Rappresentanza In Italia

Firmato in Emilia Romagna il primo accordo per prestiti Erasmus+ agli studenti della laurea magistrale

/italy/file/studente1png_itstudente1.png

Studente che legge libro
© Pixabay

Il Fondo europeo per gli investimenti ed Emil Banca Credito Cooperativo hanno firmato ieri il primo accordo di garanzia in Italia per prestiti Erasmus+ per gli studenti italiani dell'Emilia Romagna che intendo conseguire la laurea magistrale in uno dei 32 paesi aderenti al programma.

19-09-2018

Il Fondo europeo per gli investimenti ed Emil Banca Credito Cooperativo hanno firmato ieri il primo accordo di garanzia in Italia per prestiti Erasmus+ per gli studenti italiani della laurea magistrale. L'accordo prevede prestiti a condizioni favorevoli per gli studenti dell'Emilia Romagna che intendano conseguire la laurea magistrale in uno degli altri 32 paesi che aderiscono al programma Erasmus+. L'accordo, del valore di 2,7 milioni di euro, si basa sul programma di garanzia dei prestiti Erasmus+ per i corsi di laurea magistrale. Dovrebbero beneficiarne 200 studenti.

Tibor Navracsics, Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato:

"Sono felice di constatare che grazie all'accordo con Emil Banca Credito Cooperativo gli studenti italiani avranno accesso ai prestiti Erasmus+ per i corsi di laurea magistrale. Questo accordo dà nuovo slancio al nostro obiettivo di promuovere l'istruzione all'estero e favorisce una maggiore internazionalizzazione e una cooperazione più stretta."

Il programma di garanzia dei prestiti Erasmus+ per i corsi di laurea magistrale è attivo dal giugno 2015, grazie alla cooperazione di banche e istituti di istruzione superiore di cinque paesi.

Più di 3 000 studenti possono conseguire una laurea magistrale all'estero grazie alle garanzie Erasmus+ del valore di 8,5 milioni di euro.

Per maggiori informazioni si veda il comunicato stampa pubblicato dal Fondo europeo per gli investimenti e da Emil Banca Credito Cooperativo.

Per maggiori informazioni sul programma Erasmus+ si veda qui.