Rappresentanza In Italia

La risoluzione alternativa delle controversie e la risoluzione delle controversie online aiutano i consumatori a far valere i loro diritti

/italy/file/simbolicommerciointernet_itsimboli_commercio_internet

simboli_commercio_internet
©AP

Oggi la Commissione europea ha pubblicato la prima relazione sull'attuazione del quadro europeo per la risoluzione alternativa delle controversie e la risoluzione delle controversie online, che consentono ai consumatori e agli operatori commerciali di risolvere le controversie relative agli acquisti tramite 460 organismi per la risoluzione alternativa delle controversie senza rivolgersi a un tribunale.

25-09-2019

Vĕra Jourová, Commissaria per la Giustizia, i consumatori e la parità di genere, ha dichiarato: "La relazione dimostra che l’uso dei metodi alternativi di risoluzione delle controversie è aumentato e che questi metodi piacciono ai consumatori. È una buona notizia, ma vogliamo far conoscere questi strumenti alternativi ad una platea più ampia di consumatori e vogliamo che sempre più operatori commerciali li usino. Oggi solo un operatore su tre ricorre alla risoluzione alternativa delle controversie. Questi numeri devono aumentare e invito gli Stati membri a continuare ad adoperarsi per migliorare questi strumenti."

Dal suo avvio nel 2016, la piattaforma di risoluzione delle controversie online ha attirato oltre 8,5 milioni di visitatori e 120 000 reclami di consumatori. Nel 42% dei casi la controversia si è conclusa con un pagamento diretto. Riguardo alla risoluzione alternativa delle controversie, la relazione indica che in tutti gli Stati membri e nel settore del commercio al dettaglio sono ora operativi organismi per la risoluzione delle controversie imparziali. Rimane tuttavia ancora molto lavoro da fare affinché sia la risoluzione alternativa delle controversie sia la risoluzione delle controversie online diano i risultati attesi. La Commissione lavora al continuo miglioramento della piattaforma di risoluzione delle controversie online, offrendo informazioni più mirate sui diritti dei consumatori, aiutando gli utenti a trovare gli strumenti di ricorso più adeguati e agevolando i pagamenti diretti.

Il testo completo della relazione è disponibile online.