Rappresentanza In Italia

La Commissione propone un quadro di governance per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività

/italy/file/eucommissionjpg_iteu_commission.jpg

eu_commission

La Commissione europea propone oggi un quadro di governance per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività. Lo strumento aiuterà gli Stati membri della zona euro e gli altri Stati membri partecipanti ad aumentare la resilienza delle loro economie e della zona euro.

24-07-2019

 

Sulla base della visione delineata nella relazione dei cinque presidenti del giugno 2015, della comunicazione della Commissione sull'approfondimento dell'Unione economica e monetaria del 12 giugno 2019 e degli orientamenti del Vertice euro del 21 giugno 2019, oggi la Commissione europea propone un quadro di governance per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività. Lo strumento aiuterà gli Stati membri della zona euro e gli altri Stati membri partecipanti ad aumentare la resilienza delle loro economie e della zona euro attraverso il sostegno a riforme e investimenti mirati.

L'Eurogruppo ha già definito le caratteristiche principali dello strumento di bilancio per la convergenza e la competitività. La Commissione presenta oggi una proposta per organizzare la governance dello strumento: stabilisce un quadro per fornire orientamenti strategici per le riforme e gli investimenti che dovranno essere sostenuti dal nuovo strumento di bilancio in linea con il quadro di riferimento complessivo dell’UE per il coordinamento delle politiche economiche (il semestre europeo) e con altri strumenti politici dell'UE.

Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per l'Euro e il dialogo sociale e competente per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: "Il rafforzamento dell'Unione economica e monetaria dell'Europa è stato un elemento centrale del mio lavoro nel corso del mandato dell'attuale Commissione. Oggi garantiamo la presenza di tutti gli elementi necessari per un accordo efficace e tempestivo da parte dei colegislatori dell'UE sullo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività. Sostenere pacchetti coerenti di riforme e di investimenti contribuirà ad aumentare la competitività, a rafforzare la resilienza e a migliorare la convergenza, per un'Europa più prospera e più forte."

Günther H. Oettinger, Commissario per il Bilancio e le risorse umane, ha dichiarato: "Il bilancio dell'UE fornirà in futuro un sostegno finanziario alle proposte degli Stati membri della zona euro che uniscono riforme strutturali e investimenti. Ciò migliorerà l'efficacia della spesa dell'UE e sosterrà la convergenza e la competitività nella zona euro. Con la proposta odierna istituiamo la governance di questo nuovo strumento. Si tratta di un'innovazione significativa per la zona euro."

La proposta odierna prevede che il Consiglio, a seguito di discussioni in seno all'Eurogruppo, definisca ogni anno orientamenti strategici sulle riforme e le priorità di investimento per l'intera zona euro. Successivamente il Consiglio adotterà inoltre una raccomandazione con orientamenti specifici per paese rivolta a ciascuno Stato membro della zona euro per quanto concerne le riforme e gli investimenti da sostenere nell'ambito dello strumento.

Entrambe le fasi saranno pienamente integrate e coerenti con le fasi e gli orientamenti previsti nel quadro del semestre europeo. L'attuazione dello strumento sarà allineata con il calendario del semestre. Questo strumento sarà inoltre coerente e sinergico con altre politiche per gli investimenti, come i fondi della politica di coesione dell'UE, il meccanismo per collegare l'Europa e InvestEU.

Gli Stati membri non appartenenti alla zona euro che partecipano al meccanismo di cambio II potranno partecipare allo strumento di bilancio su base volontaria. A tal fine occorre sviluppare meccanismi coerenti con la proposta odierna.

In particolare, il nuovo quadro consentirà agli Stati membri della zona euro di: 

i. fissare orientamenti strategici per le riforme e le priorità di investimento nella zona euro (nell'ambito della raccomandazione per la zona euro);

ii. fornire orientamenti specifici per paese in relazione alle riforme e agli obiettivi di investimento, da adottare parallelamente alle raccomandazioni specifiche per paese;

iii. ricevere dalla Commissione informazioni relative al seguito dato dagli Stati membri della zona euro ai precedenti orientamenti strategici

Lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività sarà istituito nell'ambito della proposta relativa al programma di sostegno alle riforme. Lo strumento di bilancio dovrebbe far parte del bilancio dell'Unione e la sua entità sarà determinata nel contesto dei negoziati sul prossimo bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027.

Contesto:

La proposta della Commissione relativa a un programma di sostegno alle riforme del maggio 2018 costituisce la base delle discussioni su uno strumento di bilancio per la convergenza e la competitività della zona euro. Questo strumento, ancorato al bilancio dell'UE, sosterrà gli Stati membri della zona euro nei loro pacchetti mirati di riforme e investimenti.

In occasione del Vertice euro del 14 dicembre 2018, i capi di Stato o di governo hanno incaricato l'Eurogruppo di lavorare all'elaborazione, alle modalità di esecuzione e alle tempistiche di uno strumento di bilancio per la convergenza e la competitività della zona euro. Lo strumento farà parte del bilancio dell'Unione e sarà istituito modificando la proposta legislativa della Commissione relativa a un programma di sostegno alle riforme, se necessario. Il Vertice euro ha inoltre indicato che lo strumento dovrebbe essere assoggettato ai criteri e agli orientamenti strategici forniti dagli Stati membri della zona euro.

Sulla base delle principali caratteristiche che sono state concordate dall'Eurogruppo nelle modalità di funzionamento per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività e sono state approvate dal Vertice euro di giugno, l'obiettivo dello strumento sarà sostenere insieme riforme strutturali e investimenti negli Stati membri della zona euro allo scopo di rafforzare la crescita potenziale e di aumentare la resilienza e la capacità di aggiustamento delle economie della zona euro. Lo strumento sarà complementare ai fondi UE esistenti.

Come indicato nelle modalità di funzionamento, gli Stati membri della zona euro presenteranno, su base volontaria, proposte di pacchetti di riforme e investimenti debitamente giustificati e coerenti, che saranno valutati dalla Commissione sulla base di criteri trasparenti. Il sostegno finanziario verrebbe fornito in forma di rate soggette al conseguimento di obiettivi prestabiliti. Gli Stati membri della zona euro riuniti in sede di Consiglio, di Eurogruppo e di Vertice euro fornirebbero orientamenti strategici nell'ambito della raccomandazione del Consiglio sulla politica economica della zona euro.

Per ulteriori informazioni: 

Proposta della Commissione relativa a un quadro di governance per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività

Proposta della Commissione per il programma di sostegno alle riforme (31 maggio 2018) 

Comunicazione "Approfondire l'Unione economica e monetaria dell'Europa: un bilancio a quattro anni dalla relazione dei cinque presidenti" - giugno 2019

Documento di riflessione sull'approfondimento dell'Unione economica e monetaria (31 maggio 2017)

Relazione dei cinque presidenti - Completare l'Unione economica e monetaria dell'Europa (22 giugno 2015)

Caratteristiche principali dello strumento di bilancio per la convergenza e la competitività concordate in seno all'Eurogruppo (14 giugno 2019)

Il vicepresidente Dombrovskis su Twitter: @ VDombrovskis

Il commissario Oettinger su Twitter: @GOettingerEU