Rappresentanza In Italia

Nominato il nuovo vertice del Garante europeo della protezione dei dati

/italy/file/wojciech-wiewi%C3%B3rowski_itWojciech Wiewiórowski

Wojciech Wiewiórowski
copyright

La Commissione europea si congratula per la nomina del polacco Wojciech Wiewiórowski alla testa del Garante europeo della protezione dei dati (GEPD) per un periodo di cinque anni a decorrere da oggi.

06-12-2019

Il Garante è un’autorità indipendente responsabile di supervisionare e offrire consulenza a tutte le istituzioni e gli organi europei su tutte le questioni relative alla protezione dei dati. Il GEPD garantisce che tutti gli organi dell'UE rispettino le norme UE in materia di privacy e protezione dei dati quando trattano dati personali.

 

Vĕra Jourová, Vicepresidente per i Valori e la trasparenza, ha dichiarato: "Sono molto felice che le istituzioni e gli organi dell'UE possano beneficiare della grande esperienza di Wojciech Wiewiórowski, da oggi alla testa del Garante europeo della protezione dei dati, per quanto riguarda la tutela dei diritti delle persone in materia di protezione dei dati. Il suo ruolo di supervisore e consulente sarà fondamentale anche per contribuire ai lavori del comitato europeo per la protezione dei dati.”

 

Didier Reynders, Commissario per la Giustizia, ha aggiunto: “La Commissione attribuisce grande importanza al diritto dei cittadini al rispetto della propria vita privata e alla protezione dei dati. Questi diritti fondamentali devono essere rispettati dalle istituzioni e dagli organi europei e devono essere sanciti nella legislazione dell’Unione. In qualità di garante e consulente delle istituzioni e degli organi dell'UE, Wojciech Wiewiórowski svolgerà un ruolo chiave per il conseguimento di questi obiettivi."

 

Wojciech Wiewiórowski è stato ispettore generale per la protezione dei dati personali presso l'autorità polacca competente in materia e negli ultimi cinque anni ha lavorato come garante aggiunto presso il GEPD. Per maggiori informazioni si veda il comunicato stampa del GEPD sulla nomina .