Rappresentanza In Italia

Il piano Juncker sostiene un accordo con CDP per erogare prestiti alle piccole imprese per 5,8 miliardi di EUR

/italy/file/imprese_itimprese

imprese

5,8 miliardi di EUR a disposizione delle piccole e medie imprese (PMI) italiane sotto forma di nuovi prestiti.

25-07-2019

 

Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e la Cassa Depositi e Prestiti (l'istituto nazionale di promozione italiano) hanno firmato un accordo di garanzia che mette 5,8 miliardi di EUR a disposizione delle piccole e medie imprese (PMI) italiane sotto forma di nuovi prestiti. L'importante accordo è appoggiato dal Fondo europeo per gli investimenti strategici del piano Juncker, che permette al Gruppo Banca europea per gli investimenti di investire in operazioni a rischio sempre più elevato. L'accordo odierno, siglato nell'ambito del programma COSME (Programme for the Competitiveness of enterprises and SMEs - programma per la competitività delle imprese e le PMI) dell'Unione europea, consentirà di erogare nuovi prestiti alle imprese di quasi tutti i settori, per importi fino a 150 000 EUR e con scadenza superiore a 12 mesi. Nei prossimi due anni i prestiti saranno destinati a più di 65 000 PMI italiane. Elżbieta Bieńkowska, commissaria europea per il Mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: "Si tratta di un'ottima notizia e di un passo avanti per permettere alle piccole e medie imprese di accedere ai finanziamenti di cui hanno bisogno per crescere e innovare. Grazie al piano Juncker si prevede che già 291 300 PMI usufruiscano di un migliore accesso ai finanziamenti in Italia. Il nuovo accordo accrescerà ulteriormente la loro capacità di sviluppo". Un comunicato stampa è disponibile qui. A partire dal mese di luglio 2019 il piano Juncker ha mobilitato 424 miliardi di EUR di investimenti supplementari, dei quali 66,6 miliardi in Italia. Attualmente si avvalgono del piano 967 000 PMI in tutta Europa.