Rappresentanza In Italia

Spazio: cittadini e imprese degli Stati Uniti avranno accesso ai segnali di navigazione satellitare di Galileo

/italy/file/galileo250_itgalileo_250

galileo_250
copyright EU

La Commissione federale per le comunicazioni degli Stati Uniti ha deciso di concedere un'esenzione dalla licenza per la ricezione del segnale di Galileo negli USA.

16-11-2018

Ieri, la Commissione federale per le comunicazioni degli Stati Uniti ha deciso di concedere un'esenzione dalla licenza per la ricezione del segnale di Galileo negli USA. Ciò significa che i cittadini e le imprese degli Stati Uniti potranno beneficiare dei segnali di navigazione di ultima generazione inviati da Galileo (per veicoli connessi, smartwatch, agricoltura o navigazione aerea).

Elżbieta Bieńkowska, Commissaria per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: "Sono molto soddisfatta per la concessione dell'esenzione. Questo dimostra la fiducia del governo statunitense nei vantaggi e nelle prestazioni di Galileo. Da dicembre 2016 Galileo fornisce servizi a oltre 400 milioni di utenti. L'esenzione accrescerà la diffusione di Galileo sul mercato, a tutto vantaggio dei cittadini e delle imprese statunitensi. Continueremo a lavorare per completare la costellazione Galileo entro il 2020, ma già oggi sappiamo che Galileo è un successo e che l’UE è a tutti gli effetti una potenza spaziale".

Nel suo discorso sullo stato dell’Unione del 12 settembre 2018 il Presidente Juncker aveva sottolineato che " È il nostro programma Galileo che mantiene l'Europa in corsa verso lo spazio. [...] Nessuno Stato membro ce l'avrebbe fatta da solo. Galileo è un successo innanzitutto, se non esclusivamente, europeo. Senza Europa, il programma Galileo non esisterebbe. Dobbiamo esserne fieri".

I servizi di Galileo si basano su segnali di alta precisione e ogni aggiunta alla costellazione (che attualmente conta 26 satelliti) migliora gradualmente l'accessibilità e le prestazioni di Galileo in tutto il mondo. Per contribuire al mantenimento e al rafforzamento della leadership dell’UE nello spazio, nel giugno 2018 la Commissione ha proposto di stanziare 16 miliardi di euro per un programma spaziale dell’UE nel periodo 2021-2027. Il nuovo programma investirà di più nelle attività spaziali, adeguandosi alle nuove esigenze e tecnologie e rafforzando, allo stesso tempo, l’accesso autonomo dell’Europa allo spazio. Sulla politica spaziale dell'UE è disponibile una scheda informativa.