Rappresentanza In Italia

I leader mondiali a Bruxelles per parlare di cooperazione e sviluppo

/italy/file/aiutiumanitarioxfaminternational2jpg_itaiuti_umanitari_oxfaminternational_2.jpg

Al via oggi la decima edizione di European Development Days, la più importante occasione di incontro e dibattito in Europa sui temi della cooperazione e dello sviluppo a livello mondiale. Il tema principale di quest’anno sarà l’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

15-06-2016

L’evento farà da cornice a una serie di iniziative e partenariati sulla cooperazione internazionale connessi agli obiettivi di sviluppo sostenibile (i 17 obiettivi dell’Agenda 2030).

La Vicepresidente/Alta rappresentante Federica Mogherini, il Commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo Neven Mimica e il Direttore esecutivo di UN Women Phumzile Mlambo-Ngcuka presenteranno e firmeranno una dichiarazione di rinnovato impegno nel partenariato strategico Unione europea - Nazioni Unite del 2012. Il Commissario Mimica firmerà inoltre un nuovo partenariato con il primo Ministro di Samoa Tuilaepa Lupesoliai Sailele Malielegaoi e presiederà, insieme al Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon e al Presidente della Banca mondiale Jim Yong Kim una riunione dell’Advisory Board di Sustainable Energy for All (Energia sostenibile per tutti).

Il Commissario per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca Karmenu Vella presenterà una nuova iniziativa per la promozione dell’imprenditoria ecologica e la creazione di posti di lavoro “verdi” e parteciperà a una tavola rotonda ad alto livello sull’economia circolare.

Le tecnologie digitali hanno un posto di rilievo nel programma di quest’anno: il Vicepresidente Andrus Ansip, responsabile per il mercato unico digitale, parteciperà oggi pomeriggio a una discussione sul contributo della digitalizzazione agli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Sono in programma interventi di vari altri Commissari: Cecilia Malmström parlerà del legame tra sviluppo e commercio e Agenda 2030, Miguel Arias Cañete di clima e sviluppo e in particolare dell’attuazione dell’accordo di Parigi e Dimitri Avramopoulos del potenziale della migrazione e degli sfollamenti per lo sviluppo.

 

Per saperne di più

Comunicato stampa