Moduli Jean Monnet

Che cos'è un modulo Jean Monnet?

Un modulo Jean Monnet è un Programma breve di insegnamento (o corso) nel settore degli studi sull'Unione europea in un istituto d'istruzione superiore. Ogni modulo ha una durata minima di 40 ore di insegnamento per ogni anno accademico. I moduli possono essere incentrati su una disciplina specifica degli studi europei o avere un approccio multidisciplinare e di conseguenza invitano numerosi professori ed esperti a fornire un contributo accademico. cos'è

Erasmus+ sostiene i moduli Jean Monnet allo scopo di:

  • promuovere la ricerca e le prime esperienze di insegnamento per i giovani ricercatori, gli studiosi e i professionisti sulle questioni europee (fino al 20% del bilancio stanziato a sostegno dei moduli sarà concesso ai coordinatori che sono ricercatori che hanno ottenuto un dottorato negli ultimi cinque anni);
  • promuovere la pubblicazione e la diffusione dei risultati della ricerca accademica;
  • suscitare interesse sulle materie riguardanti l'UE e costituire la base per i futuri poli della conoscenza, in particolare nei paesi terzi;
  • promuovere l'introduzione di una prospettiva relative all'Unione europea negli studi principali non relativi all'UE;
  • offrire corsi su misura su questioni specifiche relative all'UE importanti per la vita professionale dei laureati..

Il modulo Jean Monnet ancora e integra l'insegnamento delle materie relative all'UE nei programmi che finora hanno incluso le questioni relative all'UE solo in maniera parziale. Portano anche fatti e conoscenze riguardanti l'UE a un pubblico di discenti e cittadini interessati molto ampio.

Quali attività sono sostenute nell'ambito di questa azione?

I moduli Jean Monnet devono tenersi in una di queste forme:

  • corsi generali o introduttivi sulle questioni relative all'Unione europea (in particolare presso gli istituti e le facoltà che non hanno ancora un corso particolarmente sviluppato in questo settore);
  • insegnamenti specialistici sugli sviluppi relativi all'Unione europea (in particolare presso gli istituti e le facoltà che hanno già un corso particolarmente sviluppato in questo settore);
  • corsi estivi e intensivi pienamente riconosciuti.

Qual è il ruolo delle organizzazioni che partecipano al modulo Jean Monnet?

Gli istituti d'istruzione superiore svolgono un ruolo di sostegno e promozione nei confronti dei coordinatori del modulo assicurando che il più ampio pubblico possibile benefici delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto.

Gli istituti d'istruzione superiore sostengono i coordinatori del modulo nelle loro attività di insegnamento, ricerca e critica: riconoscono le attività di insegnamento sviluppate, controllano le attività, forniscono visibilità e valorizzano i risultati ottenuti dal personale coinvolto nelle attività Jean Monnet.

Gli istituti d'istruzione superiore devono mantenere le attività del modulo Jean Monnet per l'intera durata del progetto e sostituire il coordinatore accademico nel caso in cui se ne presenti la necessità. Se l'istituto è costretto a sostituire il coordinatore del modulo, occorre presentare una richiesta scritta da sottoporre all'approvazione dell'Agenzia esecutiva. Inoltre, il nuovo coordinatore proposto deve avere lo stesso livello di specializzazione in studi sull'Unione europea.

Quali sono i criteri utilizzati per la valutazione di un modulo Jean Monnet?

L'elenco riportato di seguito indica i criteri formali che un modulo Jean Monnet deve rispettare per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+: 

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

Chi può presentare la candidatura?

Un istituto d'istruzione superiore con sede in qualsiasi paese del mondo. Gli istituti d'istruzione superiore aventi sede in un paese aderente al Programma devono essere titolari di una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) valida. La CEIS non è necessaria per gli istituti d'istruzione superiore partecipanti aventi sede in un paese terzo.

Gli individue non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Durata del progetto Tre anni.
Durata dell'attività

Un modulo Jean Monnet deve essere insegnato per un minimo di 40 ore per anno accademico (per tre anni consecutivi) nel settore degli studi dell'Unione europea presso l'istituto d'istruzione superiore richiedente.

Le ore di insegnamento includono il contatto diretto nel contesto lezioni, seminari e tutorial di gruppo e possono includere ognuno degli eventi summenzionati nella forma di apprendimento a distanza, ma non includono lezioni individuali.

Dove fare domanda? Presso l'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura con sede a Bruxelles.
Quando candidarsi? I richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro il 22 febbraio alle ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 1° settembre dello stesso anno..
Come candidarsi? Cfr. la parte C della presente guida per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura.

I progetti saranno anche valutati sulla base dei criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C di questa guida.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE

Il progetto sarà valutato secondi i seguenti criteri:

Pertinenza del progetto

(massimo 25 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto a:
  • gli obiettivi dell'azione (cfr. le sezioni "Quali sono gli obiettivi Jean Monnet" e "Cos'è un modulo Jean Monnet" ).
  • La misura in cui la proposta:
  • è adatta a promuovere lo sviluppo di nuove attività di insegnamento, ricerca e dibattito;
  • prevede l'uso di nuove metodologie, strumenti e tecnologie;
  • dimostra valore aggiunto a livello accademico;
  • promuove e dà grande visibilità sia all'interno dell'istituto che partecipa alle attività Jean Monnet sia all'esterno;.
  • La pertinenza della proposta nei confronti dei gruppi destinatari prioritari dell'azione:
  • istituti o accademici che non percepiscono ancora il finanzia-mento Jean Monnet;
  • soggetti specifici collegati all'EU che hanno avuto una esposizione limitata ma che sono sempre maggiormente influenzati dagli aspetti europei;
  • studenti che non entrano automaticamente in contatto con gli studi europei (in settori come la scienza,, l'ingegneria, la medicina, l'istruzione, le arti e le lingue ecc.).

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto

(massimo 25 punti)

  • La chiarezza, la completezza e la qualità del Programma di lavoro, comprese fasi adeguate per la preparazione, l'attuazione, la valutazione, il follow-up e la diffusione.
  • La congruenza tra gli obiettivi del progetto, le attività e il bilancio proposto.
  • La qualità e la fattibilità della metodologia proposta.

Qualità del team del progetto e degli accordi di cooperazione

(massimo 25 punti)

  • La pertinenza del profilo e dell'esperienza del personale accademico chiave coinvolto – sia in ambito accademico ce non - con le attività proposte nel progetto.

Impatto e diffusione

(massimo 25 punti)

  • La qualità delle misure per valutare i risultati delle attività di insegnamento;
  • Il potenziale impatto del progetto:
  • sull'istituto che partecipa ad un'azione Jean Monnet;
  • sugli studenti e i discenti che beneficiano dell'azione Jean Monnet;
  • su altre organizzazioni e soggetti coinvolti a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.
  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate alla diffusione dei risultati delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto che ospita le attività Jean Monnet;
  • se pertinente, la misura in cui la proposta descrive il modo in cui i materiali, i documenti e i supporti prodotti saranno resi disponibili gratuitamente e promossi mediante licenze aperte, e non contiene limitazioni sproporzionate.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre, devono totalizzare almeno 13 punti in ciascuna delle categorie dei criteri di assegnazione menzionati in precedenza.

Cos'altro occorre sapere sui moduli Jean Monnet?

DIFFUSIONE E IMPATTO

I moduli Jean Monnet devono diffondere e valorizzare i risultati delle attività di insegnamento e ricerca organizzati superando la portata dei soggetti interessati direttamente coinvolti. Ciò aumenterà significativamente l'impatto e contribuirà a un cambiamento sistemico.

Per aumentare l'impatto devono includere nelle loro attività di diffusione la creazione e l'offerta di risorse didattiche aperte (OER) e attività educative aperte per rispondere al progresso tecnologico. Ciò promuoverà modi più flessibili e più creativi di apprendimento e raggiungerà un numero sempre maggiore di studenti, professionisti, decisori politici e altri gruppi interessati.

A tutti i coordinatori dei moduli Jean Monnet sarà chiesto di aggiornare la rispettiva sezione dello strumento online specifico Erasmus+ in cui sono contenute tutte le informazioni sulle attività Jean Monnet. Saranno fortemente incoraggiati a utilizzare le piattaforme e gli strumenti esistenti pertinenti (ad esempio, la Jean Monnet directory, la comunità virtuale Jean Monnet). Queste sezioni, che fanno parte dello strumento IT generale di Erasmus+, assicureranno che il grande pubblico sia informato sugli istituti e sui loro corsi Jean Monnet. Coloro i quali hanno ricevuto una sovvenzione dovranno aggiornare regolarmente lo strumento con i risultati del loro lavoro.

I coordinatori dei moduli Jean Monnet sono incoraggiati a:

  • pubblicare almeno un articolo rivisto tra pari durante il periodo di sovvenzionamento;
  • partecipare agli eventi di diffusione e informazione a livello nazionale ed europeo;
  • organizzare eventi (letture, seminari, gruppi di lavoro ecc.) con i decisori politici a livello locale (ad esempio, sindaci e assessori), regionale e nazionale nonché con la società civile organizzata e le scuole;
  • diffondere i risultati delle loro attività tramite l'organizzazione di seminari o letture orientati e adattati al pubblico in generale e ai rappresentanti della società civile;
  • collegarsi con altri coordinatori di moduli, centri di eccellenza, cattedre Jean Monnet e istituzioni sostenute;
  • applicare le risorse didattiche aperte (OER), pubblicare le sintesi, il contenuto e la programmazione delle loro attività nonché dei prodotti previsti.

Quali sono le norme di finanziamento?

La sovvenzione massima che può essere concessa è di 30 000 EUR che rappresenta il limite massimo del 75% del costo totale di un modulo Jean Monnet.

Per la concessione delle sovvenzioni nell'ambito delle attività Jean Monnet viene utilizzato un sistema basato sulla combinazione di tabelle di costi unitari e finanziamenti forfettari. Questo sistema è determinato in base ai costi nazionali calcolati per ora di insegnamento. Il metodo utilizzato è il seguente:

  • Tabella dei costi unitari per l'insegnamento: il costo nazionale unitario per ora calcolato D.1 è moltiplicato per il numero di ore di insegnamento;
  • Finanziamenti forfettari aggiuntivi: una "percentuale" aggiuntiva del 40% per un modulo Jean Monnet viene aggiunta alle basi dei costi unitari summenzionati.

La sovvenzione finale si ottiene dunque applicando il limite massimo del 75% del finanziamento UE relativo alla sovvenzione totale calcolata e rispettando il tetto massimo di sovvenzione per un modulo Jean Monnet (30 000 EUR).

Gli importi specifici che si applicano ai moduli Jean Monnet si trovano nella sezione "costi unitari Jean Monnet" alla fine del capitolo relativo a Jean Monnet in questa parte della guida.