Indice
Cerca nella guida

Quali sono gli obiettivi delle azioni Jean Monnet?

Le azioni Jean Monnet si prefiggono di promuovere l'eccellenza nell'insegnamento e nella ricerca nel settore degli studi sull'Unione europea in tutto il mondo. Queste azioni mirano anche a promuovere il dialogo tra il mondo accademico e i decisori politici, in particolare allo scopo di rafforzare la governance dell'UE e mondiale.

Gli studi sull'Unione europea comprendono lo studio dell'Europa nella sua interezza ponendo una particolare enfasi sul processo di integrazione europea nella sua dimensione interna ed esterna. Essi promuovono la cittadinanza attiva in Europa e trattano il ruolo dell'UE nel mondo globalizzato, aumentando la consapevolezza dell'Unione e favorendo il coinvolgimento futuro e il dialogo tra le persone in tuto il mondo.

Le principali aree tematiche sono le seguenti::

  • UE e studi comparativi sul regionalismo;
  • studi sulla comunicazione e sull'informazione dell'UE;
  • studi economici sull'UE;
  • studi storici sull'UE;
  • studi sul dialogo interculturale dell'UE;
  • studi interdisciplinari sull'UE;
  • studi sulle relazioni internazionali e sulla diplomazia dell'UE;
  • studi giuridici sull'UE;
  • studi politici e amministrativi sull'UE.

Tuttavia, altri aree tematiche di interesse (come sociologia, filosofia, religione, geografia, letteratura, arte, scienze, studi ambientali, studi globali ecc.) possono essere associate a questo ambito di studi quando includono un elemento di insegnamento, ricerca o riflessione sull'UE e contribuiscono, in generale, all'europeizzazione del programma di studio.
Gli studi comparativi saranno considerati solamente quando si riferiscono ai diversi processi di integrazione in tutto il mondo.

In relazione agli obiettivi generali del Programma Erasmus+, Jean Monnet si prefigge di:

  • promuovere l'eccellenza nell'insegnamento e nella ricerca nel settore degli studi sull'Unione europea;
  • dotare gli studenti e i giovani professionisti di conoscenze nel settore dell'Unione europea importanti per le loro vite accademiche e professionali e migliorare le loro competenze civiche;
  • promuovere il dialogo tra il mondo accademico e i decisori politici, in particolare per rafforzare la governance delle politiche dell'UE;
  • promuovere l'innovazione nell'insegnamento e nella ricerca (ad esempio, studi intersettoriali e/o multidisciplinari, istruzione aperta, collegamenti con altri istituti);
  • integrare e diversificare le materie relative all'UE nei programmi proposti dagli istituti d'istruzione superiore ai loro studenti;
  • migliorare la qualità della formazione professionale sulle materie relative all'UE (con moduli che trattano le materie relative all'UE in modo più dettagliato o si estendono ad altre materie);
  • promuovere l'impegno dei giovani accademici nell'insegnamento e nella ricerca sulle materie relative all'UE.

Jean Monnet dovrebbe portare effetti positivi e a lungo termine sui partecipanti coinvolti, sulle organizzazioni promotrici, nonché sui sistemi politici nell'ambito dei quali sono inquadrati.

Per quanto riguarda i partecipanti direttamente o indirettamente coinvolti nelle azioni, Jean Monnet mira a produrre i seguenti risultati:

  • rafforzare l'occupabilità e migliorare le prospettive di carriera dei neolaureati, mediante l'inclusione o il rafforzamento della dimensione europea nei loro studi;
  • aumentare l'interesse verso la comprensione e la partecipazione all'Unione europea, dando come risultato una cittadinanza più attiva;
  • sostenere i giovani ricercatori (ad esempio coloro i quali hanno ottenuto un dottorato negli ultimi cinque anni) e i professori che vogliono condurre ricerche o insegnamento sulle materie relative all'UE;
  • migliorare le opportunità per il personale accademico in termini di sviluppo professionale e della carriera.

Le attività sostenute nell'ambito delle azioni Jean Monnet dovrebbero altresì produrre i seguenti risultati per le organizzazioni partecipanti:

  • miglioramento delle capacità di insegnamento e ricerca sulle materie relative all'UE: miglioramento o innovazione dei programmi; miglioramento delle capacità di attrarre studenti eccellenti; cooperazione rinforzata con i partner di altri paesi; miglioramento delle concessioni delle risorse finanziare verso l'insegnamento e la ricerca sulle materie relative all'UE all'interno dell'istituto;
  • ambiente più moderno, dinamico, impegnato e professionale all'interno dell'organizzazione: promuovere lo sviluppo professionale dei giovani ricercatori e dei professori; integrare le buone pratiche e le nuove materie relative all'UE nei programmi e nelle iniziative didattiche; apertura verso sinergie con altre organizzazioni.

Sul lungo periodo, Jean Monnet dovrebbe incoraggiare la promozione e la diversificazione degli studi sull'UE in tutto il mondo nonché rafforzare ed estendere la partecipazione al personale proveniente da altre facoltà e dipartimenti nell'istruzione e nella ricerca sull'Unione europea.