Rappresentanza In Italia

Una nuova relazione sottolinea l’importanza di aumentare gli stipendi degli insegnanti

/italy/file/world-teachers-day-2019logo_itworld teachers day 2019_logo

world teachers day 2019_logo
copyright Eurydice

Domani 5 ottobre, in occasione della Giornata mondiale degli insegnanti, la rete Eurydice della Commissione europea  pubblica la sua relazione annuale sulla retribuzione degli insegnanti.

04-10-2019

La relazione evidenzia che durante l'anno scolastico 2017-2018 in gran parte dei paesi europei gli stipendi degli insegnanti sono aumentati, ma principalmente perché sono ancorati all’indice di inflazione. Solo in sette paesi gli stipendi sono aumentati grazie a precise decisioni politiche: si tratta di Bulgaria, Cechia, Estonia, Lituania, Paesi Bassi, Romania e Slovacchia.  

Dalla relazione emerge anche che la remunerazione è un elemento chiave per spingere le persone a intraprendere la carriera dell’insegnante e per far sì che gli insegnanti in servizio si sentano valorizzati e sufficientemente motivati. Le politiche che incidono sulla retribuzione e sulle prospettive di carriera di coloro che lavorano nel settore dell'istruzione dovrebbero quindi diventare parte integrante di strategie globali volte a rendere più attraente la professione dell’insegnante.

Tibor Navracsics, Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato:
La qualità dell'istruzione dipende dall’eccellenza, dalla motivazione e dalla sicurezza degli insegnanti. Dobbiamo investire per una professione dell’insegnante che sia attraente per i migliori candidati e in grado di offrire loro costanti opportunità di sviluppo durante tutta la loro carriera. Gli stipendi sono un fattore importante, così come lo sono sostegno, prestigio e riconoscimento sociale effettivi per un lavoro sempre più complesso e impegnativo.”   

Il sostegno agli insegnanti e l'importanza del loro ruolo sono stati i temi principali della relazione di monitoraggio del settore dell'istruzione e della formazione presentata dalla Commissione europea per il 2019 e del recente Vertice europeo sull'istruzione, durante il quale 160 insegnanti hanno discusso con i ministri dell'istruzione, gli accademici e i funzionari pubblici riguardo alle principali sfide della professione.

A novembre 2019 i ministri dell'istruzione e delle finanze si riuniranno sotto l'attuale presidenza finlandese dell'UE per discutere dei finanziamenti nel settore dell'istruzione. La relazione Eurydice è un'analisi comparativa che riguarda tutti gli Stati membri dell'UE tranne Cipro, Bosnia-Erzegovina, Islanda, Liechtenstein, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia e Turchia.