Rappresentanza In Italia

Coronavirus: la Commissione emana orientamenti per garantire il trasporto aereo delle merci essenziali

/italy/file/ala-aereo-cielo_it

ala aereo  in cielo

La Commissione europea esorta gli Stati membri dell'UE a sostenere le operazioni di trasporto aereo di merci durante la crisi del coronavirus. I nuovi orientamenti formulano raccomandazioni relative a misure operative e organizzative volte a mantenere attivi i flussi di trasporto essenziali, anche per quanto riguarda le forniture mediche e il personale medico.

27-03-2020

La Commissaria per i Trasporti Adina Vălean ha dichiarato: "Il trasporto aereo di merci rappresenta circa il 35 % del commercio mondiale in valore ed è un tassello fondamentale del trasporto merci. Consente alle catene di approvvigionamento globali della maggior parte dei materiali di alto valore di continuare a funzionare e costituisce un complemento essenziale del trasporto merci via terra e via mare. Stiamo emanando misure concrete per mantenere l'operatività di questi servizi, anche per quanto riguarda gli aerei passeggeri. I prodotti deperibili e urgenti, come i farmaci, devono essere trasportati per via aerea. Oltre a prevedere misure speciali per il personale del settore del trasporto aereo di merci, negli orientamenti adottati oggi si raccomanda anche di eliminare le chiusure notturne o le restrizioni delle bande orarie presso gli aeroporti, o di adottare un approccio flessibile al riguardo."

Le misure comprendono l'invito, rivolto agli Stati membri, a rilasciare diritti di traffico temporanei per le operazioni aggiuntive di trasporto aereo di merci provenienti dall'esterno dell'UE che, di norma, sarebbero soggette a restrizioni, anche qualora tali operazioni di trasporto merci siano effettuate con aeromobili passeggeri. Si raccomanda inoltre agli Stati membri di eliminare temporaneamente le chiusure notturne e/o le restrizioni delle bande orarie presso gli aeroporti per le operazioni essenziali di trasporto aereo di merci, come pure di agevolare l'uso di aeromobili passeggeri per le operazioni di solo trasporto merci. Se non presentano sintomi, gli equipaggi degli aeromobili dovrebbero essere esentati dalle restrizioni di viaggio.

È fondamentale che gli aeroporti aperti dispongano di una capacità sufficiente di movimentazione aerea e che vengano messe in atto misure speciali per il personale del settore dei trasporti impegnato nel trasporto di merci.

Tali misure eccezionali saranno temporanee per la durata della crisi legata al coronavirus.

Qualsiasi restrizione incompatibile con il diritto dell'Unione deve essere eliminata. La Commissione esorta inoltre tutti i paesi terzi ad astenersi dall'imporre restrizioni non necessarie alle operazioni di trasporto aereo di merci, in special modo restrizioni incompatibili con gli accordi esistenti. Ciò è nel comune interesse della continuità della catena di approvvigionamento delle merci, compresi i beni essenziali, fra cui prodotti altamente specializzati, critici e dei quali c'è urgente necessità, come le forniture mediche.

Contesto

La continuità e la fluidità dei servizi di trasporto aereo delle merci sono essenziali per l'economia e per la lotta contro il coronavirus. Le catene di approvvigionamento europee e mondiali dipendono dal loro funzionamento e il trasporto aereo di merci dovrebbe essere in grado di fornire in modo continuativo beni quali prodotti alimentari, forniture mediche e altri prodotti critici per il funzionamento delle catene di approvvigionamento sensibili. Gli orientamenti relativi alle misure per la gestione delle frontiere destinate a tutelare la salute e garantire la disponibilità di beni e servizi essenziali, adottati dalla Commissione europea il 16 marzo 2020, sottolineano il principio secondo cui tutte le frontiere interne dell'UE dovrebbero rimanere aperte al trasporto merci e le catene di approvvigionamento di beni essenziali dovrebbero continuare a funzionare. Gli Stati membri dovrebbero attuare pienamente tali orientamenti in tutti i valichi delle frontiere interne.

La comunicazione sull'attuazione delle corsie verdi ("green lanes"), adottata dalla Commissione europea il 23 marzo 2020, intende assicurare la continuità del flusso delle merci in tutta l'UE secondo una modalità collaborativa, per garantire che tutte le merci, tra cui, ma non solo, i beni essenziali come i prodotti alimentari e le forniture mediche, arrivino a destinazione rapidamente e senza ritardi.

Per ulteriori informazioni

Risposta dell'UE all'epidemia di coronavirus

Panoramica delle misure nazionali per paese

Comunicazione sull'attuazione delle corsie verdi ("green lanes")