vedere la sezione “Paesi ammissibili” nella parte A di questa Guida).
  • 2. In questo contesto, per ente pubblico a livello regionale o nazionale si intende un ente pubblico che 1) eroga servizi o ha un'area di competenza che copre l'intero territorio nazionale o regionale e b) esercita un monopolio, ovvero non vi sono all'interno del paese o della regione altri enti che svolgono le medesime funzioni (esempi tipici: ministeri, agenzie statali, autorità pubbliche regionali, ecc.). In tal senso scuole, università o altri enti, persino se istituti con legge dello Stato, sono esclusi da questa categoria e si qualificano come enti pubblici a livello locale.
  • 3. Nel caso di un gruppo informale, uno dei membri del gruppo di almeno 18 anni di età assume il ruolo di rappresentante e si assume la responsabilità a nome del gruppo).
  • 4. Cfr. la nota precedente
  • 5. N.B.: 
    • limiti di età inferiori - i partecipanti devono aver compiuto l'età minima alla data di inizio dell'attività.
    • limiti di età superiori - i partecipanti non devono aver superato l'età massima indicata alla data di scadenza per la presentazione delle domande.
  • 6. Un capogruppo è un adulto che accompagna i giovani che partecipano allo scambio di giovani per garantirne l’effettivo apprendimento, la protezione e la sicurezza.
  • 7. Il partecipante può essere un capogruppo, un formatore o un giovane che prende parte all’attività senza svolgere un ruolo di capogruppo o formatore.
  • 8. http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/distance-calculator_it
  • 9. Ad esempio, se un cittadino di Roma (Italia) partecipa a un'attività che si svolge a Madrid (Spagna), il richiedente dovrà a) calcolare la distanza tra Roma e Madrid (1 365,28 km); b) selezionare la fascia della distanza di viaggio applicabile (ad esempio, tra 500 e 1 999 km) e c) calcolare la sovvenzione UE che offre un contributo ai costi del viaggio andata e ritorno del partecipante che si reca da Roma a Madrid (275 EUR).
  • 10. Compresi capigruppo e accompagnatori.
  • 11. http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/distance-calculator_it
  • 12. Ad esempio, se un cittadino di Roma (Italia) partecipa a un'attività che si svolge a Madrid (Spagna), il richiedente dovrà a) calcolare la distanza tra Roma e Madrid (1 365,28 km); selezionare la fascia della distanza di viaggio applicabile (ad esempio, tra 500 e 1 999 km) e c) calcolare la sovvenzione UE che offre un contributo ai costi del viaggio andata e ritorno del partecipante che si reca da Roma a Madrid (275 EUR).
  • 13. Inclusi formatori, facilitatori e accompagnatori.
  • 14. Inclusi formatori, facilitatori e accompagnatori.