Rappresentanza In Italia

La Commissione plaude all'accordo volto a garantire maggiore protezione alle indicazioni geografiche

/italy/file/igpmarchiojpg_it

Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione hanno raggiunto un accordo politico sulle norme che disciplinano il funzionamento dell'UE in quanto membro dell'atto di Ginevra, un nuovo trattato multilaterale per la protezione delle indicazioni geografiche gestito dall'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale.

14-03-2019

Il Commissario per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, ha dichiarato: "Grazie a questo accordo politico, le indicazioni geografiche dell'UE possono beneficiare di una protezione maggiore a livello multilaterale. L'accordo integrerà gli accordi bilaterali che proteggono già le indicazioni geografiche dell'UE nel mondo".

L'atto di Ginevra attualizza l'accordo di Lisbona del 1958 per la protezione e la registrazione internazionale delle denominazioni di origine e consente alle organizzazioni internazionali come l'Unione europea di aderire. L'accordo di Lisbona, che attualmente conta 28 membri, tra cui sette Stati membri dell'UE, offre uno strumento per garantire la protezione delle denominazioni di origine tramite una registrazione unica. In quanto membro dell'atto di Ginevra, in futuro le indicazioni geografiche dell'UE potranno beneficiare di una protezione di alto livello negli altri paesi membri. Un comunicato stampa è disponibile online