Rappresentanza In Italia

Un libro per l'Europa

Pages

28/04/2017 (All day)

“Un’idea tornata in auge anche in risposta alle condizione di stress a cui sono da tempo sottoposti i sistemi di protezione sociale dei paesi industrializzati, sia a seguito delle trasformazioni sociali ed economiche degli ultimi trent’anni, sia in relazione ai fenomeni di impoverimento indotti dalla più recente crisi economica.” p. 7 

caligiuri
10/05/2018 - 14:30

"Lo Stato non è l’unico centro di potere nella nostra società. Ne esiste un altro: la concentrazione dei capitali privati… 50 società globali rappresentano il cuore dell’economia mondiale. 65 persone, sconosciute ai più, ma probabilmente sono quelle in grado di influenzare i destini del mondo."

/italy/file/20180511mp3-1_it20180511.mp3

cento volte ingiustizia
04/05/2018 - 21:00

Nel processo penale vige il libero convincimento del magistrato. Il suo giudizio è sovrano, prescinde dall’imponderabilità delle prove e degli indizi, dalle opinioni contrastanti dell’accusa e della difesa. Quel principio consente un’interpretazione dei fatti il più delle volte attendibile e verosimile, ma mai veritiera al punto di essere considerata del tutto aderente alla realtà storica. Il tentativo di far coincidere verità giudiziaria e realtà storica è la causa di molti errori giudiziari."

/italy/file/20180504mp3-0_it20180504.mp3

quais
26/04/2018 - 14:00

Secona puntata dedicata al romanzo giallo del Festival Internazionale di Lione con l'Italia ospite d'onore.

/italy/file/20180427mp3-0_it20180427.mp3

quais
20/04/2018 - 22:15

Festival Internazionale di Lione dedicato al romanzo giallo.

/italy/file/20180420-0_it20180420

gramiccia
13/04/2018 - 17:30

"Scomparendo la sinistra, inevitabilmente scompare la dialettica destra-sinistra, per essere sostituita da quella alto-basso. L’idea di popolo subentra a quella di classi in conflitto tra loro. La nazione prende il posto di quello che un tempo si definiva internazionalismo proletario. La casta - dei politici, non quella finanziaria e dei ricchi – diventa l’unico e solo vero nemico. E il leader non è più selezionato dentro partiti che contano sempre di meno ma diventa l’unto dal popolo che a lui risponde senza mediazioni. Il suo carisma diventa un fattore decisivo insieme agli apparati comunicativi che lo gestiscono e lo amplificano."

/italy/file/20180413mp3-0_it20180413.mp3

 

 

 

la musica per me
30/03/2018 - 17:00

Quella che noi chiamiamo “musica in realtà è tante cose diverse quanti sono gli esseri sulla faccia della terra. Si, perché la musica è la cosa immateriale più importante che noi esseri umani possediamo, è il bene volatile per eccellenza che ha maggior influenza sulla nostra vita, è l’arte nella sua definizione più completa, perché è fatta al tempo stesso di note e di immaginazione."

/italy/file/20180330mp3-0_it20180330.mp3

una fratellanzza inquieta
23/03/2018 - 15:00

“Quando la donna era inchiodata alla natura e l’uomo alla storia, la differenza si rimarcava come un dato inappellabile; ma da tempo non è più così. Ora, di fatto, noi donne, uscite dalle mura di casa, camminiamo spavalde per strada. Anche se per prudenza spesso e volentieri una donna non si avventura in strade buie, per lo più si muove con agio nel mondo. E anche per questo di noi donne d’oggi l’uomo maschio ha paura.”

Un'analisi sulla difficile convivenza tra uomo e donna.

/italy/file/20180323mp3-0_it20180323.mp3

dei
16/03/2018 - 13:30

“Secondo l’approccio oggi dominante dell’antropologia critica e post coloniale, tutto ciò che accade nel quadro dello Stato dev’essere spiegato nei termini del profitto dei gruppi egemonici e delle loro strategie di dominio e di repressione. Cioè che lo stato appare come la radice e la causa del male sociale, dell’oppressione, dell’ingiustizia e della violenza.”

/italy/file/20180316mp3-0_it20180316.mp3

gerace
09/03/2018 - 13:00

"Siamo europei figli di un'idea di Europa patria di tutti, anche degli ultimi, che accoglie e che si fa rispettare nei valori più profondi, che assicura prosperità per tutti, anche per i meno fortunati, e che oggi appare fragile e a tratti miserabile, esclusiva, forte con i deboli e debole con chi fa la voce grossa."

Un invito ad un'Europa più unita, forte dei suoi valori, in cui ognuno può ritrovarsi.

/italy/file/20180309mp3-0_it20180309.mp3

Pages