Indice
Cerca nella guida

Progetti di mobilità nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù

Quali sono gli obiettivi di un progetto di mobilità?

Le attività nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù svolgono un ruolo fondamentale nel fornire a persone di qualsiasi età i mezzi necessari per partecipare attivamente al mercato del lavoro e alla società in generale. I progetti nell'ambito di questa azione promuovono le attività di mobilità transnazionale per gli studenti (studenti, tirocinanti, apprendisti e giovani), e per il personale (professori, insegnanti, formatori, animatori giovanili, e persone che lavorano in organizzazioni attive nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù) allo scopo di:

  • sostenere gli studenti nell'acquisizione di risultati dell'apprendimento (conoscenze, abilità e competenze) in modo da migliorare il loro sviluppo personale, il loro coinvolgimento come cittadini consapevoli e attivi nella società e la loro occupabilità nel mercato del lavoro europeo e al di fuori di esso;
  • sostenere lo sviluppo professionale di coloro che lavorano nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù in modo da rinnovare e migliorare la qualità dell'insegnamento, della formazione e dell'animazione socioeducativa in tutta Europa;
  • rafforzare soprattutto le competenze nelle lingue straniere dei partecipanti;
  • aumentare la consapevolezza e la comprensione dei partecipanti riguardo altre culture e altri paesi, offrendo loro l'opportunità di costruire reti di contatti internazionali, per partecipare attivamente alla società e sviluppare un senso di cittadinanza e identità europea;
  • aumentare le capacità, l'attrattiva e la dimensione internazionale delle organizzazioni attive nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù in modo da renderle in grado di offrire attività e programmi che rispondano meglio alle necessità degli individui, in Europa e oltre;
  • rafforzare le sinergie e le transizioni tra apprendimento formale, non formale, formazione professionale, occupazione e imprenditorialità;
  • assicurare un miglior riconoscimento delle competenze acquisite durante periodi di apprendimento all'estero.

Questa azione sostiene anche le attività di mobilità internazionale da o verso i paesi partner nei settori dell'istruzione superiore e della gioventù. Contribuisce altresì alla cooperazione tra l'UE e i paesi partner ammissibili e riflette gli obiettivi, le priorità e i principi dell'azione esterna dell'UE:

  • rafforzare l'attrattiva dell'istruzione superiore in Europa e sostenere gli istituti d'istruzione superiore europei nella competizione con il mercato mondiale dell'istruzione superiore;
  • sostenere le priorità identificate nelle comunicazioni “Nuovo consenso europeo allo sviluppo”1 e “L’istruzione superiore europea nel mondo"2.
  • sostenere l'internazionalizzazione, la qualità dell'attrattiva, la parità di accesso e la modernizzazione degli istituti d'istruzione superiore al di fuori dell'Europa allo scopo di promuovere lo sviluppo dei paesi partner;
  • promuovere lo sviluppo e gli obiettivi e i principi della politica esterna, compresi gli obiettivi e i principi di competenza nazionale, coesione sociale, giusto equilibrio geografico e diversità. Particolare attenzione sarà rivolta ai paesi meno sviluppati, nonché agli studenti svantaggiati che provengono da contesti socioeconomici di povertà e agli studenti con esigenze speciali.
  • promuovere l'apprendimento non formale e la cooperazione nel settore della gioventù con i paesi partner.

Cos'è un progetto di mobilità?

Le organizzazioni attive nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù riceveranno sostegno dal Programma Erasmus+ per portare avanti progetti che promuovono diverse tipologie di mobilità. Un progetto di mobilità è composto dalle seguenti fasi:

  • preparazione (inclusi gli accordi pratici, la selezione dei partecipanti, la conclusione di accordi tra i partner e i partecipanti, la preparazione linguistica/interculturale/di apprendimento e relativa al compito dei partecipanti prima della partenza);
  • attuazione delle attività di mobilità;
  • follow-up (inclusa la valutazione delle attività, la convalida e il riconoscimento formale - ove applicabile - dei risultati di apprendimento dei partecipanti durante l'attività, nonché la diffusione e l'utilizzo dei risultati del progetto).

Un'innovazione importante introdotta da Erasmus+ rispetto a molte azioni di mobilità sostenute nell'ambito di precedenti programmi europei è che Erasmus+ rafforza il sostegno offerto ai partecipanti alle attività di mobilità nel migliorare le loro competenze nelle lingue straniere prima e durante il soggiorno all'estero. Dal 2014 è stato gradualmente avviato dalla Commissione europea un servizio europeo di supporto linguistico. Il servizio offre ai partecipanti alle attività di mobilità a lungo termine l'opportunità di valutare la loro conoscenza della lingua che utilizzeranno per studiare o lavorare all'estero nonché di seguire un corso di lingue online per migliorare le loro competenze. I partecipanti con un livello almeno pari a B2 nella lingua principale d'insegnamento o lavoro possono scegliere di frequentare un corso OLS nella lingua del paese ospitante, se disponibile (ulteriori dettagli sul sostegno all'apprendimento linguistico si trovano nell'allegato I). 

Inoltre Erasmus+ offre spazio in misura maggiore rispetto ai programmi passati per sviluppare attività di mobilità che includono organizzazioni partner provenienti da diversi contesti e attive in diversi settori, anche socioeconomici (ad esempio tirocini degli studenti universitari o dell'IFP in aziende, ONG, organismi pubblici; corsi di sviluppo professionale per insegnanti in imprese o centri di formazione; lezioni o formazioni tenute da esperti del mondo imprenditoriale in istituti d'istruzione superiore ecc.).

Un terzo importante elemento di innovazione e qualità delle attività di mobilità è rappresentato dal fatto che le organizzazioni partecipanti a Erasmus+ avranno la possibilità di organizzare attività di mobilità nell'ambito di un quadro strategico più ampio e a medio termine. Mediante una singola domanda di sovvenzione, che copre un periodo di due anni massimo, il coordinatore del progetto di mobilità potrà essere in grado di organizzare diverse attività di mobilità, permettendo a molti individui di viaggiare all'estero in diversi paesi. Di conseguenza, nell'ambito di Erasmus+, le organizzazioni richiedenti saranno in grado di ideare il loro progetto in linea con le necessità dei partecipanti, ma anche in linea con i loro piani interni di internazionalizzazione, sviluppo delle competenze e modernizzazione.

A seconda del profilo dei partecipanti coinvolti, nell'ambito dell'Azione chiave 1 del Programma Erasmus+ sono sostenute le seguenti tipologie di progetti di mobilità:

nel settore dell'istruzione e della formazione:

  • progetto di mobilità per studenti e personale dell'istruzione superiore;
  • progetto di mobilità per studenti e personale IFP;
  • progetto di mobilità per personale scolastico;
  • progetto di mobilità per personale dell'educazione per gli adulti;

nel settore della gioventù:

  • progetto di mobilità per giovani e animatori socioeducativi.

La mobilità a lungo termine del personale, la mobilità a breve e lungo termine per gli alunni nonché la mobilità combinata dei discenti adulti sono sostenute nell'ambito dei partenariati strategici dell'Azione chiave 2

La sezione sottostante fornisce informazioni dettagliate sui criteri e sulle condizioni da applicare per ogni tipologia di progetto di mobilità.