Rappresentanza In Italia

L'UE stanzia 11,4 milioni per i ricercatori di punta per portare le nuove scoperte sul mercato

/italy/file/ricercatori-davanti-un-microscopio_it

ricercatori davanti a  un microscopio
©AP

Oggi la Commissione europea ha annunciato che 76 ricercatori di punta riceveranno sovvenzioni per verifiche teoriche del Consiglio europeo della ricerca (CER) per un valore di 11,4 milioni di euro.

10-01-2020

Il finanziamento integrativo del valore di 150,000 euro ciascuno è concesso ai borsisti del CER per esplorare opportunità commerciali, preparare le domande di brevetto o verificare la fattibilità pratica delle loro conclusioni scientifiche.

Mariya Gabriel, Commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, ha dichiarato: "L'UE aiuta i ricercatori a battere nuove strade e a superare i limiti della conoscenza. Questi nuovi progetti del CER traducono le nuove scoperte in soluzioni pratiche e dimostrano che finanziare la ricerca di frontiera è essenziale per gettare le basi per un’economia e una società innovative.”

Le nuove sovvenzioni, che rientrano nel programma di ricerca e innovazione dell’UE Orizzonte 2020, contribuiranno a rendere più sicura e meno costosa la cura dei pazienti con malattie autoimmuni, come l'artrite, e a sviluppare un metodo per misurare se i bambini autistici stanno ottenendo i benefici previsti dai programmi di istruzione e porteranno molte altre innovazioni. Questa iniezione finale di 11,4 milioni di euro porta a 200 il numero totale di progetti finanziati nel 2019 e completa la terza e ultima tornata del concorso per sovvenzioni per verifiche teoriche 2019 del CER, per una dotazione complessiva di 30 milioni di euro. Maggiori informazioni sono disponibili nel comunicato stampa del CER.