Rappresentanza In Italia

Nuove norme sulle lampadine: risparmio per consumatori e riduzione di gas serra

/italy/file/lampadinex250png_itlampadinex250.png

Lampadine
copyright Unsplash

Dal 1° settembre, all'interno dell'Unione europea, non sarà più consentito vendere lampadine alogene nuove inefficienti e ad elevato consumo di energia; grazie alle nuove norme, diminuiranno le emissioni di gas serra e i consumatori risparmieranno sulla bolletta dell'elettricità.

31-08-2018

Da domani, 1° settembre, nell'Unione europea non sarà più consentito vendere lampadine alogene nuove inefficienti e ad elevato consumo di energia. Grazie alle nuove norme, i consumatori europei risparmieranno sulla bolletta dell'elettricità con un conseguente notevole risparmio di energia in tutta l'UE, equivalente al consumo di elettricità del Portogallo su un periodo di cinque anni.

Le modifiche della normativa UE, che entreranno in vigore domani, riguardano le lampadine alogene standard, non quelle usate nelle lampade da tavolo e nei proiettori. Le lampadine alogene saranno sostituite da lampadine a LED, che grazie all'innovazione sono diventate più sicure, a prezzi più contenuti e più efficienti dal punto di vista energetico. Le nuove norme non si applicheranno ai prodotti già in vendita, ma solo ai prodotti nuovi fabbricati o importati nell'UE.

Le nuove norme, originariamente concordate nel 2009 dagli Stati membri e dal Parlamento europeo, sono state riconfermate nel 2015, ma la loro introduzione è stata posticipata di due anni, fino al settembre 2018, per consentire che fossero disponibili alternative sufficienti a prezzi accessibili. Le modifiche rientrano nel programma di lavoro sulla progettazione ecocompatibile dell'UE – si veda qui – che è un elemento dell'azione dell'Unione per mettere l'efficienza energetica al primo posto e per guidare la transizione verso l'energia pulita.

A giugno di quest'anno, come parte del pacchetto "Energia pulita per tutti gli europei", i colegislatori hanno raggiunto un accordo politico su un nuovo obiettivo di efficienza energetica del 32,5% per il 2030 – si veda qui.