Rappresentanza In Italia

Assistenza UE al Libano: telefonata tra la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il primo ministro libanese Hassan Diab

/italy/file/bandiera-libanojpg_itbandiera Libano.jpg

bandiera Libano
©pixabay

La Commissione sta mobilitando oltre 33 milioni di euro per le prime necessità di emergenza, l’assistenza sanitaria e le attrezzature mediche nonché per la protezione delle infrastrutture critiche.

06-08-2020

La presidente della Commissione von der Leyen ha parlato questa mattina con Hassan Diab, primo ministro del Libano, e ha espresso le condoglianze e il sostegno dell'UE al popolo libanese di fronte alla devastante catastrofe che ha colpito la città di Beirut e l'intero paese.

La presidente e il primo ministro hanno discusso dell'assistenza già fornita dall'UE, che comprende in particolare:

  • l'invio di oltre 100 vigili del fuoco specializzati in ricerca e salvataggio, con veicoli, cani e attrezzature mediche di emergenza, anche attraverso la Croce Rossa libanese;
  • l'offerta di squadre supplementari, in particolare per la rilevazione chimica, biologica, radiologica e nucleare;
  • una nave militare dotata di elicotteri per l'evacuazione medica e di attrezzature mediche e protettive;
  • l'attivazione del sistema di mappatura satellitare Copernicus per contribuire a valutare l'entità dei danni.

Oltre a questi sforzi, la Commissione sta mobilitando oltre 33 milioni di euro per le prime necessità di emergenza, l’assistenza sanitaria e le attrezzature mediche nonché per la protezione delle infrastrutture critiche. La Commissione valuterà via via ulteriori aiuti a seconda delle necessità umanitarie del momento.

La presidente e il primo ministro hanno inoltre discusso del sostegno a lungo termine che l'UE può fornire per aiutare il processo di ricostruzione del paese.

La presidente della Commissione ha menzionato l'eventuale mobilitazione di esperti e attrezzature per contribuire a valutare l'entità dei danni e a gestire sostanze pericolose come l'amianto e altre sostanze chimiche. Ciò può essere importante per le strutture civili ma anche per il ripristino del porto di Beirut.

Inoltre ha affermato che la Commissione è pronta a studiare come rafforzare le nostre relazioni commerciali in questo difficile momento, in particolare sotto forma di ulteriori agevolazioni commerciali e doganali.

Ursula von der Leyen ha inoltre offerto il sostegno dell'UE per effettuare una valutazione completa delle necessità per la ricostruzione della città e la ripresa del paese. L’UE fornirà il suo appoggio anche durante le discussioni con le istituzioni finanziarie internazionali, che potrebbero contribuire a sbloccare ulteriori aiuti economici.

La presidente ha infine sottolineato che l'Unione europea attribuisce grande importanza all'unità e alla stabilità del Libano, oggi ancora più importanti, sia a livello interno che per la regione, aggiungendo che questo tragico momento per il Libano dovrebbe essere l'occasione per unire tutte le forze politiche in uno sforzo nazionale volto ad affrontare le numerose sfide che il paese sta fronteggiando. L'Unione europea sosterrà il Libano in questo sforzo.