Rappresentanza In Italia

“Il sessantotto sequestrato. Cecoslovacchia, Polonia, Jugoslavia e dintorni” a cura di Guido CRAINZ - Donzelli 2018

68

“Gli anni sessanta sono, all’est come all’ovest, anni di scolarizzazione di massa che avveniva in una fase di intensa circolazione internazionale di idee e suggestioni, in aperta contraddizione con istituzioni arcaiche…

 

Introduzione al volume I dell’Espresso “Il sessantotto” di Guido Crainz con saggi di: Pavel Kolàr, Wlodek GoldKorn, Nicole Janigro e Anna Bravo

 

/italy/file/20180525mp3-0_it20180525.mp3

 

 
Friday, 25 May, 2018 - 13:30

I movimenti studenteschi fanno esplodere i limiti, le contraddizioni e le ambiguità della modernizzazione a due velocità: da un lato una società in tumultuosa trasformazione, dall’altro istituzioni arretrate e arcaiche, culture dominanti conformistiche e intrise di tabù, e una “politica immobile”…

In questo ambito dinamico di lotto di sogni e di immaginazione all’ovest, il ’68 dell’Europa occidentale è segnato allo stesso tempo dalla profondissima disattenzione e insensibilità per quel che si muoveva a est, spia di deformazioni ideologiche che saranno fatali. Eppure, quell’altro ’68 influirà nelle vicende successive dell’Europa molto più del Maggio: veniva sancito definitivamente allora che quei regimi comunisti non erano riformabili e prendevano avvio anche da li alcuni esili e straordinari fili che porteranno alla caduta del muro di Berlino del 1989.”

 

 

Ospite:

Guido CRAINZ

docente di storia contemporanea all’Università di Teramo

 

Conduttore della trasmissione

Thierry Vissol, direttore di LIBREXPESION

 

Programme manager: Tomasz Koguc

Assistenti: Mariateresa Augusta Papa e Alessio Gosciu

Tecnico: Alessandro Bufarari

 

Segui #StudioEuropa anche sugli altri social:

YouTube: http://bit.ly/1PGrCRT

Instagram: http://bit.ly/2tEkzca

Twitter: http://bit.ly/twSE

FB: http://bit.ly/fb_SEU

SoundCloud: http://bit.ly/2sHWRHu

Blog: http://bit.ly/2tEAyqB

Sito: http://bit.ly/EU_SE