Indice
Cerca nella guida

Progetto di mobilità per studenti e personale dell'istruzione superiore

Prima della mobilità

A: Accreditamento delle organizzazioni partecipanti

Carta Erasmus per l’istruzione superiore

La carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) definisce il quadro qualitativo generale in cui si inscrivono le attività di cooperazione europea e internazionale che un istituto d'istruzione superiore (IIS) può condurre nell'ambito del Programma. L'attribuzione di una carta Erasmus per l'istruzione superiore è una condizione preliminare per tutti gli IIS siti in uno dei paesi aderenti al Programma che vogliono partecipare a iniziative di mobilità per l'apprendimento dei singoli e/o alla cooperazione per l'innovazione e le buone pratiche nell'ambito del Programma. Per gli IIS siti nei paesi partner, la CEIS non è richiesta e il quadro qualitativo sarà definito tramite accordi interistituzionali (cfr. oltre) tra gli IIS.

Un invito a presentare proposte per l'assegnazione della CEIS viene lanciato dall'Agenzia esecutiva sita a Bruxelles su base annuale. Se attribuita, la carta è valida per l'intera durata del Programma. Le condizioni per candidarsi a ricevere una CEIS sono descritte sul sito web dell'Agenzia esecutiva sito web dell'Agenzia esecutiva: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/erasmus-charter-for-higher-education-2014-2020_en

Gli istituti d'istruzione superiore devono rispettare tutte le disposizioni della CEIS durante l'attuazione del progetto. Il rispetto delle disposizioni sarà monitorato dall'Agenzia nazionale, che baserà la propria strategia di monitoraggio sulla guida per il monitoraggio CEIS (https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/documents/erasmus-charter-higher-education-monitoring-guide_en), un nuovo manuale che mira a fornire una serie di linee guida concordate ed esempi di buone pratiche in materia di monitoraggio della conformità alla carta Erasmus per l'istruzione superiore e della sua valorizzazione. Gli istituti di istruzione superiore che presentano domanda di partecipazione e che aderiscono ai progetti Erasmus+ sono invitati a consultare questa guida per informazioni sulle aree prioritarie di conformità CEIS, nonché sugli strumenti, sulle linee guida e sui link disponibili.

La violazione di qualsiasi principio e impegno previsto dalla CEIS potrà portare al loro ritiro da parte della Commissione europea.

Accreditamento del consorzio

Un consorzio nazionale di mobilità dell'istruzione superiore può sostenere ognuna delle quattro attività di mobilità ammissibili nell'ambito di un progetto di mobilità nel settore dell'istruzione superiore.

Lo scopo di un consorzio di mobilità è facilitare l'organizzazione delle attività di mobilità e offrire valore aggiunto in termini di qualità delle attività in confronto a quanto ogni istituto d'istruzione superiore di invio potrebbe offrire singolarmente. Le organizzazioni che fanno parte di un consorzio di mobilità possono raggruppare o dividere i servizi relativi all'organizzazione della mobilità. Le attività congiunte possono includere la gestione amministrativa, contrattuale e finanziaria congiunta della mobilità, la selezione e/o la preparazione e il tutoraggio congiunti dei partecipanti nonché, ove pertinente, un punto centralizzato per la ricerca delle imprese e per l'incontro delle imprese e dei partecipanti. Il consorzio di mobilità può anche agire da catalizzatore per i tirocinanti (studenti e personale) in arrivo. Ciò include la ricerca di un'organizzazione ospitante nella regione in cui sono stabiliti i partner del consorzio di mobilità e l'offerta di assistenza in caso di necessità.

Il coordinatore del consorzio, possibilmente con le altre organizzazioni o con le organizzazioni intermediarie, può svolgere un ruolo attivo nel promuovere i contatti con le imprese e nel ricercare opportunità di tirocinio e formazione per il personale, nel promuovere queste attività e nel fornire informazioni ecc.

Il coordinatore del consorzio è invitato a coordinarsi con i consorzi di altri paesi al fine di accrescere la disponibilità e la qualità dei tirocini e sostenere i tirocini studenteschi del Programma Erasmus+.

Ogni IIS di invio rimane responsabile per la qualità, i contenuti e il riconoscimento dei periodi di mobilità. Ogni membro del consorzio deve firmare un accordo con il coordinatore del consorzio per specificare i ruoli e le responsabilità e gli accordi amministrativi e finanziari; le modalità di cooperazione devono specificare questioni come i meccanismi di preparazione, di garanzia della qualità e di seguito dei periodi di mobilità. Inoltre, ogni IIS di invio è responsabile della sottoscrizione di accordi interistituzionali (cfr. sezione seguente) con gli IIS ospitanti degli studenti e del personale.

Il consorzio nazionale di mobilità può ricevere un finanziamento solo se è stato accreditato come consorzio. Se la valutazione del consorzio nazionale di mobilità non ha successo, il consorzio potrà candidarsi nuovamente l'anno successivo per l‘accreditamento e per l'ottenimento dei finanziamenti.

La conformità con l'accreditamento del consorzio è soggetta al monitoraggio da parte dell'Agenzia nazionale. Ogni problema più importante (ad esempio, uso improprio dei fondi, mancato rispetto degli obblighi e debolezze nella capacità finanziaria) o ogni violazione da parte del consorzio dei suoi impegni può portare al ritiro dell'accreditamento da parte dell'Agenzia nazionale. Il coordinatore del consorzio deve notificare tempestivamente all'Agenzia nazionale ogni cambiamento nella sua composizione, nella sua situazione o nel suo status che può comportare modifiche nell'accreditamento o il suo ritiro. b.

B: Accordo interistituzionale

La mobilità degli studenti ai fini di studio e la mobilità del personale ai fini dell'insegnamento tra IIS deve svolgersi come parte di un accordo interistituzionale tra gli IIS. I modelli dell'accordo sono disponibili alla pagina https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/documents/applicants/inter-institutional-agreement_en. Gli accordi interistituzionali possono essere sottoscritti da uno o più IIS.

Questo accordo interistituzionale, nel caso di mobilità tra paesi aderenti al Programma e paesi partner, stabilirà i principi generali fissati nella CEIS e garantisce che entrambe le parti si impegneranno ad attuarli.

L'accordo interistituzionale può essere esteso per coprire anche la mobilità degli studenti per i tirocini e/o la mobilità del personale per la formazione, facendo affidamento sulla conoscenza delle imprese da parte dei loro istituti partner per individuare imprese/organizzazioni ospitanti all'estero.

C: Mobility Tool+

Non appena i partecipanti sono selezionati, l'organizzazione beneficiaria deve caricare le informazioni generali riguardanti il partecipante e il tipo di attività di mobilità che svolgerà (ad esempio, il nome del partecipante, la destinazione, la durata della mobilità ecc.) nel Mobility Tool+. L'organizzazione beneficiaria è anche responsabile di aggiornare il Mobility Tool+ almeno una volta al mese durante il ciclo di vita del progetto di mobilità con le nuove informazioni relative ai partecipanti e alle attività di mobilità.

Per progetti di mobilità tra paesi aderenti al Programma e paesi partner è necessario identificare nel Mobility Tool+ gli istituti di istruzione superiore dei paesi partner con un codice PIC. Se l'istituto di istruzione superiore del paese partner non ha un PIC in seguito ad una precedente partecipazione ai programmi europei, si deve registrare nel portale dei partecipanti e comunicarlo al beneficiario.

Il Mobility Tool+ supporterà il beneficiario nella gestione delle attività di mobilità di Erasmus+. I beneficiari saranno in grado di generare report precompilati dal Mobility Tool, basati sulle informazioni fornite. Il Mobility Tool+ genererà inoltre report che dovranno essere compilati dai partecipanti alle attività di mobilità.

D: Condizioni di partecipazione degli studenti

Selezione

Gli studenti si candidano presso il loro IIS che svolge la selezione dei partecipanti all'attività di mobilità. La selezione degli studenti, nonché la procedura per la concessione della sovvenzione, deve essere equa, trasparente, coerente e documentata e deve essere resa disponibile a tutte le parti coinvolte nel processo di selezione.

L'IIS deve adottare le necessarie misure per prevenire ogni conflitto di interessi relativamente alle persone che potrebbero essere invitate a far parte degli organismi di selezione o del processo di selezione degli studenti.

I criteri di selezione, ad esempio la performance accademica del candidato, le esperienze di mobilità precedenti, la motivazione, le esperienze precedenti nel paese ospitante (ad esempio il rientro nel paese d'origine) ecc., devono essere resi pubblici. Per gli studenti dei paesi partner il primo criterio di selezione sarà il merito accademico con equivalente livello accademico, priorità dovrà essere data agli studenti provenienti da contesti socio economici svantaggiati (inclusi rifugiati, richiedenti asilo e migranti). 

Sarà data una priorità inferiore a coloro che abbiano già partecipato ad azioni di mobilità nello stesso ciclo di studio nell'ambito dei programmi LLP-Erasmus, Erasmus Mundus o Erasmus+. Nel caso dei corsi di master Erasmus Mundus e dei titoli di master congiunti Erasmus Mundus, la precedente partecipazione viene presa in considerazione solo per i titolari di borse di studio.

Dopo essere stati selezionati, gli studenti ricevono dal loro istituto di invio la carta per gli studenti Erasmus+, che stabilisce i diritti e gli obblighi degli studenti relativamente al loro periodo di studio o tirocinio all'estero e che spiega le diverse fasi da intraprendere prima, durante e dopo la mobilità.

Accordo con lo studente

Prima della partenza, ogni studente selezionato deve firmare un accordo che include anche un "accordo di apprendimento" che stabilisce il programma di studi e/o di tirocinio da seguire, come concordato dallo studente e dalle organizzazioni di invio e ospitanti. Il modello dell'accordo è disponibile alla pagina http://ec.europa.eu/education/opportunities/higher-education/quality-framework_it.htm. Questo accordo di apprendimento definisce l'obiettivo in termini di risultati di apprendimento per il periodo di apprendimento all'estero e specifica le disposizioni di riconoscimento formale. L'accordo specifica anche la meta del periodo di studio e/o tirocinio. Nell'accordo di apprendimento, l'istituto di invio e lo studente devono concordare anche sul livello di conoscenza linguistica (lingua principale di istruzione o del posto di lavoro) che lo studente dovrà aver raggiunto all'inizio del periodo di studio/tirocinio, in linea con il livello consigliato specificato nell'accordo interistituzionale tra l'istituzione di invio e quella ospitante (o in linea con le aspettative dell'impresa nel caso di tirocini). Ove applicabile, l'istituto di invio e lo studente concorderanno sul supporto linguistico più idoneo da fornire, in modo che lo studente possa raggiungere il livello concordato (cfr. il paragrafo successivo sul servizio di supporto linguistico online).

Sovvenzione per gli studenti

Gli studenti hanno diritto a ricevere una "sovvenzione per studenti" che contribuisce alle maggiori spese generate dal loro periodo di mobilità all'estero. Tale sovvenzione può essere formata da una sola o entrambe le componenti seguenti:

  • una sovvenzione dell'UE, calcolata per mese e pagata sotto forma di costo unitario (cfr. la sezione "Norme di finanziamento" nella parte B di questa guida)
  • una sovvenzione nazionale, regionale e locale fornita da un donatore pubblico o privato, o un regime di prestiti.

Sono ammessi gli "studenti Erasmus senza sovvenzione" (per la mobilità ai fini di studio e per quella ai fini di tirocinio), ossia gli studenti che soddisfano tutti i criteri di ammissibilità degli studenti Erasmus e beneficiano dei vantaggi derivanti dall'essere studenti Erasmus senza però ricevere una sovvenzione di mobilità dell'UE. Le norme stabilite in questa guida al Programma, escluse quelle riguardanti la concessione delle sovvenzioni, si applicano anche agli "studenti Erasmus senza sovvenzione". Il numero di partecipanti alla mobilità senza sovvenzione dell'UE per l'intero periodo della mobilità viene calcolato nelle statistiche riguardanti l'indicatore di performance utilizzato per assegnare il bilancio dell'UE tra i paesi.

Gli studenti che prendono parte a un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore sostenuto dal Programma Erasmus+, che ricevano o meno la sovvenzione dell'UE Erasmus+ per la loro partecipazione, sono esentati dal pagamento delle tasse universitarie, di registrazione, per gli esami e per l'accesso alle strutture del laboratorio e della biblioteca nell'istituto ospitante. Tuttavia, possono dover pagare alcune piccole tasse riguardanti ad esempio l'assicurazione, le associazioni studentesche e l'utilizzo di materiali vari come le fotocopie e i prodotti di laboratorio, sulla stessa base di quelle pagate dagli studenti locali. Gli studenti in partenza non devono essere soggetti a ulteriori tasse o oneri in relazione all'organizzazione o all'amministrazione del loro periodo di mobilità.

Inoltre, il diritto a ogni sovvenzione o prestito concesso agli studenti per studiare nel loro istituto di appartenenza deve essere mantenuto anche durante il periodo all'estero.

In caso di tirocini, se l'impresa/l'organizzazione ospitante concede allo studente un'indennità o una qualunque forma di compenso, questa è compatibile con la concessione di una sovvenzione Erasmus+ dell'UE.

Un periodo di mobilità è compatibile con un lavoro part-time e, se lo studente riceve una sovvenzione Erasmus+ dell'UE, è altresì compatibile con l'emolumento che lo studente riceve fintanto che continua a svolgere le attività previste dal Programma di mobilità concordato.

Gli studenti che prendono parte a un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore (un periodo di studio o di tirocinio all'estero) non possono essere allo stesso tempo beneficiari di una borsa di studio per i master congiunti Erasmus Mundus e viceversa.

Gli studenti che ricevono una sovvenzione Erasmus+ dell'UE saranno tenuti a rimborsare interamente o parzialmente la sovvenzione dell'UE qualora non rispettino le condizioni della convenzione di sovvenzione (a meno che siano stati impossibilitati a completare le attività previste all'estero per cause di forza maggiore). Può essere chiesto loro di rimborsare parzialmente o interamente la sovvenzione dell'UE ricevuta in caso di mancata compilazione della , qualora non completino e non trasmettano la relazione finale online.

Supporto linguistico online

Firmando la carta Erasmus per l'istruzione superiore, gli istituti d'istruzione superiore si impegnano a fornire tutto il sostegno necessario ai partecipanti alle attività di mobilità in termini di preparazione linguistica. In tal senso, nel corso del Programma sarà attuato gradualmente un sostegno linguistico online per tutte le attività di mobilità tra i paesi aderenti al Programma di almeno due mesi. Tale supporto online è reso disponibile da parte della Commissione europea per gli studenti selezionati, in modo da valutare le loro competenze nella lingua che utilizzeranno per studiare o svolgere il loro tirocinio all'estero. Questo strumento offrirà anche, se, la possibilità di migliorare la conoscenza della lingua prima e/o durante il periodo di mobilità. I partecipanti con un livello pari ad almeno B2 nella lingua principale di insegnamento o di lavoro possono scegliere di seguire un corso di supporto linguistico online nella lingua del paese ospitante, se disponibile. La fornitura del supporto linguistico si basa sulla fiducia reciproca tra le istituzioni di invio e di ricezione. Il livello di competenza linguistica raccomandato è indicato negli accordi interistituzionali e negli accordi di apprendimento e, pertanto, è concordato dalle tre le parti. Con Erasmus+ gli istituti di istruzione superiore di invio si impegnano a garantire che i loro studenti in uscita abbiano il livello di competenza linguistica richiesto, e tale accordo reciproco dovrebbe essere sufficiente. Gli istituti di istruzione superiore di invio hanno la responsabilità di fornire ai propri studenti il supporto linguistico più adeguato, mediante il supporto linguistico online o qualsiasi altro approccio finanziabile attraverso il sostegno organizzativo, al fine di garantire che i propri studenti ottengano il livello raccomandato concordato con l'istituzione di ricezione prima dell'inizio della mobilità. Pertanto, gli istituti di istruzione superiore di invio non sono tenuti a inviare i risultati della valutazione linguistica del supporto linguistico online alle istituzioni di ricezione. Spetta agli studenti decidere se sono d'accordo a divulgare i risultati della loro valutazione linguistica all'istituzione di ricezione o meno.

Il supporto linguistico online sarà fornito come segue:

  • le agenzie nazionali concedono licenze online alle organizzazioni beneficiarie conformemente ai criteri generali specificati dalla Commissione europea
  • una volta selezionati dal loro istituto di istruzione superiore, tutti gli studenti (esclusi i madrelingua e in casi debitamente giustificati) che beneficiano del servizio online devono svolgere un test online per valutare le loro competenze nella lingua principale che utilizzeranno per studiare o svolgere il tirocinio all'estero. Questo è un prerequisito richiesto prima di partire in mobilità. I risultati di questo test saranno comunicati allo studente e all'IIS di invio. Ciò permetterà all'IIS di invio di quantificare il numero di studenti che potenzialmente avranno bisogno di un corso di lingua online
  • gli IIS distribuiranno le licenze online in base al numero di quelle disponibili per corsi di lingua, conformemente alle necessità degli studenti. Gli studenti si assumeranno la responsabilità di seguire il corso online, come descritto e concordato nella convenzione di sovvenzione;
  • alla fine del periodo di mobilità, gli studenti si sottopongono a una seconda valutazione per misurare i progressi compiuti nella lingua. I risultati saranno comunicati allo studente e all'IIS di invio.

Ulteriori informazioni sono disponibili ai siti web della Commissione europea e delle Agenzie nazionali.

Per tutti gli altri tipi di mobilità, o se il servizio online della Commissione non è disponibile per una determinata lingua, gli istituti d'istruzione superiore possono fornire altri tipi di supporto linguistico agli studenti, da finanziare nell'ambito della sovvenzione per il "sostegno organizzativo" .

E: Condizioni di partecipazione del personale

Selezione

Il personale che prende parte a un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore deve essere selezionato dal proprio istituto d'istruzione superiore in maniera equa e trasparente. Prima della partenza, il personale deve aver concordato un programma di mobilità con gli istituti/imprese di invio e ospitanti.

La selezione degli insegnanti e del personale dell'istituto d'istruzione superiore deve essere svolta dall'istituto d'istruzione superiore. La procedura di selezione e concessione della sovvenzione deve essere equa, trasparente, coerente e documentata e deve essere resa disponibile a tutte le parti coinvolte nel processo di selezione. I criteri di selezione (ad esempio la priorità data a un membro del personale che va all'estero per la prima volta, il limite imposto al possibile numero di attività di mobilità per ogni membro del personale durante un determinato periodo di tempo ecc.) sono resi pubblici.

L'IIS deve adottare le necessarie misure per prevenire ogni conflitto di interessi relativamente alle persone che potrebbero essere invitate a far parte degli organismi di selezione o del processo di selezione dei beneficiari individuali.

Nel caso della mobilità del personale da un'impresa a un IIS, deve essere pianificato un invito da parte dell'istituto al membro del personale dell'impresa; la sovvenzione viene gestita dall'IIS ospitante oppure, in caso di mobilità tra paesi aderenti al Programma e paesi partner, dal beneficiario.

Accordo di mobilità

La selezione del personale degli istituti d'istruzione superiore sarà svolta dall'istituto di invio sulla base di una bozza di Programma di mobilità presentata dal membro del personale a seguito di una consultazione con l'istituto/impresa ospitante. Prima della partenza, il Programma di mobilità finale deve essere formalmente concordato dall'istituto/impresa di invio e l'istituto/impresa ospitante (tramite scambio di lettere o di messaggi elettronici).

L'istituto/impresa di invio e l'istituto/impresa ospitanti sono entrambi responsabili della qualità del periodo di mobilità all'estero.

Sovvenzione per il personale

Le norme finanziarie per i due tipi di mobilità del personale sono le stesse. La sovvenzione rappresenta un contributo ai costi di viaggio e soggiorno per un periodo di insegnamento o formazione all'estero (cfr. la sezione "norme di finanziamento" nella parte B di questa guida).

È permessa la mobilità senza sovvenzioni UE del personale dell'istruzione superiore.

Durante la mobilità

Interruzione della mobilità degli studenti

In caso di interruzione del periodo di mobilità di uno studente, ad esempio a causa di una pausa tra il termine di un corso di lingua e l'inizio di un periodo di studio/tirocinio effettivo, il numero di giorni dell'interruzione viene caricato nel Mobility Tool+ e l'importo della sovvenzione viene adeguato di conseguenza.

Per quanto riguarda i tirocini tra Paesi aderenti al Programma, il periodo di mobilità all'estero può essere interrotto se l'impresa chiude durante il periodo delle vacanze. La sovvenzione viene comunque mantenuta. Il periodo di chiusura non si calcola ai fini della durata minima del periodo di tirocinio ma sarà calcolato ai fini del periodo massimo di 12 mesi per ciascun ciclo di studio per il quale lo stesso studente può ricevere sovvenzioni per periodi di mobilità.

Prolungamento della mobilità degli studenti

Un prolungamento del periodo di mobilità in corso può essere concordato tra l'organizzazione di invio e quella ospitante in base a quanto segue:

  • la richiesta di prolungamento del periodo di mobilità deve essere inoltrata almeno un mese prima della fine del periodo di mobilità inizialmente pianificato
  • se la richiesta è accettata da tutte le parti, la convenzione di sovvenzione deve essere modificata e devono essere completati tutti gli accordi relativi al prolungamento della durata
  • se lo studente riceve una sovvenzione Erasmus+, l'istituto di invio può modificare l'importo della sovvenzione affinché tenga conto della durata prolungata, ovvero concordare con lo studente che i giorni aggiuntivi siano considerati quali periodo "senza sovvenzioni UE"
  • le date effettive di inizio e fine del periodo di mobilità saranno indicate nell'attestato ufficiale (transcript of record) dell'istituto ospitante o nel certificato di tirocinio dello studente secondo le seguenti definizioni:
  • la data di inizio corrisponde al primo giorno in cui lo studente deve presentarsi presso l'organizzazione ospitante (ad esempio, può coincidere con la data di inizio del primo corso/della prima giornata di lavoro, di un evento di presentazione organizzato dall'istituto ospitante ovvero di un corso di lingua e interculturale);
  • la data di fine dovrebbe corrispondere all'ultimo giorno in cui lo studente deve essere presente presso l'organizzazione ospitante (ad esempio, può coincidere con l'ultimo giorno del periodo di esami/del corso/del lavoro/del semestre obbligatorio).
  • la durata effettiva stabilita sopra indicata è il periodo che gli IIS devono indicare nelle loro relazioni finali e rappresenta il numero massimo di mesi coperti dalla sovvenzione UE. Qualora il prolungamento del periodo di mobilità dello studente sia considerato come periodo "senza sovvenzioni UE", questi giorni saranno detratti dalla durata totale del periodo di mobilità ai fini del calcolo dell'importo definitivo della sovvenzione
  • il periodo supplementare deve essere immediatamente seguente al periodo di mobilità in corso. Non possono esserci interruzioni (vacanze e chiusure dell'università/dell'impresa non sono considerate "interruzioni" ) a meno che non siano debitamente giustificate e approvate dall'Agenzia nazionale.

Dopo la mobilità

A: Riconoscimento dei risultati di apprendimento

Alla fine del periodo all'estero, l'organizzazione/impresa ospitante deve fornire allo studente e al suo IIS un attestato ufficiale (transcript of record) o un certificato di tirocinio ("certificato di lavoro") che confermi i risultati del programma concordato.

Il follow-up del periodo di mobilità include il riconoscimento formale, da parte dell'istituto di invio, dei crediti assegnati all'estero per l'apprendimento formale delle recenti competenze acquisite (utilizzando l'ECTS o un sistema equivalente) compresi i tirocini, se applicabile, e la documentazione dei risultati dell'apprendimento non formale e informale al di fuori dell'istituzione o del posto di lavoro (utilizzando il supplemento al diploma). Tuttavia ciò non si applica ai tirocini svolti dai neodiplomati.

I risultati della valutazione linguistica e dei corsi di lingue online saranno trasmessi alle istituzioni centrali ma non forniranno nessuna qualifica formale.

Per quanto riguarda la mobilità del personale, l'istituto di invio dovrebbe assicurare che i risultati di apprendimento del personale partecipante siano propriamente riconosciuti, diffusi e largamente utilizzati nell'ambito dell'istituto.

B: Relazioni

Alla fine del periodo all'estero, a tutti gli studenti e ai membri del personale che hanno intrapreso un'attività di mobilità sarà richiesto di completare e presentare una relazione finale. Per quanto riguarda le attività di mobilità che durano due mesi o più, la relazione include anche una valutazione qualitativa del supporto linguistico ricevuto durante il periodo di mobilità.

Agli studenti e al personale che non presentano la relazione può essere richiesto da parte del loro IIS di invio di rimborsare parzialmente o del tutto la sovvenzione dell'UE ricevuta. Il rimborso non deve essere richiesto quando uno studente o un membro del personale non ha potuto completare le sue attività pianificate all'estero per cause di forza maggiore. Questi casi devono essere trasmessi dal beneficiario e sono soggetti a un'accettazione scritta da parte dell'Agenzia nazionale.