Rappresentanza In Italia

Nuova piattaforma europea sul lavoro sommerso

/italy/file/lavorofrancescogflickrpiccola0jpg_itlavoro_francescog_flickr_piccola_0.jpg

La Commissione unisce le forze con gli Stati membri per combattere il dumping sociale.

27-05-2016

In seguito all'approvazione della relativa proposta della Commissione, si inaugura oggi la piattaforma per aumentare la cooperazione nella lotta al lavoro sommerso, che mira a far emergere il lavoro sommerso e a garantire protezione sociale a milioni di cittadini europei che rischiano di non beneficiarne a causa di modalità di collaborazione fallaci, come rapporti di lavoro dipendente mascherati da lavoro autonomo.

La piattaforma, coordinata dalla Commissione, consentirà di dibattere le modalità e gli strumenti per migliorare le politiche e le misure per combattere il lavoro sommerso e di incentivare la cooperazione tra le autorità nazionali e gli altri attori coinvolti anche negli aspetti transfrontalieri del problema. Tra le sue finalità vi è anche la sensibilizzazione dell'opinione pubblica sul tema.

Questa mattina, in occasione dell'inaugurazione della piattaforma, Marianne Thyssen, Commissaria per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: "Questa Commissione aveva promesso di mettere le persone al centro della definizione delle politiche e questa iniziativa dà prova di coraggio nel difendere i nostri valori sociali e nel cercare di aumentare la correttezza nel nostro mercato comune. Per noi il messaggio è chiaro: nell'Unione europea non c'è posto per condizioni di lavoro inique e dumping sociale."

Alla piattaforma partecipano le autorità competenti di tutti gli Stati membri e rappresentanti intersettoriali delle parti sociali a livello di UE.

 

Per saperne di più  

Evento di lancio dell'iniziativa

Informazioni sulle tutele al lavoro in UE