Rappresentanza In Italia

Oltre 10 000 bambini partecipano alla consultazione relativa alla strategia dell'UE sui diritti dei minori e alla garanzia europea per l'infanzia

/italy/file/persone-che-si-tengono-mano_itpersone che si tengono per mano

persone che si tengono per mano
copyright EC

Oggi verranno ufficialmente presentati i risultati della relazione "La nostra Europa, i nostri diritti, il nostro futuro" in occasione di un evento virtuale cui parteciperanno la vicepresidente per la Democrazia e la demografia Dubravka Šuica, il Commissario per il Lavoro e i diritti sociali Nicolas Schmit e il Commissario per la Giustizia, Didier Reynders.

23-02-2021

Le opinioni e i suggerimenti di oltre 10 000 bambini di età compresa tra gli 11 e i 17 anni confluiranno nella prima strategia globale sui diritti dei minori, che sarà presentata dalla Commissione nelle prossime settimane. In vista dell'evento, la vicepresidente Šuica ha dichiarato: "I bambini sono gli esperti delle questioni che li riguardano. La partecipazione, l'uguaglianza e l'inclusione sono i principi guida della strategia dell'UE sui diritti dei minori e della garanzia per l'infanzia. Dobbiamo assicurare a tutti i bambini eque basi di partenza nella vita nonché libertà dal timore e dal bisogno, e lo faremo."

La strategia che verrà adottata mira a tutelare i diritti di tutti i minori nelle azioni dell'UE, nonché a integrare i diritti dei minori nelle politiche e negli strumenti dell'UE, all'interno e all'esterno dell'UE. Con la garanzia europea per l'infanzia si punta a spezzare il ciclo intergenerazionale della povertà e della disuguaglianza, garantendo l'accesso a servizi di qualità – come l'istruzione e l'educazione, la cura della prima infanzia, il gioco e le attività ricreative, l'assistenza sanitaria, la nutrizione e l'alloggio – a tutti i bambini bisognosi.

I risultati del sondaggio evidenziano che un bambino su cinque (tra quelli che hanno risposto) cresce poco felice e ansioso per il futuro. Un terzo dei minori intervistati ha subito discriminazioni o esclusione. Tale percentuale sale al 50% per i minori con disabilità, i migranti, le minoranze etniche o coloro che si considerano persone LGBTQ+. La partecipazione dei minori sarà una priorità fondamentale della strategia dell'UE sui diritti dei minori.

La Commissione ha recentemente pubblicato uno studio sulla partecipazione dei minori alla vita politica e democratica dell'UE, che contribuirà alla strategia dell'UE e al quale hanno contribuito oltre 200 bambini e giovani.

Leggi la relazione di oggi e il comunicato stampa.